Hyperfair ottiene 1.2 milioni di dollari

La startup italo-americana, Hyperfair, ha ricevuto un seed funding di 1.2 milioni di dollari. Il finanziamento permetterà di migliorare la user experience

1.2 milioni di dollari, l’ammontare ricevuto da Hyperfair in seed funding da parte di un grande gruppo di investitori, sia americani che europei. A capo del round, New Enterprise Associates (NEA), in partecipazione con Atlante Ventures, il fondo di Venture Capital di Intesa San Paolo, e Como Ventures.

Fondata nel 2010, Hyperfair, startup basata a San Francisco, sta reinventando il modo di vedere gli eventi online. Viene offerta ad esempio la funzione che permette di vedere un ambiente 3D, in cui espositori e partecipanti possono incontrarsi e fare affare attraverso i propri avatar, come se fossero fisicamente sul luogo.

“Grazie a questo finanziamento, potremo finalmente migliorare Hyperfaire e fornire ai nostri utenti una grande esperienza di social business” ha dichiarato Marco Campanari, il CEO della startup.

Per maggiori informazioni leggi qui: http://hyperfair.wordpress.com/2014/02/13/hyperfair-raises-1-2m-from-nea-atlante-and-como-to-revolutionize-virtual-interactions/

Qui l’intervista a Marco Campanari al lancio della startup

“L’Amaca” di Michele Serra | Se è dagli istituti tecnici che nascono i progetti del domani

Per rispondere alla provocazione di Michele Serra sulla differenza tra liceo e istituto ricordiamo qui i ragazzi che hanno inventato robot sommelier, quelli che stanno realizzando la prima barca a vela al mondo con la stampa 3D, e quelli che sperimentano modelli di casa domotica. Provengono tutti dagli istituti tecnici