Pick1 convince New York e ottiene un finanziamento

Dopo l’accordo di partnership con SurveyMonkey, Pick1 di Paolo Privitera fa ancora parlare di sè. Ha appena chiuso un finanziamento con un venture capital newyorkese

“I am thrilled to announce we just closed a great bridge funding today for Pick1“. E’ Paolo Privitera, founder e CEO della startup che annuncia che un importante fondo di venture capital di New York ha investito nel suo progetto. Il finanziamento è ancora undisclosed e servirà a Pick1 per crescere e scalare. Avevamo parlato l’ultima volta con Paolo a seguito della sigla dell‘accordo di partnership con SurveyMonkey e ci aveva raccontato proprio l’intenzione di aprire una nuova sede a New York a breve, oltre quelle di San Francisco, Santiago e Roma, già attualmente operanti. E’ l’analisi sociale sui questionari il suo settore: “Solitamente le aziende non sanno nulla degli utenti che rispondono ai questionari, noi diamo la possibilità di capire chi sono. Abbiamo ben 200 data points” ci aveva spiegato Paolo.

Adesso che il round è chiuso, è ora di una bella vacanza. Dopo 15 ore di lavoro al giorno, “I booked a last minute flight to Sydney for one week vacation” racconta entusiasta Paolo sul suo profilo Facebook.

Un breve meritato riposo, che precedono un bel periodo florido per il team di Pick1.

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.