5 passi per partecipare in modo vincente ai bandi

Non basta avere l’idea, bisogna anche riuscire ad ottenere finanziamenti per svilupparla. Cinque consigli utili per le startup che vogliono presentare domanda ai bandi

bandi startup 600x400

Uno degli aspetti fondamentali di fare startup è l’ottenimento di finanziamenti. Da oggi Marco De Paolis e Federica Taddei del TeamPro Business ci aiuteranno a fare chiarezza sui bandi: chi li stanzia, a chi sono destinati e come partecipare. Sul nostro blog deal.startupitalia.eu troverete una panoramica aggiornata di tutte le call in scadenza. 

Tanti sono i bandi aperti per le startup, ma non sono molte quelle che riescono ad accedere ai piani di finanziamento o ai fondi stanziati a livello istituzionale. Perché non vengono prese in considerazione alcune domande delle startup?

Ecco alcuni nostri consigli per avere successo nell’accesso al bando:

1. esporre sinteticamente il business d’impresa, evidenziando gli aspetti innovativi del prodotto/servizio offerto;

2. segnalare i presupposti da cui trae origine l’idea di impresa (es. la ricerca sul mercato in cui si va ad inserire la startup);

3. indicare i tempi previsti del progetto, comprese eventuali date intermedie nel caso in cui siano individuabili più fasi di realizzazione;

4. descrivere puntualmente ogni tipologia di spesa prevista che sarà da finanziare o è già stata sostenuta, i contenuti e gli obiettivi;

5. menzionare anche gli eventuali brevetti e/o licenze in possesso della startup.

Sarebbe inoltre opportuno disporre di un business plan, nel quale bisogna inserire lo stato del prodotto/servizio offerto, i benefici per i potenziali clienti, la strategia di marketing, il team, le partnership, gli ostacoli o le carenze che si frappongono allo sviluppo del progetto, il piano economico-finanziario. È bene ricordarsi anche di riportare in dettaglio i principali fattori che rappresentano il vantaggio competitivo dell’impresa rispetto ai concorrenti e i fattori di rischio connessi all’iniziativa.

Un Commento a “5 passi per partecipare in modo vincente ai bandi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit per Tilt, l’app di social payment comprata da Airbnb per 12 milioni

Airbnb ha versato 12 milioni in cash nelle casse startup che facilita lo scambio di soldi tra persone via mobile, ma tra decine in bonus per i fonunders e scambi di quote l’ammontare totale dell’operazione ammonterebbe a 60 milioni

«Amazon dominerà presto il fintech», dice un boss di Andreessen Horowitz

Secondo Alex Rampell, general partner della società di venture capital Usa che è tra i maggiori investitori (tra gli altri) di Facebook, Amazon (con già 23 milioni di utenti che usano la sua piattaforma di pagamento) ha una strategia precisa per dominare presto il fintech

Disney ha acquisito MakieLab, la startup della prima bambola stampata in 3D

MakieLab dal 2012 produce giocattoli con la fabbricazione digitale. La famosa casa di intrattenimento per bambini l’aveva già accolta nel suo programma di accelerazione nel 2015 e ora ne assorbirà tecnologia e piattaforma