Cercasi aspiranti imprenditori. SpeedMiUp apre le selezioni

L’incubatore della Bocconi è alla ricerca di 30 soggetti da far crescere all’interno dei propri spazi. Tempo per candidare il proprio progetto fino al 30 aprile

SpeedMiUp intende mettere a disposizione di aspiranti imprenditori e giovani freelance/professionisti gli strumenti necessari per avviare un’impresa, rafforzare la propria attività autonoma e trovare nuovi spazi di collaborazione reciproca.

La presente edizione è finalizzata a selezionare fino ad un massimo di 30 soggetti per facilitare la nascita e lo sviluppo di startup innovative, sostenere lo sviluppo professionale di giovani lavoratori autonomi e rafforzare l’integrazione tra mondo delle imprese e dei freelance.

Questi obiettivi saranno perseguiti attraverso l’offerta di servizi e spazi dedicati messi a disposizione a costo agevolato, per un periodo di durata massima di 2 anni.

Verranno offerti alle persone selezionate diversi servizi, come, ad esempio,

a) il tutoraggio individuale da parte dell’Advisory Board, composto da membri dell’Università Bocconi e della Camera di Commercio competenti nello specifico settore di mercato dell’impresa;

b) il tutoraggio collettivo strutturato sia in lezioni su temi aziendali che in momenti di incontro nei quali i partecipanti saranno chiamati ad esporre i loro problemi e successi;

c) la formazione all’imprenditorialità ed il supporto all’accesso a finanziamenti.

Saranno anche messi a disposizione un pacchetto di servizi ICT per consentire di gestire professionalmente il proprio business e al management di controllare e supportare lo sviluppo dell’impresa, quali una piattaforma informatica di Cooperative Social Networking e un servizio di segreteria virtuale che consente ai neo-imprenditori di offrire ai propri interlocutori (partner, clienti, fornitori) un’interfaccia professionale anche nelle comunicazioni vocali.

Per essere selezionate le idee dovranno essere innovative (in termini di prodotto o di processo produttivo o di vendita o di distribuzione; non è indispensabile che siano innovative sotto l’aspetto tecnologico); solide (l’idea di business deve basarsi su alcuni cardini, che dovranno essere ampiamente ed esaustivamente descritti nel business plan e che ne rendano plausibile un rapido sviluppo); potenzialmente internazionali.

La candidatura dovrà essere fatta online (www.speedmiup.it) presentando un elevator pitch, da caricare in formato video di massimo 3 minuti, un business plan per le startup o un master plan per i freelancer e il curriculum dei partecipanti/soci fondatori.

La selezione dei candidati sarà effettuata dal Comitato di Gestione del Consorzio Speed MI Up sulla base delle caratteristiche e capacità del team/soggetto proponente (esperienza, preparazione dei candidati, capacità di coprire più tipologie di competenze); fattibilità e competitività (business model, tenuta economico finanziaria e redditività); scalabilità (capacità di creare valore aggiunto in termini di internazionalizzazione e ricerca di nuovi mercati) e ricadute del progetto (capacità di creare occupazione anche indotta).

Ci sarà tempo per candidarsi fino alle 12 del 30 aprile 2014. Contate sulla nostra disponibilità per ogni domanda o aiuto nella presentazione della vostra candidatura.

Marco De Paolis – Team Pro Business

[email protected].com

Per restare aggiornato su tutti i bandi in scadenza, segui i Deal di StartupItalia!

Ti potrebbe interessare anche:

Startupper, con SpeedMiUp imparerete a crescere

 

L’isola green che (ancora) non c’è. Il progetto

Un progetto del Seasteading Institute prevede di creare un’isola artificiale eco sostenibile al largo di Tahiti. Si potrà muovere e si doterà di una propria cripto-moneta

Sos ÀP Biblioteca: la campagna di crowdfunding per riportare la cultura in periferia

Su Produzioni dal Basso la call to action per ristrutturare la biblioteca di ÀP – Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti, restituirla agli studenti dell’IIS Enzo Ferrari di Roma e aprirla alla città

È nato lo Smarterware, il contenitore che ti dice quando il cibo sta andando a male

Prodotto dalla startup di Chicago Ovie, questo sistema è un led luminoso che si colora diversamente a seconda del tempo di conservazione di un alimento e può comunicare anche con l’assistente vocale di Amazon Alexa