2 milioni di euro contro il cancro. CellPly ottiene un seed funding

Fondata da Roberto Guerrieri e gestita da Massimo Bocchi, CellPly, startup biotecnologica basata a Bologna, ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni di euro da parte di diversi investitori

Cellply2 milioni di euro. E’ l’ammontare del seed funding ricevuto da CellPly, la startup bolognese specializzata nella diagnostica molecolare. Italian Angels for Growth, Zernike Meta Ventures e Atlante Seed sono i tre principali investitori. Fondata nel 2013 da Roberto Guerrieri, dell’Università di Bologna, è gestita attualmente da Massimo Bocchi, Presidente e CEO.

Operante nel settore delle biotecnologie, Cellply ha sviluppato una piattaforma diagnostica per l’analisi cellulare che permette di verificare in vitro la risposta delle cellule tumorali a determinati farmaci. Perché è così rivoluzionaria? Per due motivi. Prima di tutto, solitamente gli esperimenti sulla risposta delle cellule tumorali vengono fatte direttamente sul soggetto in questione, in secondo luogo, si riescono ad orientare più facilmente le scelte degli oncologi e dei medici, conoscendo già alcune conseguenze di determinate cure.

La cifra ottenuta servirà a terminare la fase di sperimentazione del prototipo e a mettere a disposizione dei medici specialisti delle nuove soluzioni per modellare cure personalizzate sulla base delle caratteristiche specifiche del paziente.

Fonte FinSmes

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.