140 mila euro per 7 startup: il comune di Milano lancia FabriQ

Il bando scade il 16 marzo. Sarà presentato il 20 gennaio a Milano

Il 16 marzo 2015 alle ore 12 scadrà il termine di presentazione delle domande per il bando FabriQ che selezionerà le 7 imprese a cui è destinato il sostegno economico e il programma di incubazione della durata di 9 mesi.


Il percorso di incubazione sosterrà i vincitori e le vincitrici attraverso un periodo di formazione, networking e incontri con potenziali investitori oltre che con un contributo sino a un massimo di 20mila euro per singolo progetto. Ogni impresa avrà a disposizione un proprio spazio a FabriQ, potrà contare su un tutor che la supporterà nelle scelte gestionali e strategiche durante la sua crescita e sarà supportata con promozione e comunicazione nei differenti mercati e canali di riferimento.

Cosa mette in palio FabriQ

Verranno selezionati 7 progetti, che vinceranno:

  • un contributo fino a 20.000 euro;
  • un programma di incubazione di 9 mesi presso FabriQ.

La nuova edizione è dedicata a 3 tematiche:

  1. Smart city;
  2. Servizi per una “città accessibile”;
  3. Economia della condivisione (sharing economy).

La partecipazione è ancora più aperta, il bando è rivolto anche a startup estere ed è previsto un contributo al trasferimento per startup provenienti da oltre 100 km.

Al bando possono partecipare tutte le imprese costituite da meno di 24 mesi e quelle che si impegnano a costituirsi entro 3 mesi dall’assegnazione del contributo. Nella prima fase di screening le imprese saranno valutate secondo criteri quali: la capacità di produrre impatto sociale, le ricadute per l’area metropolitana milanese, la fattibilità e sostenibilità del progetto e al suo grado di innovazione. Fra le domande che supereranno la fase di screening verranno ammesse alla fase finale le migliori, che saranno invitate a presentare il proprio progetto di fronte a una giuria di esperti. Entro 45 giorni dalla data di chiusura del bando, la giuria definirà i vincitori e ne stilerà la graduatoria sulla base della bontà del progetto presentato.

Da Gennaio, verranno organizzati a FabriQ una serie di eventi di approfondimento e workshop di presentazione del bando con la partecipazione di alcuni dei maggiori esperti dei temi oggetto del bando e la testimonianza di startup che in quegli ambiti hanno creato casi di successo, gli incontri avranno il fine di divulgare la cultura di smart city, accessibilità e sharing economy e presentare casi concreti di innovazione sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La startup che rende accessibili le opere d’arte ai non vedenti. Tooteko

Il progetto della startup veneta ruota intorno ad un anello, in grado di riconoscere speciali sensori e far partire informazioni audio descrittive, e ad un dispositivo NFC. Ne parliamo con Serena Ruffato, ceo di Tooteko

Alla scoperta delle frontiere digitali della didattica: il 5 maggio c’è l’Edu Day a L’Aquila

Si terrà in Abruzzo la seconda edizione dell’Edu Day di Microsoft, una giornata di formazione e informazione dedicata a insegnanti, animatori digitali e dirigenti scolastici sulle nuove tecnologie digitali per la didattica

“Don’t Tap and Drive”, la campagna social di Ford per non distrarsi con lo smartphone alla guida

Secondo una ricerca un giovane europeo su quattro si è scattato un selfie mentre era al volante, non prestando attenzione alla strada. L’azienda automobilistica ha pensato di usare Instragram per sensibilizzare sul comportamento da avere per muoversi in sicurezza