Uber annuncia 50 mila posti di lavoro in Europa

Secondo quanto ha affermato l’amministratore Travis Kalanick la startup di San Francisco si espanderà ancora nel Vecchio Continente

Uber annuncia nuovi posti di lavoro in Europa. Secondo quanto ha affermato l’amministratore Travis Kalanick durante la Conferenza “Dld” sul digitare a Monaco di Baviera, promettendo l’assunzione di 50mila addetti quest’anno mediante una “nuova partnership con le città”.

Dopo mesi di attriti, che in diverse metropoli e città hanno portato alla messa al bando del servizio di ricerca di auto con conducente tramite smartphone e dispositivi mobili, la società californiana cerca dunque di ammorbidire la situazione, affermando che potrebbe diventare “un grande generatore di lavoro”. Il manager ha infatti rivendicato che Uber ha consentito di generare l’equivalente di 7.500 posti a tempo pieno a San Francisco, 13.750 a New York 10.000 a Londra e 3.750 a Parigi.

1408703332_driver-hero-1-1440-900Creata nel 2010, Uber viene osteggiata dalle associazione di taxi di mezzo mondo che vi vedono un canale di concorrenza diretta che opera fuori dalle licenze obbligatorie. Spesso sono state proprio queste associazioni ad avviare procedimenti legali contro l’attività della “app”.

Nel corso della conferenza, Kalanick ha invece voluto fare leva sul “quanti disoccupati potranno trovare in questa rete un sistema per vivere e sfruttare una opportunità economica. Vogliamo fare del 2015 l’anno in cui stabilire una nuova partnership con le città europee, per spingere verso una progressiva regolamentazione e innovazione – ha detto – mentre garantiremo cospicui benefici economici alle città e alle loro economie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp