U-start Conference: nuovi mercati ed investitori internazionali

Ancora pochi giorni per candidarsi tra le 20 migliori startup europee della U-start Conference. L’evento finale si terrà a Milano il 13 e 14 maggio 2014

Posticipate le date:

la scadenza per presentare la domanda è il 14 aprile, mentre l’evento si terrà il 28 aprile.

In vista della U-START CONFERENCE EUROPE del prossimo 17 aprile, U-START è ancora alla ricerca delle migliori 20 startup europee in fase early stage da presentare ad investitori internazionali durante l’evento. Tra le 20 ne verranno selezionate quattro, le quali, insieme alle finaliste delle edizioni tenutesi a São Paulo, a Cape Town e a Mosca, accederanno all’evento principale di Milano, che mette in palio un equity commitment da parte di VC e investitori internazionali.

La U-START CONFERENCE EUROPE, gratuita ed aperta al pubblico, si terrà il 17 Aprile 2014 dalle ore 14 alle ore 18.30, a Lugano. La scadenza ultima per proporre la propria candidatura è il 3 aprile e la si potrà presentare iscrivendosi al seguente link (https://conferenceeurope.u-start.biz/). Basterà caricare un executive summary ed un elevator pitch, che riassumano il modello di business della società. Il modello deve:

a) essere scalabile e in grado di generare reddito,

b) aver già ricevuto un primo round di investimento,

c) essere attualmente in fund raising per un secondo round da 300mila a 1,5 milione di euro (fino a 10 milioni di euro per le aziende tecnologiche).

Nel caso di ammissione, lo svolgimento della competition sarà analogo a quello delle altre U-Start conference: si dovrà presentare in quattro minuti il proprio business model di fronte a una giuria e una platea di investitori europei e internazionali, family office e corporate venture.

Le startup saranno valutate sulla base di quattro principi, quali la fattibilità, la sostenibilità, la scalabilità ed il team. Le migliori parteciperanno, il 13 e 14 maggio, all’evento finale a Milano. Sarà un’opportunità unica per incontrare possibili partner finanziari e strategici, che facilitino l’espansione e la crescita della società. I vincitori avranno la possibilità di usufruire di un desk dedicato a loro nell’area startup, di incontrare personalmente ciascun fondo di investimento e gli investitori presenti alla conferenza. Potranno, inoltre, partecipare a tre giorni di formazione prendendo parte ad un programma intensivo strutturato in diversi argomenti. I principali saranno strutturazione giuridica, go-to-market strategy, processi di internazionalizzazione e leadership, grazie alla collaborazione di partner globali, come StartupBootCamp e Onyx Consulting.

L’obiettivo è quello di “agevolare l’accesso alle startup ai capitali internazionali e di avvicinare gli investitori a nuove tipologie e opportunità di investimento, oltre che a nuovi mercati”, come affermato dal CEO di U-Start, Stefano Guidotti, in perfetto stile U-START, che da tempo, grazie alla piattaforma (www.u-start.biz), agevola il primo contatto tra imprenditori locali e investitori internazionali.

Per qualsiasi informazione o aiuto nell’applicazione potete scrivere, come sempre, a [email protected], qualora invece vogliate avere un riferimento diretto per informazioni generali sulla competition potete rivolgervi alla Dott.ssa Rigamonti, scrivendole all’email: [email protected].

Marco De Paolis – TeamPro Business

[email protected]

Rimani aggiornato su tutti i bandi in scadenza, segui i Deal di StartupItalia!

India Jackson, la ragazza che grazie al crowdfunding andrà alla Nasa a studiare i pianeti

La 32 enne laureata in Fisica (e madre single), vince uno stage alla Nasa, ma non avrebbe potuto sostenere le spese di viaggio e soggiorno. Grazie al popolo del web potrà realizzare il suo sogno: studiare la luminescenza dei pianeti

Goin, l’app dedicata ai millennials per gestire le spese e risparmiare soldi

Facilitare l’accumulo di denaro con funzioni ad hoc e opportunità di investire le cifre messe da parte sono i punti forti dell’applicazione che in Spagna è diventata presto popolare tra i giovani

Penso Parlo Posto, il libro che allena a una comunicazione non ostile

Il nuovo libro di Federico Taddia e Carlotta Cubeddu raccontato dagli autori. “Le parole sono tutto: le parole definiscono chi siamo, le parole ci raccontano agli altri, con le parole possiamo arrivare al centro di noi stessi, con le parole impariamo a pensare. Ma non siamo più abituati a usarle”

Formaggi vegani: dal tofu al fermentino di Daniela Cicioni

Per legge non possono essere chiamati formaggi se non hanno del latte di origine animale, ma quelli vegani sono ormai prodotti così raffinati da poter competere ad armi pari, muffe comprese. Ci spiega perché Daniela Cicioni

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.