LVenture nel 2015 investe in 10 startup (e il valore del portafoglio sale del 9%)

Valore portafoglio startup pari a 3,7 milioni, +9% ;10 operazioni di investimento di cui 2 su startup già in portafoglio, 8 su nuove. Tutti i numeri di LVenture nel 2015

Valore del Portafoglio startup pari a Euro 3,7 milioni, +9% rispetto al 31 dicembre 2014; dieci operazioni di investimento di cui 2 su startup già in portafoglio, 8 su nuove startup (di cui 6 dal 6° Programma di Accelerazione) per un importo pari a 308 mila euro; ricavi pari a 0,17 milioni euro, +34% rispetto al 31 marzo 2014 (Euro 0,13 milioni); posizione finanziaria netta pari a 3,5 mln euro (4 mln al 31 dicembre 2014). Sono i principali risultati di LVenture Group, unico operatore di venture capital italiano quotato sul Mta di Borsa Italiana, il cui Consiglio di amministrazione ha approvato ieri il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015, non soggetto a revisione contabile.Atooma LVENTURE

“Nel 1° trimestre 2015 – afferma in una nota Luigi Capello, amministratore delegato di LVenture Group – abbiamo intensificato l’impegno per valorizzare le nostre startup. Grazie ad un ottimo programma di accelerazione e all’affiancamento di advisor di grande esperienza e competenza, cerchiamo di creare le migliori condizioni di sviluppo per le nostre startup e di accelerarne il percorso verso l’exit. Il cammino intrapreso ha l’obiettivo di posizionare il Gruppo come uno dei soggetti di riferimento in Europa per gli investimenti di tipo micro seed e seed delle startup digitali”.

Questi, più in particolare, i risultati consolidati al 31 marzo 2015: i ricavi sono pari a 0,17 mln euro, in crescita del 34% rispetto ai 0,13 mln euro al 31 marzo 2014. In linea con le aspettative del Piano Industriale, il Margine Operativo Lordo (Ebitda) è negativo per 0,31 mln euro (negativo per 0,21 mln al 31 marzo 2014). Il Risultato Operativo (Ebit) è negativo per 0,32 mln (negativo per 0,22 mln al 31 marzo 2014). Il Risultato prima delle imposte è negativo per 0,31 mln euro (negativo per 0,21 mln al 31 marzo 2014). Il Risultato Netto è negativo per Euro 0,28 mln euro (0,21 mln al 31 marzo 2014). Il valore del Portafoglio startup è pari a Euro 3,7 milioni, +9% rispetto a Euro 3,4 milioni al 31 dicembre 2014. Nel trimestre sono state effettuate 10 operazioni di investimento per un importo pari a Euro 308 mila che hanno riguardato 2 startup già in portafoglio (Tutored e SpotOnWay) e 8 nuove startup (Re-Bello, Whoosnap e 6 startup dal 6° Programma di Accelerazione: Brave Potions, Moovenda, Nextwin, Sync, Verticomics, Voverc). La Posizione Finanziaria Netta è pari a 3,5 mln euro (4,1 mln al 31 dicembre 2014). Il Patrimonio Netto è pari a 7,7 mln euro(8 mln al 31 dicembre 2014).

Da adesso i turisti cinesi in Italia possono pagare i taxi con una app

Grazie alla partnership tra Tinaba, Alipay e IT Taxi, da adesso gli utenti del sistema cinese Alipay possono pagare i taxi usando il QR code: l’accordo diffuso è operativo in dodici città italiane – Roma e Milano, oltre a Brescia, Trieste, Genova, Sanremo, Bologna, Reggio Emilia, Firenze, Pisa, Prato, Palermo – per un totale di ottomila taxi.

Addio tata arriva Bocco Emo, il robot smart che cura tutta la famiglia

Creato dalla startup Yukai Engineering, il simpatico robottino è stato progettato per fare compagnia a bambini ed anziani presenti in casa e per monitorare la sicurezza dell’abitazione

Nuove frontiere food: Che cosa imparare dalla Silicon Valley. Intervista a Chiara Cecchini

Un’intervista a tutto tondo alla direttrice della sede Americana di Future Food Institute e Venture Partner di Global RIFF. Tra nuove tendenze e startup affermate c’è spazio anche per parlare di donne e innovazione