480 mila euro ottenuti da VEASYT. L’accessibilità piace al Progetto BAN

Andrea Ghello investe in pre-money in VEASYT, spin-off dell’Università Ca’Foscari di Venezia che sviluppa soluzioni digitali per l’accessibilità e l’abbattimento delle barriere della comunicazione

La crisi economica non frena la voglia e lo stimolo imprenditoriale di credere e investire in nuove idee di sviluppo.

Dal Progetto BAN Veneto, acronimo di Business Angel Network Veneto, arriva un nuovo imprenditore-finanziatore pronto a credere e sostenere finanziariamente l’innovativo servizio “VEASYT Live!” della giovane impresa VEASYT srl, spin-off partecipato dell’Università Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati – che sviluppa soluzioni digitali per l’accessibilità, concretizzando l’elevato know-how accademico per l’abbattimento di barriere della comunicazione.

L’azienda, nata nel gennaio 2012 e guidata da Enrico Capiozzo, propone servizi professionali digitali per l’accessibilità, comunicando questo suo impegno sin dal proprio nome: VEASYT = visit+easy, per una visita più facile, un’esperienza semplificata. VEASYT srl è una startup innovativa, secondo il “Decreto Sviluppo 2.0”.

L’investitore è Andrea Ghello: imprenditore vicentino di 51 anni che nel 2000 ha realizzato con amici la prima catena di parafarmacie in Italia, diventata protagonista nel 2006 della liberalizzazione Bersani e di una elegante operazione di allargamento della compagine sociale grazie all’entrata di GE Capital-Interbanca.

Attivo sostenitore di BAN Veneto, del quale riconosce la primogenitura nel settore del business angels e l’assoluta capacità di sviluppo delle idee, lo scorso 11 dicembre Andrea Ghello ha concretizzato l’investimento entrando nel Capitale Sociale e nel Consiglio di Amministrazione dello spin-off Cafoscarino unitamente al Dr. Diego Rigon, commercialista di Vicenza, con un accordo di valutazione pre-money dell’azienda di 480.000 euro.

Il progetto, finanziato grazie all’attività di BAN Veneto, ha partecipato con ottimi risultati anche ad altre iniziative, fra cui il concorso Rebound 2013, la business idea competition promossa nell’ambito del progetto Ready2Start dai Giovani Imprenditori di Confindustria Padova in collaborazione con Fòrema, BAN Veneto e grazie al contributo della Camera di Commercio di Padova.

BAN Veneto – progetto fino al 2012 finanziato dalla Camera di Commercio di Padova e coordinato dal Parco Scientifico e Tecnologico Galileo assieme a Università di Padova e Confindustria Padova  – è un luogo di incontro tra neo-imprenditori che hanno appena avviato una start-up innovativa e investitori interessati ad investire parte delle proprie risorse personali in progetti di impresa ad alto tasso di innovazione.

Arriva la tassa sulla Coca Cola?

La Commissione Finanze ha dato il via libera a un emendamento Lega-M5s che prevede di tassare le bevande zuccherate per coprire l’esclusione del regime Irap per le partita Iva fino a 100mila euro

Diabete e fake news online: falsi due post su tre. La ricerca di Sanofi

Nella Giornata Mondiale del Diabete la società farmaceutica ha presentato uno studio che testimonia i rischi del web. Ma internet è anche il luogo dell’incontro e i social network possono motivare i pazienti