EnLabs alla ricerca di 6 startup da accelerare

Aperta la call di Luiss EnLabs, l’acceleratore romano che in 5 mesi aiuta i team a creare startup. C’è tempo fino al 15 maggio per mandare la propria candidatura

enlabs

Sono aperte le nuove selezioni per far parte del programma di accelerazione che si svolgerà presso Luiss EnLabs.

Se pensate di avere un’idea davvero dirompente e volete diventare gli imprenditori del futuro, se volete vivere una coinvolgente esperienza insieme ad altri startupper, assistiti da professionisti, EnLabs tenta di rispondervi.

Fra le candidature presentate entro il 15 maggio 2014 ne saranno selezionate sei, che inizieranno a giugno un percorso di 5 mesi per accelerare il loro processo di costituzione.

Potete mandare l’application tramite il modulo web che trovate al seguente indirizzo: http://www.luissenlabs.com/program/application/form.html. Si dovrà caricare un video di presentazione di sette minuti, una sintesi del progetto, una descrizione del prodotto e/o dell’idea.

Importante è evidenziare quale problema intendiate risolvere, le modalità e l’unicità del prodotto/progetto. Il modello di business deve includere un’analisi del mercato potenziale, sottolineando il business che si può ricavare dall’idea, della squadra, di cui dovranno emergere le abilità di ciascuno, e dei concorrenti.

Una volta che la startup sarà selezionata inizierà il lavoro “duro” vero e proprio. Infatti, EnLabs richiede la massima determinazione e per far questo offre un costante monitoraggio dell’attività e un servizio di problem solving tempestivo.

La rete di network delle 6 startup verrà incrementata in maniera capillare grazie anche alla possibilità di incontrare persone nuove, di apprendere nuovi metodi di approccio e lavoro e di confrontarsi con imprenditori di grande esperienza e nuovi investitori.

Il programma prevede tre fasi principali: una fase di “preparazione”, nella quale i potenziali imprenditori saranno tenuti ad imparare a gestire le loro startup e adattare la loro soluzione ai clienti. Nella seconda fase di “accelerazione” si studierà come proporre il prodotto sul mercato e nell’ultima fase dovranno produrre “reddito” e prepararsi per il round successivo di investimenti.

Marco De Paolis – Team Pro Business

India Jackson, la ragazza che grazie al crowdfunding andrà alla Nasa a studiare i pianeti

La 32 enne laureata in Fisica (e madre single), vince uno stage alla Nasa, ma non avrebbe potuto sostenere le spese di viaggio e soggiorno. Grazie al popolo del web potrà realizzare il suo sogno: studiare la luminescenza dei pianeti

Goin, l’app dedicata ai millennials per gestire le spese e risparmiare soldi

Facilitare l’accumulo di denaro con funzioni ad hoc e opportunità di investire le cifre messe da parte sono i punti forti dell’applicazione che in Spagna è diventata presto popolare tra i giovani

Penso Parlo Posto, il libro che allena a una comunicazione non ostile

Il nuovo libro di Federico Taddia e Carlotta Cubeddu raccontato dagli autori. “Le parole sono tutto: le parole definiscono chi siamo, le parole ci raccontano agli altri, con le parole possiamo arrivare al centro di noi stessi, con le parole impariamo a pensare. Ma non siamo più abituati a usarle”

Formaggi vegani: dal tofu al fermentino di Daniela Cicioni

Per legge non possono essere chiamati formaggi se non hanno del latte di origine animale, ma quelli vegani sono ormai prodotti così raffinati da poter competere ad armi pari, muffe comprese. Ci spiega perché Daniela Cicioni

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.