Arduino si fa la sua stampante 3D: open e low cost. Ecco Materia 101

La macchina verrà presentata in questi giorni alla Maker Faire Rome per poi conquistare fablab, scuole e spazi collettivi.

Una stampante 3D low cost, completamente open source e in grado di conquistare fablab, scuole e spazi collettivi. Si chiama Materia 101 ed è stata progettata e disegnata in Italia grazie alla collaborazione tra due eccellenze dell’innovazione: Arduino e Sharebot.

La macchina di precisione verrà presentata questi giorni durante la Maker Faire Rome e sarà disponibile sia in versione pre-assemblata (costo: 700 €) che in quella da assemblare (costo inferiore ai 600 €).  Materia 101 ha come obiettivo quello di semplificare la vita di tutti giorni proponendosi, inoltre, come guida nel mondo della stampa 3d e della prototipazione rapida. Grazie alle sue elevate prestazioni si potranno produrre, senza troppe difficoltà, oggetti comuni a basso costo, come le copie di pezzi di ricambio di elettrodomestici, o realizzare vere e proprie creazioni di design, sviluppate a partire dalla progettazione cad.

Materia 101_7

Caratteristiche tecniche

Tecnologia di stampa: Fused Filament Fabrication
Volume di stampante mono estrusore: 140 x 100 x 100 mm +/- 5mm
Risoluzione di posizionamento teorica X e Y: 0,06 mm
Risoluzione di posizionamento Z: 0,0025 mm
Diametro foro di estrusione: 0, 35 mm
Diametro filamento da estrudere: 1,75 mm
Temperature ottimali di estrusione PLA: 200-230°
Filamenti di stampa testati e supportati: PLA
Filamenti di stampa sperimentali: Cristal Flex, PLA Termosense, Poliuretano Termoplastico (TPU), PET, PLA Sand, PLA Flex
Dimensioni esterne: 310 x 330 x 350 mm
Peso: 10 kg
Consumo: 65 watt
Scheda elettronica compatibile Arduino Mega 2560 con Firmware Open Source Marlin
Schermo LCD da 20 x 4 con navigazione menù a encoder
Presetting valori di stampa per PLA
Blocco estrusore con regolazione pressione su filamento

Materia 101_3

Sharebot ha annunciato che metterà a disposizione, in licenza aperta, ogni singola parte della macchina, compresi i disegni tecnici di estrusore, le componenti meccaniche e il firmware customizzato del Marlin. Lo Studio ToDo ha curato, infine, la visual identity di Materia 101 scegliendo l’essenzialità e il colore bianco come linee guida per suggerirne facilità di utilizzo ed eleganza.

Così il Vietnam sta diventando il nuovo colosso del tech mondiale

Economia in crescita, popolazione giovanissima, aumento della domanda interna e dei consumi, rientro dei talenti dall’estero, incentivi alle startup, investimenti stranieri. Ecco come Ho Chi Minh City sta diventando un nuovo grande hub tecnologico

“L’Amaca” di Michele Serra | Se è dagli istituti tecnici che nascono i progetti del domani

Per rispondere alla provocazione di Michele Serra sulla differenza tra liceo e istituto ricordiamo qui i ragazzi che hanno inventato robot sommelier, quelli che stanno realizzando la prima barca a vela al mondo con la stampa 3D, e quelli che sperimentano modelli di casa domotica. Provengono tutti dagli istituti tecnici