#NuoveArrivate Una startup per gli agenti immobiliari

L’idea nasce dal Fondatore Pietro Pellizzari (26 anni di Castelfranco Veneto). Un sito nuovo per il real estate: obiettivo finale è diventare il più grande database immobiliare.

L’incubatore supporta lo sviluppo strategico e tecnologico della neoimpresa digitale, che rappresenta l’inizio di un’alleanza di sistema per creare “disruption” e innovazione nel settore dell’intermediazione immobiliare Wikire ha sviluppato il sistema “social” dedicato ai professionisti del real estate per creare network fra colleghi con cui condividere informazioni per incrementare trasparenza, contatti e transazioni, grazie alle potenzialità del web.

A breve sarà online Wikicasa.it, il portale di annunci immobiliari per gli utenti promosso solo dagli intermediari Milano, 9 marzo 2015 – Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative e scaleup digitali quotato sul mercato AIM di Borsa Italiana (simbolo: DM), lancia WIKIRE: la prima startup innovativa italiana che ha sviluppato una piattaforma online dedicata agli agenti immobiliari, regolarmente abilitati e iscritti presso le Camere di Commercio.

WikiRe Logo

Cos’è Wikire

WIKIRE si sviluppa in due parti: WIKIRE.it è una piattaforma tecnologica di MLS (multiple listing service) “social”, aperta e flessibile, che consente all’agente di condividere il proprio portafoglio con tutti gli agenti registrati o con un proprio network privato di colleghi, che si può creare in maniera autonoma e semplice. WIKIRE.it permette di incrementare le opportunità di business per le agenzie, che potranno confrontarsi e collaborare fra loro. WIKIRE.it ha come obiettivo finale diventare il più grande database immobiliare, ufficiale e istituzionale, con funzione di data providing per realizzare stime e valutazioni degli immobili, integrando anche gli altri sistemi di MLS e gestionali già esistenti.

WIKICASA.it – che sarà online nelle prossime settimane – è un portale di annunci immobiliari inseriti solo dai professionisti dell’intermediazione immobiliare. Il sito aumenterà la qualità delle informazioni pubblicate in termini di controllo, aggiornamento e precisione, offrendo agli utenti che cercano un immobile sul web maggiore trasparenza e affidabilità. Digital Magics sta supportando WIKIRE nello sviluppo strategico e tecnologico, offrendo i propri servizi di incubazione e accelerazione di alto profilo e concentrandosi sul business development della startup. L’accordo prevede che l’incubatore deterrà il 5% delle quote della società. Digital Magics ha riconosciuto nell’idea di Pietro Pellizzari, Fondatore di WIKIRE, un modello scalabile e altamente disruptive. L’incubatore infatti è da sempre impegnato a lanciare e supportare iniziative di sistema finalizzate a creare innovazione nei settori più tradizionali.

Per partire, l’equity foundraising

Nei prossimi mesi sarà lanciata anche una campagna di equity fundraising rivolta ad agenti e reti di agenzie immobiliari per far diventare tutti gli attori del sistema del real estate veri e propri soci di WIKIRE, coinvolgendoli direttamente nella gestione e nella crescita della startup. L’idea nasce dal Fondatore Pietro Pellizzari (26 anni di Castelfranco Veneto). Laureato in Economia Aziendale e Management all’Università Luigi Bocconi, dopo un’esperienza formativa in Prelios (ex Pirelli RE), si trasferisce a Sydney entrando in Rocket Internet, il più importante incubatore di startup del mondo. Segue il marketing online per il mercato australiano del venture incubator, appassionandosi al mondo dell’innovazione e delle startup. Tornato in Italia si occupa per 2 anni e mezzo di comunicazione e marketing sul web per Tree Real Estate (Gruppo Gabetti).

A fine 2014 decide di abbandonare il posto fisso e dedicarsi a un proprio progetto imprenditoriale, mettendo insieme le competenze acquisite nel settore immobiliare e digitale. Pellizzari propone quindi la sua idea a Gabetti Property Solutions, azienda leader nel mercato immobiliare, che crede nel progetto partecipando in WIKIRE con l’integrazione del proprio gestionale Treeplat. Un altro importante socio della startup è Antlia, software house specializzata nel settore dell’information technology per il real estate e per il settore finanziario-assicurativo. A gennaio 2015 Pellizzari fonda così WIKIRE: sono già in corso trattative avanzate con altri operatori del sistema per coinvolgerli nel progetto. Boraso.com, una delle web agency con maggiore esperienza nel settore immobiliare, è partner della startup.

NEGLI STATI UNITI OLTRE L’80% DEGLI AGENTI IMMOBILIARI USA UN MLS E NEL RESTO DEL MONDO NASCONO INIZIATIVE STRATEGICHE DI SISTEMA

Nel 2014 il settore del real estate ha attraversato un periodo di notevole fermento negli Stati Uniti. Le tre operazioni più importanti sono state:  Zillow, il primo portale americano per traffico web, ha acquistato il secondo operatore Trulia per un controvalore di 3,5 miliardi di dollari.  L’acquisizione di Move Inc., società che gestisce Realtor.com (oltre 800 MLS) il terzo sito per traffico e il primo per qualità dei dati, da parte di Rea Group per $ 950 milioni. Realogy Holdings Corp., gruppo che controlla oltre 13.000 agenzie immobiliari, ha acquisito ZipRealty per 166 milioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp