Dal Comune di Bologna fondi per 2,4 mln per ICT, Moda, Design e Artigianato

Il bando Progetti per l’impresa mette a disposizione risorse per aziende già avviate e per startup. E’ possibile inoltrare le domande dal 2 febbraio

Il Comune di Bologna ha pubblicato il 31 dicembre il bando Progetti per l’impresa, con cui ha messo a disposizione fondi per 2,4 milioni di euro per lo sviluppo di attività imprenditoriali in  aree del capoluogo emiliano: le agevolazioni, in parte a fondo perduto e in parte sotto forma di finanziamento a tasso agevolato, saranno disponibili per imprese già avviate con sede legale nel  bolognese, e per persone fisiche che intendano avviare una startup nel territorio in questione. Gli incentivi sono destinati a progetti imprenditoriali nel campo dell’ICT, della Moda & Design e dell’Artigianato e Commercio al dettaglio in sede fissa: per i progetti afferenti all’ICT i fondi a disposizione sono pari a 1,5 milioni di euro, mentre a Moda & Design e Commercio e Artigianato sono stati assegnati in totale 900 mila euro.

ict

La domanda

Riguardo alla procedura di richiesta delle agevolazioni, è possibile inoltrare le domande a partire dal 2 febbraio 2015 e fino alle 13 del 31 marzo 2015. Le domande di finanziamento con in allegato la documentazione richiesta potranno essere inviate:

in cartaceo, in carta semplice e corredata dalle dichiarazioni/autocertificazioni richieste, seguendo le indicazioni al punto 15.5 del Bando;

in digitale, attraverso la procedura on-line e dopo aver effettuato la registrazione QUI https://servizi.comune.bologna.it/cas/login

Per chi

I soggetti destinatari dei fondi Progetti per l’impresa sono persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa, nuove imprese (in attività da non più di 48 mesi) e imprese esistenti (in attività da oltre 4 anni): possono fare richiesta di agevolazione ditte individuali, piccole imprese (di persone o di capitali), cooperative (di produzione e lavoro o sociali) e, naturalmente, team di persone fisiche. Le imprese (costituite o costituende) dovranno avere o aprire una sede operativa nei territori stabiliti dal Comune di Bologna che mette a disposizione, tra l’altro, alcuni edifici di proprietà comunale per eventuale insediamento di progetti di impresa.

Quanto

Ciascun progetto potrà accedere ad un finanziamento per un importo massimo pari a 150.000 euro, nel limite massimo del 50% delle spese ammesse alle agevolazioni.
Il finanziamento sarà in parte a fondo perduto (fino a un massimo del 50% delle spese ammesse ad agevolazione). Per le imprese esistenti, il finanziamento a fondo perduto potrà coprire esclusivamente le spese per investimenti; per le nuove imprese potrà coprire sia le spese di investimenti che quelle di gestione.

La parte restante del finanziamento sarà sotto forma di prestito a tasso agevolato, con un tasso di interesse fisso dello 0,50% annuo e rimborsabile secondo un piano di rientro a rate annuali con scadenza al 31 dicembre. Il prestito dovrà essere restituito in un massimo di quattro anni e la prima rata va pagata a partire dall’anno successivo alla data di erogazione del saldo.
Le tipologie spese ammissibili sono descritte dai paragrafi 6.1 e 6.2 del Bando.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il testo integrale del bando e scaricare la modulistica per inoltrare la domanda di partecipazione QUI: http://www.comune.bologna.it/concorsigare/bandi/135:8024/30460

il testo del bando

 

Il sequestro dell’intero dominio .cat in Catalogna, Flora: «Gravissimo e pericoloso» | Video

Più di 100 mila domini sotto sequestro: è l’effetto dell’irruzione della Guardia Civil spagnola nella Fundació puntCat. Obiettivo: oscurare i siti che promuovono il referendum per l’autonomia della Catalogna

Una startup slovacca produce su ordinazione case trasportabili. Ecocapsule

Questi moduli abitativi producono energia pulita e filtrano l’acqua piovana. Possono essere posizionati dovunque e offrono una soluzione a chi non vuole rinunciare né alla comodità né all’avventura dell’esplorazione