Altro colpo nel biotech! Chorafarma chiude un round da 500k

Withfounders e un pool di business angel investono 500 mila euro nella startup

Withfounders, società d’investimento fondata nel 2013 da cinque imprenditori startupper della digital economy, un pool di business angel e un socio industriale investono 500mila Euro in Chorafarma per completare e innovare l’offerta delle farmacie con i servizi di diagnostica e assistenza sanitaria a domicilio.

«Le 17 mila farmacie italiane sono un presidio sanitario capillare per la vendita dei farmaci. Noi vogliamo farle diventare anche un punto di riferimento per l’offerta di servizi sanitari. Ed è proprio alle farmacie che offriamo un pacchetto “plug and play” per diventare un centro di diagnosi e di assistenza sanitaria attraverso l’utilizzo dei più moderni sistemi di refertazione telematica e con una piattaforma online che mette in rete le farmacie, i medici, gli ambulatori e le famiglie di quel territorio» ha dichirato Francesco Tozzi, fondatore e AD – con Chorafarma le farmacie italiane potranno realizzare, a fronte di un investimento iniziale contenuto e, successivamente, di royalty sul fatturato, un corner in franchising per l’offerta di servizi di diagnostica oltre che di assistenza sanitaria e monitoraggio a domicilio per pazienti cronici, quali cardiopatici e diabetici, o in degenza post operatoria.

Sono soprattutto le farmacie di provincia, che spesso operano in territori non coperti da un’adeguata offerta sanitaria, ad avere l’opportunità di proporre ai loro clienti anche i servizi sanitari, che riducono i tempi di diagnostica e refertazione e migliorano la qualità della vita dei pazienti, con un pricing in linea con il ticket della sanità pubblica».

 

Ha sottolineato invece Giulio Valiante, founder e AD di Withfounders: «La spesa sanitaria privata in Italia è cresciuta del 25% negli ultimi 10 anni e l’anno scorso ha superato la soglia dei 30 miliardi all’anno. E buona parte di questa spesa è dedicata alla cura di piccoli disturbi in tempi rapidi. E’ un mercato enorme, destinato a crescere ancora – ha aggiunto – crediamo e abbiamo investito in questo progetto perché si tratta di un mercato consolidato e fortemente statico che chiede da tempo interventi e soluzioni innovative. E in più Chorafarma può contare su un team di manager esperti e su un partner industriale che garantisce elevati standard di qualità medico-sanitaria. E per noi il capitale umano è l’elemento chiave per il successo di una startup».

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.