Supermercato24 vince la 360by360 Competition (e 360 mila dollari)

Intervista a Enrico Pandian: «Cresciuti tantissimo in 3 mesi. Il segreto? Impegno e non essere più dei ragazzini»

Un garzone di bottega digitale. Che prenda gli ordini, faccia la spesa, e la consegni a domicilio. Supermercato24, startup fondata lo scorso settembre a Verona da Enrico Pandian, 34 anni, fa questo. Oggi quella che fino a una manciata di mesi fa era poco più che un’idea gli ha fatto vincere la seconda edizione di 360by360 competition, garantedogli un investimento seed da 360 mila dollari (310mila euro circa). [Qui tutte le finaliste del premio]

Cos’è Supermercato24

E’ nata alla fine dell’anno scorso come un servizio per i supermercati veronesi. Per circa 6,90 euro (ma il prezzo varia da città a città) è possibile fare la spesa online e farsela portare a casa. In un’ora. «Noi facciamo solo il software, poi paghiamo chi fa la spesa». Un nuovo modo di pensare la logistica dei supermercati. Basata sul cloud. In 4 mesi il loro servizio si è allargato ad altre 8 città, da Monza a Treviso. Poi nel Lazio (il servizio da pochi giorni è disponibile anche a Roma, Latina e Viterbo). 50 mila prodotti presenti sul sito. Entro fine febbraio saranno in 58 province italiane. E a Londra, dove Pandian ha lavorato per alcuni anni e dove ha ancora diversi contatti. «Puntare subito all’estero è un obbligo per ogni startup».

Supermercato24 alla 360by360 competition

Supermercato24 alla 360by360 competition

Una storia nata nel 1999 con Calcio.com

Pandian, seppur giovane, non è novizio dell’economia digitale. Nel 1999 si crea Calcio.com, un sito dedicato al mondo del pallone che «come tutte le cose belle nasce da una passione che avevo da ragazzino, quella per il mondo dello sport». Qualche anno dopo Matura.it dove mette online le tesine dei maturandi in formato digitale: «dovevo diplomarmi, e la tesina di maturità allora era allora il mio problema». Alcuni siti li vende.  Cominciano ad arrivare i primi soldi. Poi finita l’età delle passioni e dello studio è il tempo di lavorare. Il tempo della vita. Mette online le offerte dei negozi e crea un portale che è ancora di sua proprietà e ancora online: PrezziPazzi.com.

In 3 mesi una startup (molto pop) da 1,65 milioni

A settembre insieme a Vanessa Rutar comincia a lavorare a Supermercato24. Un nuovo progetto, una nuova startup. «Lei prendeva gli ordini, io mi occupavo della spesa». Colpisce il nome. Pandian non sceglie inglesismi tipici degli altri founder. Un nome in italiano, come gli altri suoi siti, semplice e diretto. «Perché? Non c’è un perché, mi piace così». Non manca di gusto pop. Come il video della presentazione di Supermercato24: la scena famosissima del ragioner Ugo Fantozzi perso in tra gli scaffali di un supermercato. Niente Clash di Lost in the supermarket.

Fantozzi testimonial (inconsapevole) di Supermercato24

Fantozzi testimonial (inconsapevole) di Supermercato24

Oggi ci lavorano in otto persone. A dicembre hanno ottenuto un primo round di investimento da 155 mila euro da parte di investitori e imprenditori veronesi. Tra loro diverse realtà del’economia digitale veronese come Wish Days, Chartiy Stars e Cercolavoro.com. E valutano la sua startup 1,65 milioni. E col nuovo aumento di capitale la società potrebbe arrivare a valere circa 3,5 milioni. Mentre preferisce non rendere pubblici i dati di fatturato e il giro d’affari complessivo.

Supermercato24

 

«Il nostro segreto? E’ che non siamo più ragazzini»

«Le cose vanno bene, stiamo crescendo velocemente, stiamo crescendo come una startup dovrebbe crescere», spiega Pandian. Cresce anche la community degli utenti, ad oggi circa 13mila.
«Lavoro nel digitale da 15 anni, in Italia e all’estero. Negli anno ho potuto imparare molte cose dal mio lavoro».
Una su tutte? «Che fare impresa non vuol dire per forza diventare ricchi. E’ un lavoro che richiede tempo, voglia di sperimentare, di cambiare. Anche di ammettere degli errori. I soldi vanno e vengono, e non deve essere un problema».
Solo questo? «No, ripensandoci c’è un elemento che più di tutti sta facendo crescere. Non siamo più ragazzini. Siamo tutti sui 30 anni, abbiamo lavorato, e vogliamo crescere. Siamo più concentrati sul lavoro ci conosciamo bene da una vita e lavoriamo bene insieme. Questo fa tutto».
Il team quindi. «Sì, il team».

Cos’è 360by360 competition (e perché è importante vincerla)

360by360 è una competizione per startup italiane attive nel ditale, nell’industria e nelle tecnologie per la tutela ambientale e per i dispositivi medicali. Mette in palio un investimento da parte di 360 Capital di 360 mila dollari. 360 Capital è un venture attivo da 65 anni che ha investito in più di 80 aziende europee, specialmente italiane e francesi. Il patrimonio attuale è di circa 300 milioni di euro. Ad oggi ha lanciato sul mercato e sostenuto Yoox.com, Mutuionline e Venere.com.
La competizione è al suo secondo anno. Nel 2014 a vincerla è stata CharityStars, che ha potuto così spiccare il volo.

Fintech italiano 2019: l’anno da incorniciare tra round, exit e IPO

Una nuova barca di soldi nel fintech britannico, ma anche nel nostro Paese il 2019 per le startup della finanza tecnologica è iniziato con il migliore degli auspici. Ripercorriamo tutti gli eventi più importanti dell’anno in corso.

Un drago virtuale sorvola uno stadio in Corea del Sud grazie al 5G. Video

Lo scorso 23 marzo l’ologramma di un essere alato ha lasciato a bocca aperta il pubblico coreano con una performance di realtà aumentata resa possibile dalla connessione ad altissima velocità

Food trend, siete pronti per i cocktail alla carne?

Per chi non si accontenta di mangiarla, la bistecca finisce anche nel bicchiere. Ecco l’ultima tendenza della mixology nata sui tavoli americani e approdata nello storico ristorante monzese Bove Lover

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.