Startupper: abbiamo svoltato!

Incentivi fiscali per gli investimenti in startup: c’è l’OK della Commissione Europea. Stefano Firpo: “E’ una vittoria strepitosa!”

Stefano Firpo“Abbiamo svoltato!”. Stefano Firpo non usa giri di parole. La decisione dell’Unione Europea sulle startup italiane è “una vittoria strepitosa”.

Per chi conosce Firpo e lo ha incontrato in questi anni al Ministero dello Sviluppo Economico questi toni roboanti sono sorprendenti. E quindi vanno presi molto seriamente. Firpo è capo della segreteria tecnica del MISE dove è stato il regista di tutti i provvedimenti recenti in materia di startup. Stimatissimo dagli addetti ai lavori, ha sempre lavorato nell’ombra con l’obiettivo dichiarato di “hackerare la pubblica amministrazione” come mi ha detto una volta dal palco di un teatro di Genova. Oggi sente di esserci riuscito. Così ha dato la notizia su Twitter: “Abbiamo ricevuto OK commissione europea su agevolaz fiscali ad investimenti in #startup”. Qualche minuto dopo, “con la batteria quasi morta”, da Trieste, dove si trovava per un convegno, mi ha spiegato perchè questo è un passaggio storico e finalmente concreto.

Stefano, la notizia intanto.

Abbiamo avuto un OK pieno, senza condizioni intendo. Non ho ancora capito se è anche retroattivo perché devo avere il tempo di controllare le carte, e quindi non so se valga anche per il 2013, ma abbiamo vinto. E faremo subito il decreto, anzi, il decreto è già scritto e pronto in un cassetto del ministero.

Di che si tratta esattamente?

Si tratta di incentivi fiscali per investire in startup. Riguardano persone fisiche e persone giuridiche. Per le persone fisiche parliamo di detrazioni del 19 per cento per importi fino a 500 mila euro; per le persone giuridiche si tratta di deduzioni dall’imponibile del 20 per cento per importi fino a un milione e ottocentomila euro.

Facciamo un esempio: quanto vale questo provvedimento per chi vuole investire?

I benefici per chi investe in startup oggi sono di circa 100 mila euro, appena meno di 100 mila euro per essere precisi. Tantissimo.

Perché questa cosa può davvero cambiare tutto?

E’ una rivoluzione, nessun altro paese al mondo ha delle misure così forti e così incisive. Qualcosa di simile c’è in Gran Bretagna ma è più farraginoso.

Dove nasce la vittoria di oggi, nel precedente governo vero?

Il provvedimento era nel decreto startup della fine del 2012: lì si parlava delle agevolazioni fiscali. E ora finalmente l’Unione Europea ha dato via libera. C’è voluto un anno, perché anche la burocrazia europea non scherza quanto a complessità. E c’è stato un grande lavoro di squadra con il Ministero dell”Economia e l’Agenzia delle Entrate. E’ stata una vittoria di squadra.

Adesso che succede?

La settimana prossima i ministri Saccomanni e Zanonato firmeranno il decreto, è già scritto e concordato, mancano le firme e poi cambia davvero tutto.

Non sarà esagerato dire che cambia davvero tutto? Perché è così importante?

Perché si tratta di uno stimolo pazzesco alla crescita dell’ecosistema. Un segnale molto forte a venture capitalist, seed e angel investors che dice loro: investite in startup. Credimi, da oggi abbiamo davvero svoltato, ora nessuno può più dire che non ci sono le condizioni. E’ ora di tirare fuori il grano e far crescere le buone idee.

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.