#HowToStartAStartup 14 | Come passare da un prodotto a un’azienda vera

La lezione di Keith Rabois (Paypal, Linkedin, Square) su come passare da un buon prodotto a una buona azienda

How to start a startup

La quattordicesima lezione del corso “How to start a startup“, dell’Università di Stanford e Y-Combinator, è stata tenuta da Keith Rabois, noto imprenditore e investitore della Silicon Valley (ha investito in PayPal, Linkedin, Square, Yelp, ecc). Il titolo della lezione è “How to operate” e l’argomento principale è come passare dal prodotto all’azienda.

Il video completo della lezione, sottotitolato in inglese, è disponibile qui sotto:


Anche per questo intervento sono disponibili sia le slide utilizzate da Rabois che il transcript completo.Per questa lezione, invece dei soliti post da leggere, sono stati consigliati due libri:

Il primo è un noto allenatore di football americano, mentre il secondo è un ingegnere ungherese considerato da molti uno dei principali attori della Silicon Valley dei primi anni, ha ricoperto diversi ruoli di rilievo tra cui CEO di Intel.

Come anticipavo all’inizio, la lezione è incentrata su come passare da un prodotto a un’azienda vera e propria. Keith Rabois esordisce dicendo che chi ha seguito le precedenti lezioni ormai avrà già carpito tutti i segreti per avere un prodotto vincente.

Avere un prodotto vincente non significa avere un’azienda vincente.

La lezione è, infatti, una serie di “takeaways” per gli aspiranti imprenditori. Keith, riesce – attraverso una serie di esempi pratici, basati sulle sue molteplici esperienze – a spiegare in maniera semplice come dovrebbe una startup affrontare la quotidianità e come capire se si sta andando nella giusta direzione.

Sarebbe impossibile riassumere in questa sede i concetti espressi dal Rabois. Si va dal ruolo del CEO a come dare importanza ai diversi task. Da come mettere in piedi un team a quando e cosa delegare agli altri. Insomma, un utilissimo vademecum che non potrà che fare bene a tutti gli aspiranti imprenditori.

Facebook, dal 25 maggio per gli under 15 cambia tutto

Allo stato attuale per iscriversi a Facebook bisognerebbe avere 13 anni ma già a dieci anni molti bambini accedono al social dichiarandosi più grandi. Nessun accorgimento sembra essere davvero utile

Facebook fa i conti con Cambridge Analytica e la trimestrale: utili in crescita

Altro che scandali e pessimismo. Il social fa sempre più iscritti, anche se ammette potrebbe fare qualcosa di più per migliorare l’esperienza utente. A crescere soprattutto la pubblicità che nel primo trimestre ha raggiunto gli 11,8 miliardi

La dieta più semplice del mondo si fa con quattro pugni di cibo nel piatto

La dietologa olandese Suzy Wegel ha provato su se stessa un regime alimentare che consiste nel mangiare sempre piatti equilibrati con una porzione di carboidrati, una di proteine, due di verdure e un cucchiaio di grasso. I risultati non tarderanno ad arrivare

5 call per Get It! Intervista a Rinaldo Canzi sul tema terzo settore

L’advisor di Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore a StartupItalia!: “Nel nostro Paese ancora troppe poche esperienze nel terzo settore ma adesso qualcosa inizia finalmente a muoversi”