Reclog vola a Barcellona. “Puntiamo tutto sulle emozioni”

Lanciata l’app per iOs e Android, il social media voice italiano va al Mobile World Congress di Barcellona. Giovanni Cantamessa racconta la sua startup

 reclog

Si chiama Giovanni Cantamessa, catanese di adozione, 43 di scarpe e appena atterrato a Barcellona per portare la sua startup al Mobile World Congress, la fiera del futuro del cellulare che durerà dal 24 fino al 27 di febbraio a cui parteciperanno nomi come e-bay, Hewlett-Packard ed Intel. La sua creatura è Reclog, un social voice.

«Immagina di sfogliare un album di ricordi, ne tocchi uno e puoi ascoltare tutto ciò che stava succedendo mentre stavi scattando. Vogliamo puntare su tutto ciò che è l’emozione del social, che generalmente sono particolarmente frigidi». Giovanni è l’amministratore, non vuole essere chiamato CEO, ed è un sopravvissuto, ops, alumno di InnovAction Lab. Non è solo a portare avanti quest’impresa, con lui c’è anche Biagio Teseo di 46 anni, incontrato quando era diventato da poco papà e quando «io avevo i capelli lunghi, poi un po’ li ho persi e metà li ho tagliati».

«Allora facevo lo speaker radiofonico e suonavo la chitarra elettrica. Una musica terribile, eravamo una cover band, ma facevamo 70 date all’anno». Con Reclog hai smesso di suonare? «No, adesso suono uno stoner rock cazzutissimo, ma non ci caga nessuno».

Con la startup, invece, va a gonfie vele. Più di 25 mila download in meno di due mesi, il lancio su iOs e su Android, 25 mila euro di finanziamento da Working Capital e l’inserimento nell’albo veloce della Telecom, che permette alle startup incubate di avere come primo cliente il colosso delle telecomunicazioni italiane. Ora Barcellona, grazie alla vittoria di un bando indetto dall’ICE che chiamava a raccolta le startup innovative nell’ambito mobile. Obiettivi di questa gita oltre confine? «Conoscere più persone possibili. L’Italia non è particolarmente collegata al Mondo e avere a che fare con chi si occupa di un determinato settore è praticamente impossibile da Catania».

Repower premia l’innovazione: i sei finalisti si giocano la finale al Premio Gaetano Marzotto

Riutilizzo e sostenibilità dei materiali, stampanti 3D e intelligenza artificiale nella relazione col cliente: Fili Pari, Duedilatte, Krill Design, Indigo, Namu e Userbot sono le sei finaliste candidate al Premio Repower del Premio Gaetano Marzotto che sarà consegnato a Roma il 22 novembre

Al via l’Erasmus per i giovani imprenditori europei

State pensando di avviare una vostra impresa o l’avete costituita da poco? Oppure siete imprenditori di successo alla ricerca di nuovi mercati e idee innovative? Il programma Erasmus per giovani imprenditori potrebbe fare al caso vostro

Viaggio nel mondo Pixel 3

Integrazione totale nell’universo Google. Dimensioni maxi, prezzo maxi. E una fotocamera posteriore rimarchevole. Com’è lo smartphone di Mountain View

Il forno intelligente Brava cuoce con la luce e adatta la temperatura ai cibi

Costa poco meno di mille dollari ed è stato lanciato per il momento solo sul mercato statunitense. Promette di restituire pietanze cotte in maniera uniforme con risparmio notevole di tempo ed energia

Diabete e fake news online: falsi due post su tre. La ricerca di Sanofi

Nella Giornata Mondiale del Diabete la società farmaceutica ha presentato uno studio che testimonia i rischi del web. Ma internet è anche il luogo dell’incontro e i social network possono motivare i pazienti