Con i manga di Dengen Chronicles, Mangatar conquista anche Android

La startup di Salerno mette a frutto il lavoro fatto ad AppCampus e dopo 200.000 download su Windows Phone sbarca su Google Play

La possibilità di sfidarsi avvicinando due telefonini e di utilizzare lo shake per effettuare una mossa, una nuova tipologia di scontro più tattica, con un vero campo di gioco. E poi un meccanismo di notifiche legato alle carte e ai match. Benvenuti nella prima versione mobile di Dengen Chronicles, il gioco di carte collezionabili nell’universo manga, firmato Mangatar: la startup di gaming a febbraio ha rilasciato la versione per Windows Phone del suo prodotto di punta. Dal 21 luglio è disponibile anche per Android. Dopo il successo su Windows Phone (200.000 download e una media di 4,5) «ci prepariamo a sbarcare sulle altre piattaforme mobile, iniziando da Android» fa sapere il team. 

mangatar

 «Offriamo all’utente un gameplay che va oltre i classici giochi per smartphone, strizzando l’occhio alle console mobile» ha sottolineato Andrea Postiglione, Ceo di Mangatar. Il team (5 persone, che si muovono tra Milano, Roma e Salerno) intanto è pronto a nuove sfide. «Abbiamo ampliato le nostre expertise e abbracciato nuove tecnologie: con una tavolozza di colori così ricca siamo pronti anche a nuove sfide creative» ha aggiunto Postiglione.
Il rilascio per Windows Phine e ora per Android è frutto di un periodo molto intenso di lavoro «iniziato con AppCampus – spiega Raffaele Gaito, che di Mangatar è Biz Dev – quando siamo stati selezionati per il progetto di Nokia e Microsoft». Mangatar ha ricevuto non solo un grant ma anche la possibilità di un mese «in Finlandia, dove c’è stato un training di formazione a 360 gradi. Ultimo tassello di questo percorso – sottolinea Gaito – è stato appunto il rilascio della app per Windows Phone, prima in esclusiva sulla loro piattaforma. Poi andremo anche su iOS e Android». Un lancio che Mangatar considera strategico, perché «Windows è in forte crescita sul mercato del mobile».

mangatar-1

Dengen Chronicles nasce sul Web a luglio del 2013 «mentre da ottobre abbiamo preso a lavorare alla versione mobile». Il rilascio della app è «solo la prima di una serie di fasi di sviluppo della startup, che ha sempre puntato sul bootstrapping per la propria crescita». Nei prossimi giorni «cercheremo di raccogliere i feedback degli utenti e lavorare per migliorare l’applicazione. Obiettivo è offrire un’esperienza di gioco uguale a quella del Web cercando di sfruttare al meglio i dispositivi» ha aggiunto Gaito.

«Siamo stati felici di aver avuto Mangatar in AppAcademy – ha detto invece Paolo Borella direttore di AppCampus – il team ha lavorato duramente per sfruttare al meglio le opportunità offerte dal nostro pool di formatori di livello internazionale e siamo ansiosi di vedere i progressi di Dengen Chronicles dopo il lancio».

Fintech italiano 2019: l’anno da incorniciare tra round, exit e IPO

Una nuova barca di soldi nel fintech britannico, ma anche nel nostro Paese il 2019 per le startup della finanza tecnologica è iniziato con il migliore degli auspici. Ripercorriamo tutti gli eventi più importanti dell’anno in corso.

Huawei contro il resto del mondo: a che punto siamo?

La faccenda sembra complicata, ma in realtà è molto semplice. La questione è sempre stata puramente economica: e tutti restano in attesa, guardinghi, di scoprire come finirà. E la Cina non starà certo a guardare

Food trend, siete pronti per i cocktail alla carne?

Per chi non si accontenta di mangiarla, la bistecca finisce anche nel bicchiere. Ecco l’ultima tendenza della mixology nata sui tavoli americani e approdata nello storico ristorante monzese Bove Lover

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.