A Natale il regalo con la colletta online (e sicura) di Growish

Oltre 3 milioni di italiani hanno partecipato a una raccolta di soldi in gruppo per acquistare un regalo di Natale, coinvolgendo da 2 a 4 persone (75%).  Secondo un’indagine realizzata a giugno 2014 dall’Istituto di Ricerca Iterion per Growish, piattaforma per raccogliere denaro tra amici sul web e acquistare un regalo di gruppo, tramite il… Read more »

Oltre 3 milioni di italiani hanno partecipato a una raccolta di soldi in gruppo per acquistare un regalo di Natale, coinvolgendo da 2 a 4 persone (75%).  Secondo un’indagine realizzata a giugno 2014 dall’Istituto di Ricerca Iterion per Growish, piattaforma per raccogliere denaro tra amici sul web e acquistare un regalo di gruppo, tramite il metodo della colletta online. Intervistando un campione rappresentativo di italiani pari a circa 25 milioni di persone tra i 20 e i 50 anni, è emerso che l’84,7% degli italiani ha partecipato ad almeno una colletta negli ultimi 12 mesi (di cui il 52,3% donne e il 47,7% uomini).

growish

La tipologia dei regali di Natale acquistati con i soldi raccolti è rappresentata da oltre 25 categorie fra cui settore fashion (36,4%) cofanetti e giftcard (20,4%), libri (15,9%).

Ma la colletta tradizionale non è sempre efficace e priva di stress: infatti il 36,7% degli italiani ha dichiarato di aver avuto problemi per il mancato versamento della quota concordata da parte degli altri partecipanti  e addirittura 2 italiani su 3 (68,9%) hanno lamentato ritardi nel pagamento.Il 76,6% degli italiani dichiara di essere indeciso sul regalo da comprare.

Per risolvere questo problema, oggi c’è Growish, la colletta online semplice e sicura che permette ad amici, parenti e colleghi (che vivono in città, regioni e nazioni diverse) di condividere la spesa di un regalo, versando ognuno la propria quota con un semplice click e in maniera sicura, grazie alla piattaforma tecnologica e di pagamento sviluppata da Growish.

Il video di Growish

Se Trump è alla Casa Bianca non è merito delle bufale sul web, dice questo studio di Stanford

Secondo una ricerca condotta da due economisti della Stanford University e della New York University, le bufale condivise sui social nel periodo pre-elettorale non sono state decisive nell’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca: le persone nemmeno le ricordavano

UberEats si espande su Milano, nuove zone servite da Città Studi a NoLo

A due mesi dal lancio il food delivery di Uber amplia l’area coperta e i confini della consegna a domicilio dei piatti dei migliori ristoranti e locali milanesi. Il servizio si lancia oltre l’area della Circolare esterna, arrivando così a includere quartieri come Città Studi, San Siro, Portello, NoLo e la Maggiolina

Intesa Sanpaolo e Federico II creano un hub per fare open innovation al Sud

Il progetto del Gruppo Intesa, all’interno del Campus che ospita la iOs Academy di Apple, vuole creare sinergie tra l’Università e imprese. Due gli obiettivi principali del nuovo polo: ridurre la disoccupazione e fermare la fuga dei cervelli