3 giganti europei annunciano una partnership per investire startup dell’Internet of Things

Al Mobile World Congress, Intel, Deutsche Telekom e Cisco hanno annunciato Challenge Up!, un programma di accelerazione congiunto per l’Internet delle cose (internet of things) destinato a startup

Al Mobile World Congress, Intel, Deutsche Telekom e Cisco hanno annunciato Challenge Up!, un programma di accelerazione congiunto per l’Internet delle cose (internet of things) destinato a startup di Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA). Il programma intende aiutare startup innovative operanti nell’internet of things ad entrare sul mercato più velocemente tramite progetti congiunti, mentoring, networking efficace e risorse aziendali. Aziende selezionate potrebbero inoltre ricevere investimenti strategici e supporto per la commercializzazione dei loro prodotti o servizi nei mercati globali.

Startup Internet of Things

Il programma combina le risorse e le esperienze derivanti dalle iniziative in ambito startup delle singole aziende, tra cui Cisco Entrepreneurs in Residence (Cisco EIR), Intel Business Challenge Europe e hub:raum powered by Deutsche Telekom. Le startup interessate possono sottoporre la loro candidatura all’indirizzo www.challengeup.eu. Il periodo di presentazione delle domande scade il 25 maggio.

“Con Challenge Up! vogliamo dare un segnale forte al mondo delle startup, combinando le risorse e il know-how di tre multinazionali. Sfrutteremo la nostra esperienza a vantaggio del programma Challenge Up! e per supportare la comunità delle startup”, ha dichiarato Elias Drakopoulos, Senior Vice President responsabile di Europe B2B in Deutsche Telekom.

Challenge Up per l’Internet of Things

Challenge Up! è stato creato per startup in fase iniziale che creano soluzioni per l’Internet of Things – Everything (IoT/IoE) e per le aree correlate, comprese soluzioni connesse e intelligenti (abitazioni intelligenti, città intelligenti, energia intelligente, automobili connesse, indossabili, industria 4.0), sicurezza delle informazioni, big data, analitycs, connettività e cloud computing.

Gli elementi chiave del programma sono l’Acceleration Week (che si svolgerà dal 22 al 26 giugno 2015) che sarà sponsorizzato da Cisco EIR, Intel Business Challenge Europe e hub:raum, e un programma di incubazione della durata di 4 mesi (da luglio ad ottobre) che verrà organizzato a Cracovia, Berlino e Vienna supportato da Cisco, Deutsche Telekom e Intel. Le startup selezionate per il programma parteciperanno gratuitamente e manterranno il possesso della proprietà intellettuale.

“Siamo alla ricerca di idee creative per nuovi prodotti e servizi provenienti da tutta l’area geografica interessata, per migliorare il nostro modo di vivere e lavorare insieme. Offrendo alle startup l’accesso alle risorse delle nostre tre aziende possiamo aiutarle ad accelerare la trasformazione delle loro idee in successi commerciali”, ha commentato Christian Morales, Corporate Vice President e General Manager Europe, Middle East and Africa di Intel.

“Con la previsione di 50 miliardi di oggetti connessi a Internet entro il 2020, l’Internet of Everything ci apre straordinarie opportunità. Per aiutare ad affrontare meglio queste opportunità, Challenge Up! raggruppa il meglio del mondo tecnologico in un ecosistema di innovazione aperta”, ha osservato Mike Flannagan, Vice President, Data and Analytics Business Group di Cisco.

Ti potrebbe interessare anche

6 startup della mobilità tra le 100 migliori d’Italia (da Blackshape a Waynaut)

Ma anche Carsh, Kiunsys, Sailsquare, e Niteko sono i 6 migliori progetti innovativi del settore nel 2014 secondo l’ebook pubblicato da Startupitalia. Qui il link per scaricarlo gratis

Codice dopo codice il futuro dell’Internet of Everything

Decisyon è fra le 10 migliori startup del 2014 secondo l’ebook pubblicato da Startupitalia. Qui il link per scaricarlo gratis

L’Internet of Things avrà un acceleratore europeo d’eccellenza: nasce Breed Reply

Al via “IoT Best In Breed”, un percorso volto alla valorizzazione delle startup più innovative nell’ IoT, Reply per l’Italia sarà a Torino

Così l’India sta diventando la nuova patria degli unicorni

Non esiste solo la Cina. C’è un altro attore asiatico che sta diventando un vero e proprio gigante dell’innovazione. Si tratta dell’India, che nella prima parte del 2018 ha già battuto il suo record personale di startup valutate come “unicorni”

“Scuola in chiaro” cos’è e come funziona la nuova app del MIUR

Quest’anno tra l’altro le iscrizioni online alle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado saranno aperte dalle 8 del 7 gennaio alle 20 del 31 gennaio 2019. Ma già a partire dalle 9 del 27 dicembre 2018 si potrà accedere alla fase di registrazione su www.iscrizioni.istruzione.it

Adam’s Hand la mano bionica stampata in 3D ideata da una startup leccese

Nata dall’idea di tre giovani salentini Giovanni Zappatore, Dario Pianese e Duilio Madaro: ADAM’S Hand è la protesi mioelettrica con componenti stampate in 3D che permettono di personalizzare la lunghezza delle dita per ogni utente in base alle dimensioni dell’altra mano. La startup leccese Bionit Labs