Avere una mamma premurosa e altri 15 motivi per non avviare una startup

Insicurezza, paura delle incognite, volontà mai confessata di preferire un posto da dipendente. Ma anche una mamma troppo premurosa tra i motivi per cui evitare di creare una startup

Ci sono un sacco di buoni motivi per avviare una startup (se si ha una buona idea e un buon team per realizzarla). Ne abbiamo elencati tantissimi dandovi consigli su come fare una startup, perché, quale strategia adottare (qui tutte le lezioni di How to start a startup di Stanford). Ma ci sono alcuni motivi altrettanto buoni (alcuni molto molto curiosi) per evitare di farlo. Perché? Qui16 motivi raccolti da Funders and Founders il blog americano d’informazione, dedicato a imprenditori e startupper e tradotto in Italiano da Millionaire.

16 motivi per non creare una startup

 

Ci sono un sacco di buoni motivi per avviare una startup (se si ha una buona idea e un buon team per realizzarla). Ne abbiamo elencati tantissimi dandovi consigli su come fare una startup, perché, quale strategia adottare (qui tutte le lezioni di How to start a startup di Stanford). Ma ci sono alcuni motivi altrettanto buoni (alcuni molto molto curiosi) per evitare di farlo. Perché? Qui16 motivi raccolti da Funders and Founders il blog americano d’informazione, dedicato a imprenditori e startupper e tradotto in Italiano da Millionaire.

 

Allo #StartupDay in Bocconi trionfa il robot per operazioni chirurgiche non invasive

Value Biotech si aggiudica il premio come “Migliore Startup del 2017”. Gloria anche per Kopjra e Jointly nelle categorie Millennials e Social Innovation. Presenti speaker e angel investor interessati alle nuove imprese italiane

FICO, il parco enogastronomico di Eataly, sceglie la digitalizzazione con Websolute

A Bologna è nato il primo parco didattico-enogastronomico del mondo. Le sue attrattive sono acquistabili solo online o attraverso info point, partners, tour operator esterni che utilizzano la piattaforma digitale di FICO

AXA Italia inaugura una nuova sede a Roma e scommette sullo smart working

Il gruppo assicurativo dà la possibilità ai suoi dipendenti di lavorare da remoto due giorni alla settimana. La struttura si adatta alla nuova filosofia che cerca il benessere dei suoi lavoratori