#HowToStartAStartup 14 | Come passare da un prodotto a un’azienda vera

La lezione di Keith Rabois (Paypal, Linkedin, Square) su come passare da un buon prodotto a una buona azienda

How to start a startup

La quattordicesima lezione del corso “How to start a startup“, dell’Università di Stanford e Y-Combinator, è stata tenuta da Keith Rabois, noto imprenditore e investitore della Silicon Valley (ha investito in PayPal, Linkedin, Square, Yelp, ecc). Il titolo della lezione è “How to operate” e l’argomento principale è come passare dal prodotto all’azienda.

Il video completo della lezione, sottotitolato in inglese, è disponibile qui sotto:


Anche per questo intervento sono disponibili sia le slide utilizzate da Rabois che il transcript completo.Per questa lezione, invece dei soliti post da leggere, sono stati consigliati due libri:

Il primo è un noto allenatore di football americano, mentre il secondo è un ingegnere ungherese considerato da molti uno dei principali attori della Silicon Valley dei primi anni, ha ricoperto diversi ruoli di rilievo tra cui CEO di Intel.

Come anticipavo all’inizio, la lezione è incentrata su come passare da un prodotto a un’azienda vera e propria. Keith Rabois esordisce dicendo che chi ha seguito le precedenti lezioni ormai avrà già carpito tutti i segreti per avere un prodotto vincente.

Avere un prodotto vincente non significa avere un’azienda vincente.

La lezione è, infatti, una serie di “takeaways” per gli aspiranti imprenditori. Keith, riesce – attraverso una serie di esempi pratici, basati sulle sue molteplici esperienze – a spiegare in maniera semplice come dovrebbe una startup affrontare la quotidianità e come capire se si sta andando nella giusta direzione.

Sarebbe impossibile riassumere in questa sede i concetti espressi dal Rabois. Si va dal ruolo del CEO a come dare importanza ai diversi task. Da come mettere in piedi un team a quando e cosa delegare agli altri. Insomma, un utilissimo vademecum che non potrà che fare bene a tutti gli aspiranti imprenditori.

Piccole, numerose e specializzate nel gaming: il ritratto delle scaleup finlandesi

Secondo il rapporto di Mind The Bridge e Startup Europe Partnership il 18% delle realtà imprenditoriali del Paese nordico è attivo nei videogiochi. Notevole anche l’interesse estero sulla tecnologia prodotta, con 48 acquisizioni negli ultimi 6 anni

Con Alfonsino ordini il cibo sulla chat di Facebook

La startup di Caserta ha sviluppato una piattaforma che ha l’obiettivo di raccogliere ordini per i prodotti dai migliori ristoranti cittadini. Grazie solo a due chiacchiere su Facebook Messenger