Il Mobile World Congress secondo 3 startupper italiani (e 9 consigli per goderselo)

Un report sul Mobile World Congress fatto da tre startupper italiani, i ragazzi di GamePix che danno anche 9 consigli su come viverlo bene

Quest’anno, dal 2 al 5 Marzo si è svolto a Barcellona la più importante fiera mondiale sulla telefonia e i dispositivi mobili in generale, il Mobile World Congress 2015.

Giusto per citare alcuni dati: durante i quattro giorni di MWC, Barcellona è stata invasa da 100.000 visitatori, più di 2.000 imprese partecipanti per un giro d’affari di oltre 400 milioni di euro. L’evento si è svolto presso la Fira Gran via, uno spazio composto da 9 padiglioni, ognuno grande come due campi di calcio. Insomma un evento di proporzioni pazzesche!

20150303_164039Vista la presenza di alcune delle più importanti aziende al mondo come Microsoft, Google, Samsung, Huawei, Telefonica e tante altre, partecipare ad una fiera del genere è molto importante per qualsiasi azienda o startup che si muove nel settore dei dispositivi mobile e tende a internazionalizzarsi. GamePix è di sicuro una di queste, e si è trovata a vivere quest’anno il MWC per la prima volta.

Decisi a partecipare, io insieme ad altri due membri del team: Edouard Wawra (CEO) e Sergio Sarli (Head of Biz-Developers) ci siamo da subito prodigati per trovare i biglietti, cosa tutt’altro che semplice, a dire il vero! Fortunatamente, però, sfogliando la nostra agenda siamo riusciti a trovarli, grazie all’aiuto di alcuni amici, aziende e istituzioni italiane che fin da subito hanno deciso di aiutarci fornendoci i pass:

Mi riferisco a Microsoft, partner storico di GamePix, ad ICE (Italian Trade Agency) e al Digital Champion Riccardo Luna, è grazie a loro che GamePix ha avuto la possibilità di partecipare all’evento ed un ringraziamento qui è d’obbligo.

Prima di entrare nel vivo del racconto ci sono una lista di suggerimenti FONDAMENTALI che voglio dare agli startupper che l’anno prossimo decideranno di partecipare all’evento (grazie Giulio Montoli di Luiss EnLabs per alcuni dei tips):

  1. Usate scarpe comode, molto comode! Camminerete davvero tanto
  2. Portate con voi smartphone e tablet per mostrare presentazione o demo del vostro prodotto
  3. Munitevi di batterie di scorta per lo smartphone
  4. Zaino leggero, niente tracolla o rischiate di spaccarvi la schiena
  5. Studio preliminare degli exibitor che saranno presenti all’evento per avere già degli appuntamenti + una lista delle aziende con le quali volete assolutamente parlare (anche se non vi hanno risposto alle mail)
  6. Mangiate in orari strani per evitare infinite code ai vari bar/ristorantini presenti nella fiera
  7. Business Card come se non ci fosse un domani e cercate di escogitare un modo per tener traccia dei contatti che state prendendo (ognuno di noi era fornito di agenda)
  8. Durante i primi due giorni dell’evento prendere dei taxi è quasi impossibile e se ci riusciste preparatevi a viaggi di 30/40 minuti nel traffico (fortunatamente in spagna i taxi costano davvero poco!) quindi organizzatevi anche con i mezzi pubblici o trovate un posto dove dormire vicino alla fiera.
  9. Schedulate la visita in modo intelligente, noi avevamo diviso le giornate in padiglioni (la mattina Hall 3, il pomeriggio Hall 4 e così via)

20150304_150339

Domenica 1 Marzo: l’arrivo!

Siamo atterrati a Barcellona il pomeriggio di domenica 1 Marzo e appena arrivati già si respirava aria di MWC, con cartelloni all’aeroporto e stuart che indicavano dove fare l’accreditamento per l’evento (si, il giorno prima e si all’aeroporto!). Dopo la registrazione ci siamo subito diretti in Hotel e posate le valige siamo andati alla ricerca di un posto dove mangiare un boccone veloce (Tapas a gogo), dovevamo essere riposati per quello che ci aspettava il giorno dopo, quindi a letto presto!

Lunedì 2 Marzo: il day one.

La mattina siamo arrivati super carichi al Fira Gran Via e la prima impressione è stata devastante, mai vista così tanta gente e così tanti stand di aziende interessanti nello stesso posto!

Carichi di adrenalina fin da subito abbiamo iniziato il nostro giro tra meeting organizzati e improvvisati dedicando il primo giorno a due Hall. Durante questi eventi l’organizzazione e la pianificazione è fondamentale: il passaggio dalla Hall 1 alla Hall 8 ad esempio richiede circa mezz’ora di cammino quindi bisogna stare attenti a schedulare gli incontri in posti raggiungibili velocemente onde evitare di perdere tempo negli spostamenti.

Tra le aziende più interessanti va citata sicuramente Intel che ultimamente sta puntando molto sui giochi HTML5, sviluppando dei nuovi chip che sfrutteranno al massimo le potenzialità di questa tecnologia per scopi ludici.

Il primo giorno è stato molto utile per capire il funzionamento della fiera (possiamo parlare quasi di adattamento), ma questo non ci ha impedito di prendere importanti contatti per GamePix.

Al termine della giornata siamo tornati in hotel distrutti ma soddisfatti, il giorno dopo ci attendeva una lunga giornata quindi niente feste e a letto presto anche questa volta. 

Martedì 3 Marzo: Microsoft, Google e l’inaugurazione del TAG

Il secondo giorno è iniziato alla grande: tantissimi meeting organizzati, tante strette di mano e molti nuovi partner pronti a partire.

