Creativi, l’Europa chiama!

Si possono presentare le domande fino a metà marzo. L’Europa è alla ricerca di creativi per sviluppare la cultura, l’innovazione e la cooperazione in ambito culturale

Si chiama “Europa Creativa” il programma europeo che ha dato il via alla pubblicazione dei primi bandi finalizzati allo sviluppo della cultura, dell’innovazione e della cooperazione in ambito culturale.
Rientra nel nuovo piano economico europeo 2014-2020 per migliorare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese (PMI), delle startup costituitesi da almeno due anni e delle organizzazioni operanti nei settori culturali e creativi.
I progetti ammissibili potranno essere presentati da operatori di qualsiasi settore culturale,
pubblico e privato.

“Europa Creativa” potrà così essere facilmente riconoscibile ed accessibile a tutti (fatta eccezione per le persone fisiche) indipendentemente dalla loro disciplina artistica.
Offrirà sostegno ad attività internazionali, all’interno e all’esterno dell’Unione Europea, con l’obiettivo principale di rafforzare la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare sul piano transnazionale. Per questo saranno ammessi anche progetti di cooperazione volti a promuovere la mobilità di creatori e artisti, la visibilità di talenti emergenti e le diverse culture europee.

Nel programma è contemplato anche l’accesso a programmi di traduzione letteraria con
l’obiettivo di supportare la diversità culturale e linguistica in Europa.

Le candidature si chiuderanno entro la metà di marzo.

Per le informazioni inerenti a Europa Creativa riportiamo il link del sito ufficiale:
http://ec.europa.eu/culture/creative-europe/calls/index_en.htm

“Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro” (Albert Camus)

Ti potrebbero interessare anche:

Cercasi soluzioni creative. 2 milioni dall’Europa

Guida completa per usare i 70 mlr dell’Europa per le startup

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

Lyrebird, la tecnologia che permette di copiare la voce di chiunque

Parlare con Donald Trump o fargli pronunciare praticamente qualsiasi cosa potrebbe non essere più un problema. Una startup canadese ha trovato il modo di riprodurre le caratteristiche vocali di qualsiasi persona con l’analisi di un solo minuto di parlato