ReStartApp: creatività e tradizione. 50 mila euro per i giovani

Tempo fino al 30 aprile per mandare la candidatura al campus estivo ReStartApp. Obiettivo: valorizzare spazi e risorse del territorio appenninico italiano

Ritornare a un modello economico incentrato su sostenibilità, innovazione e tradizione, realizzando il fattivo incontro tra lo spirito creativo dei giovani e l’immenso patrimonio di risorse e spazi non adeguatamente valorizzati del territorio appenninico italiano, è l’obiettivo del bando per partecipare al campus “RESTARTAPP”.

Il Campus, organizzato dalla Fondazione Edoardo Garrone nell’ambito del “Progetto Appennino”, vede la collaborazione, in qualità di partner, della Fondazione Symbola, dell’Università della Montagna, dell’Associazione Italiana Alberghi Diffusi, di UniCredit, della Fondazione CIMA e del GAL genovese e il patrocinio della Regione Piemonte, della Regione Liguria e del Comune di Grondona. Avrà una durata di 12 settimane, dal 7 giugno al 27 settembre 2014, a Grondona (AL), con una pausa intermedia dal 3 al 31 agosto.

RESTARTAPP, nello specifico, vuole fornire conoscenze specialistiche di avvio e gestione di un’impresa, in ambito rurale e montano, aggiornare e formare profili dotati di specifiche competenze e capacità nell’ambito dei settori produttivi rurali e di montagna, favorire l’incontro con mentori, professionisti e imprenditori dei settori produttivi rurali e di montagna e lo scambio di buone pratiche.

Il Campus ospiterà sino a un massimo di 15 partecipanti, sarà condotto interamente in lingua italiana e presenterà una formula di quattro modalità (tra loro interconnesse): il laboratorio, la fase didattica, il tirocinio (learn by doing) e le testimonianze.

La Fondazione Edoardo Garrone metterà gratuitamente a disposizione dei partecipanti le camere di un agriturismo, con cucina in condivisione e tutte le attività inerenti lo sviluppo dell’idea di business dei candidati, che dovrà riguardare i seguenti settori: agricoltura, allevamento e agroalimentare; turismo e cultura; ambiente e cura del territorio; trattamento del legname e delle risorse boschive; caccia, pesca e prodotti derivati; artigianato e design.

I candidati (singoli o in team) non devono avere più di 35 anni e la loro idea deve rispondere ai criteri di fattibilità, sostenibilità economica, scalabilità e/o replicabilità, innovazione, requisiti che saranno anche i successivi criteri di valutazione.

Per partecipare basta compilare la domanda, la scheda di presentazione dell’idea di impresa, il curriculum vitae e spedire via PEC la scansione di tutti i documenti a [email protected], oppure, se non si è in possesso di una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo [email protected]. Si potrà allegare anche un business plan e un video di presentazione dell’idea imprenditoriale. Il termine ultimo di invio è il 30 aprile alle ore 13. Dopo un primo esame formale delle domande, ne verrà valutato il merito tecnico e, in base a ciò, verranno selezionati i candidati, che potranno partecipare ai colloqui motivazionali dal 5 al 16 maggio 2014.

Il bando prevede anche l’assegnazione di tre premi alle migliore idee elaborate all’interno del Campus: al 1° classificato andranno 30.000 euro, al 2° classificato 20.000, al 3° classificato 10.000. Inoltre, sono previste altre forme di incentivo messe a disposizione dai Partner di ReStartApp e i partecipanti potranno beneficiare della consulenza a distanza del business coach e dei consulenti del Laboratorio.

Per ogni informazione e per ogni quesito circa l’idoneità della vostra domanda potete scrivere a [email protected].

Marco De Paolis – Team Pro Business

Chi è Pony Ma, CEO di Tencent e uomo più ricco di Cina

Dalle umili origini sull’isola di Hainan alla passione per l’astronomia, dagli studi a Shenzen alla creazione dell’impero con cui ha conquistato il digitale del Dragone. Il ritratto dell’uomo a capo del colosso tech capace di superare Facebook

Mastercard vuole “Accelerate” le startup fintech

Nuovo programma per spingere la crescita industriale delle giovani aziende del settore e le bache digitali. Già trenta quelle supportate dal colosso dei pagamenti

Le cinque startup finaliste di InnoVits Gymnasium si presentano alla serata finale

Siamo arrivati al punto cruciale di un percorso di accelerazione che nasce dall’interazione reciproca di founder, manager, semplici curiosi di innovazione, che si scambiano idee e feedback l’un l’altro, in libertà e rispetto