Dapprima noi GamePixers ci muovevamo in gruppo, ora ognuno da solo a prendere contatti e chiudere accordi, non poteva andare meglio! In queste occasioni si vede veramente l’importanza di un team capace e focalizzato sull’obiettivo e mai avrei potuto chiedere di avere accanto persone più capaci. Tra un meeting e l’altro non poteva mancare la visita al fenomenale stand Microsoft dove ci aspettavamo di trovare il tanto atteso Holo Lens, il rivoluzionario casco per la realtà aumentata, ma stranamente il prototipo non era testabile anche se abbiamo avuto modo di provare i nuovi dispositivi Windows 10 sempre più sottili e prestanti. Molti segnali fanno presagire che questo sarà l’anno di Microsoft.

Nel pomeriggio abbiamo avuto un meeting con Google, che a dispetto di quanto si poteva pensare aveva tanti piccoli stand e non uno enorme, ma con persone preparatissime e molto disponibili in ogni angolo della fiera!

Nel tardo pomeriggio io, Edouard e Sergio abbiamo deciso di spostarci in centro città all’aperitivo Talent Garden, organizzato dal mitico Davide Dattoli per inaugurare il nuovo TAG Barcellona, che si trova in una location davvero fantastica. Quindi, aperitivo in compagnia di tanti startupper interessanti, dei membri dell’ICE e del console Italiano in Spagna.

20150303_194210

Mercoledì 4 Marzo, la giornata startup e la visita al padiglione Italia!

Il terzo giorno la fatica iniziava a farsi sentire fin dal risveglio, solo partecipando ad un evento di questo tipo si può capire quanto può essere stancante passare ore e ore tra i vari stand e hall. Fortunatamente le possibilità di networking e partnership che offre il MWC fanno ben presto passare la stanchezza in secondo piano.

Il terzo giorno ci siamo dedicati a visitare il 4YFN (evento dedicato alle startup) e le Hall 8.1 e 8.

La Hall 8.1 (App Planet) ospitava molte startup “app-focused” navigate o meno, ed è stata molto utile per GamePix in quanto ha permesso di chiudere importanti accordi strategici con startupper provenienti da tutto il mondo.

La Hall 8 invece ospitava il padiglione Italia, dove i responsabili dell’ICE e gli startupper italiani ci hanno accolto molto calorosamente, è stato un grande piacere passare e incontrarli.

20150304_145345

Giovedì 5 Marzo, l’ultimo giorno.

Il quarto e ultimo giorno tra un meeting e l’altro abbiamo visitato gli stand Samsung, dove era visibile in anteprima il nuovo Galaxy S6 EDGE (bellissimo!), e Huawei che dimostra come il colosso cinese non abbia ormai nulla da invidiare ai cugini coreani (tra le altre cose era lo sponsor più importante del MWC).

Meritano una nota anche LG che ha mostrato novità davvero interessanti come le cover “pokemon”,poi lo specchio con Andoid incorporato e Firefox OS che a mio avviso merita il premio come miglior stand grazie alla volpe gigantesca che fluttuava sopra l’esposizione.

Le ultime ore prima di rientrare a Roma le abbiamo passate in compagnia di alcuni sviluppatori di giochi HTML5 che lavorano con noi da tempo e vivono a Barcellona, mi riferisco al Ravalmatic studio di Enrique e Javi, creatori di uno dei migliori giochi HTML5 del 2014: “Foot Chinko”. Per noi è stato davvero emozionante incontrarli di persona per la prima volta.

Ora ci aspettano giorni di duro lavoro per catalogare i biglietti da visita, organizzare i contatti e mandare i follow up, ma si sa, questa è la vita degli startupper, sempre sul filo del rasoio con tante cose da fare e pronti a decollare!

Valerio Pullano
CMO & Co-founder di GamePix, aggregatore e distributore di giochi HTML5

Ti potrebbe interessare anche

5 stelle del gaming italiano (tra loro i creatori di Fruit Ninja)

Badseed, Beintoo, Gamepix, Interactiveproject e Mangatar fra i migliori progetti innovativi del settore del 2014 secondo l’ebook pubblicato da Startupitalia. Qui il link per scaricarlo gratis

Roma Venture Forum: 40 investitori internazionali per 35 startup

Al Macro il 10 dicembre vetrina per le imprese che operano su digitale, rinnovabili, moda, hardware, design, food

Super accordo Wind Gamepix. Un altro modo di fare exit

Il colosso di Telco stringe una partnership con la startup: online uno spazio dedicato agli appassionati di videogame

Aumento di capitale di 9 milioni per BeMyEye. FII Tech Growth ne mette più di 6

Si tratta del primo investimento del nuovo fondo FII Tech Growth. L’operazione prevede un investimento di 6,3 milioni di Euro, a fronte della sottoscrizione di una quota di minoranza, nell’ambito di un aumento di capitale per complessivi 9 milioni

Seedcamp lancia un nuovo fondo d’investimenti per startup da 46 milioni

Per festeggiare il decimo anniversario ecco un nuovo progetto che raccoglie 60 soggetti pronti a puntare sulle imprese innovative. Il nostro Paese si affida al fondo Italia Ventures I che ha da poco ricevuto 20 milioni di euro dalla BEI

Xtribe, la startup dell’ecommerce social e geolocalizzato

Le nuove tecnologie a vantaggio della piccola e media impresa. Si possono vendere, comprare, noleggiare e barattare prodotti e servizi con chi è realmente vicino e può anche essere incontrato di persona

AXA Italia inaugura una nuova sede a Roma e scommette sullo smart working

Il gruppo assicurativo dà la possibilità ai suoi dipendenti di lavorare da remoto due giorni alla settimana. La struttura si adatta alla nuova filosofia che cerca il benessere dei suoi lavoratori