Le 4 finaliste di Wind Business Factor. Adesso la sfida per la Silicon Valley

IntertWine, Fattura24, Welllcome e Visible Cloud Live: i nomi delle 4 finaliste che l’hanno spuntata su 11 startup in gara. Si giocheranno la borsa di studio per volare a San Francisco

WBF

In palio c’è un’offerta Wind All Inclusive Unlimited Full Edition per un anno, ma soprattutto una borsa di di studio per fare networking e formazione in Silicon Valley. L’hanno spuntata su altre 11 startup e ora in quattro si giocano i premi finali di Wind Business Factor. La creatività condivisa di IntertWine, Fattura24, l’analytics del reale Welllcome e Visible Cloud Live, il servizio che permette di selezionare i messaggi più interessanti da differenti social network: sono le startup ammesse al terzo girone di Wind Business Factor, un vero e proprio campionato che premia le migliori idee di business e le startup innovative. Sono ad un passo dal primo posto, dopo quattro settimane di formazione e di supporto on line da parte del team e dei mentor di Wind Business Factor, tra lezioni e seminari online sul business model, marketing e crowdfunding.

«Tutti i team hanno svolto un grande lavoro, migliorando il progetto iniziale, cambiando in alcuni casi il modello di business e perfezionando la presentazione. Alla fine di queste quattro settimane di training, alcune si sono dimostrate più robuste e strutturate dal punto di vista del team e del progetto d’impresa, e sono quindi pronte per il mercato e per affrontare la chance dell’investimento da parte di Venture Capitalist e Angel Investors» ha detto Andrea Genovese Project Leader di Wind Business Factor.

Fattura24 è una soluzione cloud che permette ai liberi professionisti e alle Pmi di gestire il proprio ciclo di fatturazione, condividendo le fatture all’interno della piattaforma con commercialista e fornitori. Ci lavorano Carlo Camusso, founder, Salvatore Carlucci, per la parte marketing, Patrizia Salvati, per quella finanziaria, e Roberta Muiesan per il service desk. «Grandissima soddisfazione aver vinto il girone di Wind Business Factor – dice subito Carlo – è un percorso di formazione a distanza di circa un mese – spiega – in cui ogni startup ha avuto a disposizione un tutor. Sono state selezionate quattro startup che avranno la possibilità di fare un pitch davanti ad una platea di investitori». Fattura24 a novembre ha ricevuto un grant da Working Capital nel corso di StayFunky! «Abbiamo lavorato tantissimo» – sottolinea Carlo – abbiamo deciso per un upgrade importante della piattaforma portando tutto su Html5».

Fra i selezionati per la finale anche Welllcome, «l’analytics del reale» fa Maurizio Martinoli, Ceo del progetto, nato nel 2013. «Forniamo analytics sul mondo reale, non web ma uno spazio reale, come un negozio – spiega Martinoli, 35 anni, ingegnere informatico romano dell’Eur – l’utente ha a disposizione sensori all’interno del suo spazio, che, grazie ad una dashboard, gli forniranno una serie di dati sulle visite dei clienti». Il sistema è già operativo in «un pub e in un ristorante italiani e un coffee shop in Inghilterra. E su una pompa di benzina in Malesia». A proposito di Wind Business Factor dice: «E’ stato molto molto utile perché si sono affrontati temi con cui ci si confronta ogni giorno: dalla costruzione di un business model a come cercare nuovi utenti».

Dall’analytics del reale a IntertWine, il social network dedicato alla creatività condivisa, con l’obiettivo di realizzare nuovi prodotto di intrattenimento, che uniscano le caratteristiche classiche dei libri, della comunicazione digitale e delle reti sociali. «Siamo finalisti, una bella soddisfazione – dice Gianluca Manca – chi vince va a Mind The Bridge». Dello sviluppo di IntertWine dice: «Stiamo continuando a sviluppare e a lavorare sull’editor di contenuti».

E poi c’è Visible Cloud Live. «Il Wind Business Factor? Bei feedback, un buon rapporto con il nostro mentor Gianmarco Carnovale – dice il ceo della startup Massimiliano Cammuso – aver vinto le selezioni ci ha fatto molto piacere». Visibile Cloud Live «fa visualizzare messaggi e immagini che arrivano prevalentemente da Twitter – spiega – il sistema permette anche attraverso un pannello di regia di selezionare i messaggi da mandare».

Dopo Esselunga anche Coop sceglie Satispay

L’accordo di integrazione interesserà inizialmente tutti i punti vendita di Coop Lombardia. Nei prossimi giorni il servizio sarà reso disponibile anche in Liguria. Previsto uno sconto del per chi sceglie questo metodo di pagamento

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia