H-Farm alla ricerca di startup per la valorizzazione del Made in Italy

Tempo fino al 15 luglio per candidarsi ad H-Camp, il programma di accelerazione che durerà 3 mesi. Verranno selezionati 10 team a cui verranno forniti 50 mila euro di servizi

È stata aperta pochi giorni fa la call per la selezione dei progetti, che parteciperanno alla quarta edizione di H-CAMP, il programma di accelerazione per startup di H-FARM.

I progetti dovranno puntare sulla valorizzazione del made in Italy (Fashion, Design, Food & Wine, Tourism, Home Automation & Wellness), sfruttando le opportunità, che, per questi settori tradizionali, possono essere ottenute attraverso il digitale o, in ogni caso, sulla realizzazione di un’idea dal forte impatto innovativo.

Possono iscriversi imprenditori o team, di cui almeno un componente sia uno sviluppatore. Ci sarà tempo fino al 15 luglio per candidarsi al seguente link: https://www.f6s.com/h-campfall2014#/apply.

I 10 team selezionati avranno l’opportunità di vivere 3 mesi nel campus di H-FARM e cogliere l’occasione di entrare in contatto con un ambiente popolato da persone brillanti, che credono e investono nel proprio futuro.

Potranno, altresì, usufruire di vari servizi, tra i quali attività di mentoring, networking (H-FARM è membro del Global Accelerator Network), vitto e alloggio, spazi di lavoro, eventi ad hoc, servizi tecnici e professionali, per un valore complessivo superiore a 50.000 €. A questo potrà essere aggiunto un primo investimento fino a 15.000 € in cash.

Al termine del periodo dell’H-CAMP, H-FARM e il proprio network di investitori e business angel potrà valutare la possibilità di procedere con un ulteriore investimento nel progetto. H-CAMP rappresenta una grandissima opportunità per tutti gli startupper di poter concretizzare il loro progetto imprenditoriale.

Se pensate, quindi, che la vostra idea sia rivoluzionaria e siete determinati nel realizzarla, affrettatevi a iscrivervi a questa call di H-FARM.

 

Marco De Paolis

 

Fintech italiano 2019: l’anno da incorniciare tra round, exit e IPO

Una nuova barca di soldi nel fintech britannico, ma anche nel nostro Paese il 2019 per le startup della finanza tecnologica è iniziato con il migliore degli auspici. Ripercorriamo tutti gli eventi più importanti dell’anno in corso.

Huawei contro il resto del mondo: a che punto siamo?

La faccenda sembra complicata, ma in realtà è molto semplice. La questione è sempre stata puramente economica: e tutti restano in attesa, guardinghi, di scoprire come finirà. E la Cina non starà certo a guardare

Food trend, siete pronti per i cocktail alla carne?

Per chi non si accontenta di mangiarla, la bistecca finisce anche nel bicchiere. Ecco l’ultima tendenza della mixology nata sui tavoli americani e approdata nello storico ristorante monzese Bove Lover

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.