Italian Angels for Growth “adotta” le startup dell’incubatore torinese 2i3T

Partnership tra l’associazione di business angel e la società per la gestione dell’Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Torino

Italian Angels for Growth (IAG), la più grande associazione italiana di business angel attiva dal 2007 nello sviluppo di nuove realtà imprenditoriali, e 2i3T, società per la gestione dell’Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Torino, hanno annunciato la loro partnership per sostenere lo sviluppo di progetti e startup ad alto potenziale di crescita.

Italian Angels for Growth

In base all’accordo, Italian Angels for Growth (IAG) e 2i3T diventano soci per sostenere la crescita dei progetti early stage e delle startup innovative selezionate dall’incubatore attraverso un affiancamento in cui

– I soci Italian Angels for Growth (IAG) mettono a disposizione il proprio know-how, in particolare attraverso attività di tutoring e di mentoring, per sostenere lo sviluppo delle realtà imprenditoriali.
L’Incubatore 2i3T può valorizzare la conoscenza del proprio bacino di progetti e startup, offrendo a chi si trova in fase più avanzata l’opportunità di essere selezionato per la fase di screening dell’Associazione e di poter accedere ad un eventuale conferimento di capitali da parte degli angels.

Grazie a questa partnership entrambe le realtà combinano le loro forze per valorizzare sempre più in chiave economica i risultati della ricerca svolta in ambito accademico promuovendo e sostenendo la creazione di nuove imprese ad alto contenuto di conoscenza.

I soci Italian Angels for Growth (IAG), più di 120, sono imprenditori, manager, professionisti e esperti di finanza che ad oggi hanno investito, anche con il contributo di altri operatori, 22,5 milioni di euro in 28 imprese innovative, eccellenze della ricerca e dello sviluppo tecnologico.

2i3T – Società per la gestione dell’Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Torino, nata nel 2007, svolge un’intensa attività di scouting che ha portato alla creazione di 40 nuove aziende science based nel settore della salute (44%), energia ed ambiente (18%), agro-alimentare (18%) digitale (12%) Innovazione Sociale (6%), generando oltre 150 posti di lavoro ad alto contenuto di conoscenza.slider-620-265-mbc1-620x265

«Si tratta di un accordo che promuove lo sviluppo delle startup e dei progetti gestiti dall’incubatore 2i3T – ha dichiarato Maria Cristina Fenoglio Gaddò, socio Italian Angels for Growth (IAG) e referente per l’incubatore – grazie a questa partnership le competenze imprenditoriali degli angels si affiancheranno alle competenze scientifiche delle startup e dei progetti early stage sostenendone la crescita».

Giuseppe Serrao, direttore di 2i3T, ha aggiunto: «Siamo sicuri che questo accordo sarà un ulteriore elemento di accelerazione per le nostre startup ad alto potenziale. La partnership con Italian Angels for Growth (IAG) consolida la nostra strategia di diventare un hub di riferimento sul territorio per i diversi stakeholder, sia per coloro che siano interessati ad avviare nuovi progetti che per gli attori che siano interessati a sostenerli e finanziarli, con l’obiettivo comune dello sviluppo del nostro sistema economico ed imprenditoriale».

UXGO: la startup che crea un sito web a partire da un mazzo di carte

UXGO è un’azienda che spinge sull’innovazione in un settore considerato tutto sommato senza idee particolari, rivoluzionando il workflow del web designer e del front-end developer e favorendo un dialogo con il cliente per la costruzione di un sito con meno dispendio di tempo e denaro. 

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.