Un milione di euro a chi fa startup a Bolzano (qui come partecipare)

La Provincia di Bolzano lancia il Bando 2014 a favore della capitalizzazione di nuove imprese o di imprese innovative da costituire

NEWS_BLS_RGB-ZusatzBolzano, 13 ottobre 2014 – L’intenso programma di agevolazioni alle startup  promosso dalla Giunta Provinciale di Bolzano si arricchisce di una nuova importante iniziativa a sostegno dell’economia altoatesina: si tratta del Bando 2014 a favore della capitalizzazione di nuove imprese o di imprese innovative da costituirenato per agevolare tutte quelle realtà che presentano un elevato contenuto tecnologico e creano valore aggiunto per il territorio. Green Region d’Italia e ponte strategico tra l’Italia e l’Europa, L’Alto Adige  rappresenta un ecosistema ideale per la crescita delle imprese innovative, grazie ad incentivi e alla presenza di un network fondato su ricerca, sviluppo, servizi e infrastrutture efficienti, elementi che garantiscono un supporto unico e costante a imprenditori provenienti da tutto il territorio nazionale.


L’entità del finanziamento testimonia questa vocazione. La Provincia ha, infatti, stanziato 1 milione di euro:  le startup costituite sotto forma di società di capitali che presentino un business plan adeguato potranno ricevere contributi compresi tra i 50mila e i 200mila euro, con l’aiuto che deve essere pari al capitale versato dai soci nell’impresa.

Il bando è indirizzato alle piccole aziende con meno di tre anni di vita, oppure ai ricercatori che intendono costituire un’impresa in forma di società di capitali entro un periodo di tre mesi. Quali indicatori del livello di innovazione vengono presi in esame, oltre all’idea imprenditoriale in sé, le spese di ricerca e sviluppo sul fatturato e la presenza di personale altamente qualificato. Per il personale, in particolare, sono previsti ulteriori incentivi: le imprese che assumono personale altamente qualificato (laureati o ricercatori) potranno infatti contare su un aiuto finanziario della Provincia nei primi 2 anni pari al 50% del costo del personale. Oltre al fatto che l’attività deve essere insediata sul territorio altoatesino, un requisito necessario è infine rappresentato dalla presenza di un Business Angel o di un Venture Capitalist.

“La presenza di un Business Angel” – sottolinea il direttore della Ripartizione Innovazione della Provincia Autonoma di Bolzano Maurizio Bergamini Riccobon – “fornisce assistenza al management della neonata impresa. Gli studi dimostrano che le aziende che presentano questa figura nella propria compagine sociale si sono sviluppate con ritmi di crescita molto superiori alla media”.

“L’Alto Adige sostiene tutte quelle realtà in  grado di creare un valore aggiunto per il territorio ed affini al territorio stesso” – commenta Ulrich Stofner, Direttore BLS, Business Location Südtirol – Alto Adige – “In particolare ci sembra importante supportare gli spinoff e le giovani startup, futuro del nostro Paese: scegliere  Bolzano per insediare la propria impresa significa scegliere un territorio dinamico e competitivo, che offre alle proprie aziende un contesto ideale per crescere all’insegna della sostenibilità, dell’efficienza e dell’innovazione”.

Le domande per accedere al bando dovranno essere presentate entro il 23 dicembre prossimo, i dettagli dell’iniziativa sono disponibili sulla Rete Civica all’indirizzo www.provincia.bz.it/innovazione.

Fintech italiano 2019: l’anno da incorniciare tra round, exit e IPO

Una nuova barca di soldi nel fintech britannico, ma anche nel nostro Paese il 2019 per le startup della finanza tecnologica è iniziato con il migliore degli auspici. Ripercorriamo tutti gli eventi più importanti dell’anno in corso.

Un drago virtuale sorvola uno stadio in Corea del Sud grazie al 5G. Video

Lo scorso 23 marzo l’ologramma di un essere alato ha lasciato a bocca aperta il pubblico coreano con una performance di realtà aumentata resa possibile dalla connessione ad altissima velocità

Food trend, siete pronti per i cocktail alla carne?

Per chi non si accontenta di mangiarla, la bistecca finisce anche nel bicchiere. Ecco l’ultima tendenza della mixology nata sui tavoli americani e approdata nello storico ristorante monzese Bove Lover

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.