Talent Garden anche in Lituania, apre TAG Kaunas (ospiterà 50 talenti)

E’ il primo coworking space della rete al di fuori del territorio italiano

470 metri quadri per oltre 50 talenti dell’innovazione: apre ufficialmente le porte TAG Kaunas, il primo coworking space della rete Talent Garden al di fuori del territorio italiano. L’inaugurazione, che si terrà il 17 gennaio 2015 presso 59 Laisvės alėja, sarà il momento di incontro per tutti gli innovatori e gli investitori della Lituania.
Talent Garden è fra le 10 migliori startup del 2014 secondo l’ebook pubblicato da Startupitalia. QUI per scaricarlo gratis.

Talent Garden

la sede di Talent Garden in Lituania, a Kaunas

Talent Garden, nato a Brescia nel 2011, come spazio di aggregazione per giovani talenti del digitale, è cresciuto in tre anni fino a raggiungere le attuali 8 sedi italiane e le 2 estere annunciate, Lituania e Lussemburgo. Un modello di coworking che funziona, aggregando oltre 500 innovatori è diventato sempre più un punto di riferimento per il mondo del digitale anche a livello internazionale.

TAG Kaunas nasce dalla voglia di Arthur Bulota, cofondatore dell’agenzia di advertising Advision, di portare il modello di Talent Garden nella propria città e riuscire così a creare un ecosistema dell’innovazione nella seconda città lituana. La Lituania, da poco entrata anche nell’Area Euro, è un paese all’avanguardia nel mondo del digitale, primo nei Baltici nel settore ICT. Con 12 istituti di ricerca sul territorio, 17 300 ricercatori e una spesa di 0.92% del PIL in Ricerca e Sviluppo, la Lituania si presenta come uno snodo fondamentale per la rete di coworking del digitale più grande d’Europa.

Lo spazio Talent Garden a Kaunas offre agli innovatori locali un’area di coworking, uffici privati, due sale riunioni, aree relax con Xbox, TV e biliardino e una bella vista della principale via della città.

«E’ un momento molto importante per la storia di Talent Garden. Quando eravamo partiti avevamo pensato di creare un posto per i talenti locali, di Brescia, per arricchire in qualche modo il territorio. Adesso, a distanza di 3 anni, sono veramente felice che questo modello territoriale sia diventato internazionale, senza perdere le sue caratteristiche iniziali di aggregazione per far crescere i migliori innovatori in un piccolo-grande ecosistema» ha detto Davide Dattoli, Amministratore Delegato e cofondatore di Talent Garden.

«Tutti coloro che hanno provato la vita da freelance concorderanno che il vero problema è trovare la motivazione: lavorare da casa ti porta ad essere più pigro ed è davvero difficile riuscire a capire il livello di produttività. Una persona ha bisogno di discutere, sentire nuove opinioni e ha anche la necessità e il dovere di distrarsi un po’. Uno degli scopi di TAG Kaunas è creare un ecosistema dell’innovazione digitale, unendo tutti i visionari e i creativi sotto lo stesso tetto» ha aggaiunto Arthur Bulota, cofondatore Talent Garden Kaunas.

Talent Garden

Talent Garden è un coWorking campus, un network di innovatori del settore digitale in cui trovano gli strumenti per trasformare le loro realtà. Oggi Talent Garden è uno dei principali player dell’innovazione in Italia e il primo network di coworking digitale in Europa che aggrega più di 500 talentuosi in dieci città (Genova, Padova, Torino, Bergamo, Pisa, Cosenza, Milano, Kaunas, Differdange e Brescia) e raccoglie menti creative aperte al confronto su tematiche di digitale, tecnologia, startup.

Tra i primi a portare il concetto di condivisione di idee e lavoro sul territorio europeo, già a partire dal dicembre 2011 con l’apertura della sua prima sede a Brescia, non è solo un coworking ma un nuovo modello per aiutare i talenti di un territorio fornendo loro non solo tutti i servizi di cui hanno bisogno per realizzare un progetto di business, ma soprattutto creando connessioni affinché dalla condivisione di un luogo di lavoro i talenti possano conoscersi, contaminarsi e accelerare lo sviluppo di nuovi progetti.

Blockchain per i rifugiati: ecco come la usa (bene) la Finlandia

Il progetto con la startup locale Moni coinvolge migliaia di persone: una carta-conto e un’identità digitale memorizzate su blockchain pubbliche lavorano per l’inclusione sociale dei migranti

Lo Zaino Digitale | Cos’è e come funziona lo spazio virtuale per studenti voluto dagli editori

Un unico punto di accesso per poter consultare da pc, tablet o smartphone libri di testo e materiali digitali integrativi. L’intervista al presidente dell’Associazione Italiana Editori, Ricardo Franco Levi

Una startup slovacca produce su ordinazione case trasportabili. Ecocapsule

Questi moduli abitativi producono energia pulita e filtrano l’acqua piovana. Possono essere posizionati dovunque e offrono una soluzione a chi non vuole rinunciare né alla comodità né all’avventura dell’esplorazione

Con l’#AXAChallenge gli studenti della Bocconi progettano l’assicurazione del futuro

Cento universitari parteciperanno alla competizione lanciata dal gruppo assicurativo per elaborare un progetto di impresa nel settore. I vincitori saranno premiati a febbraio 2018 con uno stage in azienda