Bando CupCake: riaperte le iscrizioni

Fondazione Politecnico di Milano, Polihub e Dipartimento di Design del Politecnico promuovono un contest per creativi. Scadenza il 3 febbraio

CupCake Creativi della Lombardia attenzione!

Avete tempo fino al 3 febbraio per partecipare a “CupCake. Creativity and design for new markets and new needs”.

È il contest, promosso da Fondazione Politecnico di Milano, PoliHub e Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, per selezionare nuovi stagisti, con un progetto nel settore culturale e creativo, che potrà essere realizzato attraverso un’esperienza all’estero presso imprese, incubatori, centri di coworking e altri enti/organismi funzionali all’idea da sviluppare.

Possono candidarsi gli imprenditori (titolari e soci), i lavoratori dipendenti e i collaboratori di imprese culturali o creative, a condizione che lavorino presso la sede operativa lombarda dell’impresa e non siano già in trasferta o distaccati presso un’eventuale sede estera. Sono, altresì, candidabili i professionisti, titolari di una partita IVA, del settore culturale e creativo, residenti o domiciliati in Lombardia.

Se avete le competenze richieste, un progetto nei settori del design, della moda, della comunicazione visiva, del multimedia e del digitale, e conoscete la lingua inglese ad un livello non inferiore al livello B1, affrettatevi a segnalare la vostra idea innovativa, anche mediante una presentazione multimediale, inviando una mail a [email protected].

Dei progetti inviati ne saranno selezionati un massimo di 15, che parteciperanno a uno stage presso strutture all’estero attive nello sviluppo di imprese creative (aziende, incubatori, acceleratori) e avranno accesso al rimborso delle spese sostenute nei limiti previsti dal regolamento.

Maggiori dettagli li potrete trovare sul sito http://www.makeyourcupcake.it/nuove-modalita-di-accesso.

Federica Taddei – Marco De Paolis

TeamPro Business

[email protected]

 

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.