Una rete europea di startup: il bando di Startup Europe Partnership

Internazionalizzazione e contatti con investitori e fondi di venture capital: alcuni vantaggi di candidare la propria startup sulla piattaforma della Startup Europe Partnership. Ecco i dettagli

Startup Europe Partnership (SEP) è un’iniziativa con l’Unione Europea mira a rafforzare il Vecchio Continente come zona di crescita e sviluppo attraverso le startup, alle quali vuole fornire agevolazioni per reperire i finanziamenti, con cui possono innovare e creare occupazione.

Startup Europe Partnership si presenta come una piattaforma dedicata alla crescita delle startup a livello dell’Unione Europea, nella cui coordinamento sono coinvolte l’italo-americana Mind The Bridge e la fondazione per l’innovazione inglese Nesta. Tra i sostenitori Startup Europe Partnership annovera, invece, lo European Investment Bank Group, la Cambridge University, la IE Business School e l’università tedesca HIIG Berlin e molte altre Istituzioni.

La missione di Startup Europe Partnership sarà lanciare le startup a livello internazionale, aiutandole a scalare, a raggiungere gli obiettivi prefissati e aprendo la possibilità di diventare le prossime aziende guida dell’industria hi-tech globale. A tal fine, si organizzeranno matching con le maggiori multinazionali interessate ad azioni di scouting, procurement e seed investment.

Entrare a far parte di Startup Europe Partnership ed ottenere lo specifico badge attribuisce alle startup una garanzia di qualità e affidabilità ampliando la possibilità di attirare l’attenzione di investitori e fondi di venture capital.

Per candidarsi, la procedura è molto semplice: basta collegarsi al sito (http://startupeuropepartnership.eu/startup-application-form/) e completare l’application form.

Per maggiori dettagli su Startup Europe Partnership potete inviare un’email a [email protected].

Marco De Paolis

 

Due italiani tra i migliori 11 al mondo secondo Nature

Silvia Marchesan e Giorgio Vacchiano sono tra gli undici ricercatori emergenti che “stanno lasciando il segno e hanno il mondo ai loro piedi”. Afferma la prestigiosa rivista scientifica Nature

Trapiantati sterno e costole in 3D. Prima volta in Italia

Operazione record presso l’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna. Un impianto in lega di titanio stampato in 3D è stato sostituito allo sterno. Un successo per la medicina italiana