Tim Ventures porta Endeavor in Italia (ed è un grande sfida per le startup)

Una sfida. Una grande opportunità. Tim Ventures entra nel global investors network di Endeavor, una delle più quotate strutture di impact investing al mondo. Salvo Mizzi a StartupItalia! spiega cosa significa l’accordo

Una sfida. Una grande opportunità. Tim Ventures entra nel global investors network di Endeavor, una delle più quotate strutture di impact investing al mondo. Detto in numeri: oltre mille investitori e imprenditori affiliati, 6,8 miliardi di dollari di fatturato, presente in 28 paesi con un tasso di crescita media per le aziende che ne costituiscono il portafogli del 168%. L’accordo permetterà alla società di investimento di Telecom Italia di accedere al portafoglio di startup di Endeavor e alla sua rete di investitori. Non solo. Permetterà alle startup del proprio portafoglio di avere una finestra in un circuito di imprenditori e venture capital tra i più ambiti al mondo. «Investitori ad alto impatto», come sono definiti sul sito della società. Investono, fanno crescere startup, e tra quelle in cui hanno creduto ci sono diverse one billion company.

IMG_4674

Perché è importante essere nel network di Endeavor

Endeavor, società che ha sede a New York, si muove su scala globale. E con un solo obbiettivo: fare crescere la produzione di beni e servizi legati al mondo dell’innovazione usando la la leva del portafogli dei propri venture capital. Perché? Per il ritorno in termini di utili, ovvio. Crea nuovi imprenditori, startup, e imprese. Li fa crescere, e ne fa diventare player importanti della digital ecomomy. Nel network di Endeavor si entra solo dopo una selezione dei venture che ne possono fare parte. «Entrare a far parte di questo network succede o se un venture è presente in una nazione, oppure perché si è particolarmente distinto in un settore specifico» ha detto a StartupItalia! Salvo Mizzi, amministratore delegato di Tim Ventures, «per noi è una grande opportunità. Saremo con investitori del calibro di Accel e Intel Capital, molto più grandi di noi. Sarà una sfida e un’occasione sia per Tim Ventures che per l’Italia».

Endeavor Tim Venture Startup

Una sede di Endeavor in Italia entro il 2015

Mizzi ha studiato alla Kauffman di Palo Alto, la più grande fondazione al mondo che si occupa di formazione della nuova imprenditoria. Ed è lì che ha conosciutocon Allen Taylor, vice presidente della Endeavor Global. «Ci sentiamo spesso, e quando è partita Tim Ventures ci siamo parlati e da lì abbiamo cominciato a lavorare a una possibile collaborazione» ha detto Mizzi. E’ arrivata. «In questo network non ci puoi entrare se non ti invitano loro, ed è andata così per noi». Entro fine anno Endeavor aprirà una sede in Italia, anticipa Mizzi. Una presenza in più nel mercato dei venture che farà da stimolo all’intero ecosistema. «Oggi abbiamo la grande possibilità di poter estendere il nostro network anche fuori dall’Italia. Al momento abbiamo due strutture alle spalle quando ci presenteremo all’estero: la Kauffman e Endeavor».

Un giro d’affari da 6,8 miliardi

Allen Taylor intanto ha accoto Tim Venture nel proprio network così: «È un onore accogliere TIM Ventures tra i membri del global Investor Network di Endeavor, un programma prestigioso al quale invitiamo esclusivamente i migliori investitori e innovatori ad alta crescita e impatto provenienti da ogni parte del mondo, per metterli in contatto con la nostra rete selezionata di circa trenta tra i principali rappresentanti di venture capital, growth equity e corporate venture capital funds».

Ti potrebbe interessare anche

Mr. WCap: «Diamo un miliardo della mafia alle imprese innovative»

Costituire un fondo per l’innovazione con i soldi provenienti dei beni confiscati alla mafia: è la proposta di Salvo Mizzi fatta durante l’inaugurazione del nuovo acceleratore a Catania

Tim Ventures, 4 investimenti in 2 mesi. Mizzi: «Altri 8 in arrivo, non solo startup di W-Cap»

Oilproject è l’ultimo degli investimenti seed di Tim Venture. E’ il quarto in due mesi e fa parte della strategia del fondo di investimenti di Telecom Italia, che annuncia che altri 8 sono in arrivo pescando anche tra le startup fuori dal giro W-Cap.

Donadon lascia Italia Startup. Chi sarà il nuovo presidente delle startup italiane?

L’imprenditore di Roncade ha deciso di lasciare Italia Startup dopo tre anni di presidenza per dedicarsi al rilancio di H-Farm. Piccola cronistoria di un imprenditore che è diventato un modello di impresa in Italia.

«Così i venture capitalist stanno cambiando l’Europa del rigore»

Intervista a Salvo Mizzi di Tim Ventures che spiga perché il fondo creato da Deutsche Telekom (620 milioni) è un «sasso nello stagno dell’Europa dei vincoli di bilancio»

Allo #StartupDay in Bocconi trionfa il robot per operazioni chirurgiche non invasive

Value Biotech si aggiudica il premio come “Migliore Startup del 2017”. Gloria anche per Kopjra e Jointly nelle categorie Millennials e Social Innovation. Presenti speaker e angel investor interessati alle nuove imprese italiane

FICO, il parco enogastronomico di Eataly, sceglie la digitalizzazione con Websolute

A Bologna è nato il primo parco didattico-enogastronomico del mondo. Le sue attrattive sono acquistabili solo online o attraverso info point, partners, tour operator esterni che utilizzano la piattaforma digitale di FICO

AXA Italia inaugura una nuova sede a Roma e scommette sullo smart working

Il gruppo assicurativo dà la possibilità ai suoi dipendenti di lavorare da remoto due giorni alla settimana. La struttura si adatta alla nuova filosofia che cerca il benessere dei suoi lavoratori