Qurami, l’app tagliacode in altri 2 ospedali romani

Anche negli Istituti Regina Elena e San Gallicano di Roma attiva l’innovativa soluzione che consente di prendere il numeretto per l’accettazione con smartphone o tablet

Anche negli Istituti Regina Elena e San Gallicano a Roma è attiva l’app Qurami. Una innovativa soluzione tecnologica che consente di prendere il numeretto per l’accettazione, tramite smartphone o tablet, conoscere in tempo reale il numero esatto di persone davanti a sé e il tempo di attesa stimato e ricevere una notifica all’avvicinarsi del proprio turno. Tutto con un’applicazione semplice e gratuita. 

qurami

Il tempo dell’attesa può essere utilizzato per un caffè o una breve passeggiata all’aria aperta. Grazie a Qurami,  si abbattono al massimo i minuti di attesa e si migliora l’utilizzo del tempo all’interno del percorso di cura.

«Il numeretto elettronico che si strappa dal proprio smartphone tramite l’applicazione  – spiega Gianluca Ferrara, Responsabile dei Sistemi Informativi IFO, Istituti Fisioterapici Ospitalieri – è del tutto equivalente al biglietto cartaceo che si prende sul posto. In questo modo si può decidere quando partire da casa per venire in ospedale e risparmiare tempo, ottimizzare gli impegni e facilitare gli spostamenti urbani».

Qurami

«Sono molto soddisfatto di questa iniziativa – ha sottolineato Valerio Fabio Alberti, Commissario Straordinario degli IFO – alleviare paziente e famigliari con una semplice soluzione tecnologica è senza dubbio un aspetto molto importante per garantire e migliorare la qualità del servizio alla persona».

QURAMI

Di Qurami abbiamo parlato QUI, QUI,  QUIQUI,  e anche QUI.

Visa for Venezia: come i pagamenti elettronici sosterranno il futuro della città lagunare

Una partnership unica per supportare la trasformazione digitale in città e preservare il suo futuro. Tutti potranno offrire un contributo, cittadini e turisti: anche solo pagando elettronicamente nei negozi

Maturità 2019, i consigli di Luca Serianni per superare l’esame

Tempo di maturità per migliaia di studenti. Manca pochissimo all’inizio della prima prova scritta, quella di italiano, prevista per il 19 giugno. A StartupItalia interviene il professore Luca Serianni, a capo della task force del Miur preposta per la modifica della maturità.

Sapienza e CNR realizzano la più grande macchina di calcolo basata sulla luce

Si chiama Ising la tecnologia che ha realizzato la più grande macchina di calcolo basata sulla luce per la risoluzione di problemi complessi. Lo studio tutto italiano, è stato condotto dal team di ricerca del Dipartimento di fisica della Sapienza e dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr