Arduino si fa la sua stampante 3D: open e low cost. Ecco Materia 101

La macchina verrà presentata in questi giorni alla Maker Faire Rome per poi conquistare fablab, scuole e spazi collettivi.

Una stampante 3D low cost, completamente open source e in grado di conquistare fablab, scuole e spazi collettivi. Si chiama Materia 101 ed è stata progettata e disegnata in Italia grazie alla collaborazione tra due eccellenze dell’innovazione: Arduino e Sharebot.

La macchina di precisione verrà presentata questi giorni durante la Maker Faire Rome e sarà disponibile sia in versione pre-assemblata (costo: 700 €) che in quella da assemblare (costo inferiore ai 600 €).  Materia 101 ha come obiettivo quello di semplificare la vita di tutti giorni proponendosi, inoltre, come guida nel mondo della stampa 3d e della prototipazione rapida. Grazie alle sue elevate prestazioni si potranno produrre, senza troppe difficoltà, oggetti comuni a basso costo, come le copie di pezzi di ricambio di elettrodomestici, o realizzare vere e proprie creazioni di design, sviluppate a partire dalla progettazione cad.

Materia 101_7

Caratteristiche tecniche

Tecnologia di stampa: Fused Filament Fabrication
Volume di stampante mono estrusore: 140 x 100 x 100 mm +/- 5mm
Risoluzione di posizionamento teorica X e Y: 0,06 mm
Risoluzione di posizionamento Z: 0,0025 mm
Diametro foro di estrusione: 0, 35 mm
Diametro filamento da estrudere: 1,75 mm
Temperature ottimali di estrusione PLA: 200-230°
Filamenti di stampa testati e supportati: PLA
Filamenti di stampa sperimentali: Cristal Flex, PLA Termosense, Poliuretano Termoplastico (TPU), PET, PLA Sand, PLA Flex
Dimensioni esterne: 310 x 330 x 350 mm
Peso: 10 kg
Consumo: 65 watt
Scheda elettronica compatibile Arduino Mega 2560 con Firmware Open Source Marlin
Schermo LCD da 20 x 4 con navigazione menù a encoder
Presetting valori di stampa per PLA
Blocco estrusore con regolazione pressione su filamento

Materia 101_3

Sharebot ha annunciato che metterà a disposizione, in licenza aperta, ogni singola parte della macchina, compresi i disegni tecnici di estrusore, le componenti meccaniche e il firmware customizzato del Marlin. Lo Studio ToDo ha curato, infine, la visual identity di Materia 101 scegliendo l’essenzialità e il colore bianco come linee guida per suggerirne facilità di utilizzo ed eleganza.

Fintech italiano 2019: l’anno da incorniciare tra round, exit e IPO

Una nuova barca di soldi nel fintech britannico, ma anche nel nostro Paese il 2019 per le startup della finanza tecnologica è iniziato con il migliore degli auspici. Ripercorriamo tutti gli eventi più importanti dell’anno in corso.

Huawei contro il resto del mondo: a che punto siamo?

La faccenda sembra complicata, ma in realtà è molto semplice. La questione è sempre stata puramente economica: e tutti restano in attesa, guardinghi, di scoprire come finirà. E la Cina non starà certo a guardare

Food trend, siete pronti per i cocktail alla carne?

Per chi non si accontenta di mangiarla, la bistecca finisce anche nel bicchiere. Ecco l’ultima tendenza della mixology nata sui tavoli americani e approdata nello storico ristorante monzese Bove Lover

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.