LVenture nel 2015 investe in 10 startup (e il valore del portafoglio sale del 9%)

Valore portafoglio startup pari a 3,7 milioni, +9% ;10 operazioni di investimento di cui 2 su startup già in portafoglio, 8 su nuove. Tutti i numeri di LVenture nel 2015

Valore del Portafoglio startup pari a Euro 3,7 milioni, +9% rispetto al 31 dicembre 2014; dieci operazioni di investimento di cui 2 su startup già in portafoglio, 8 su nuove startup (di cui 6 dal 6° Programma di Accelerazione) per un importo pari a 308 mila euro; ricavi pari a 0,17 milioni euro, +34% rispetto al 31 marzo 2014 (Euro 0,13 milioni); posizione finanziaria netta pari a 3,5 mln euro (4 mln al 31 dicembre 2014). Sono i principali risultati di LVenture Group, unico operatore di venture capital italiano quotato sul Mta di Borsa Italiana, il cui Consiglio di amministrazione ha approvato ieri il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015, non soggetto a revisione contabile.Atooma LVENTURE

“Nel 1° trimestre 2015 – afferma in una nota Luigi Capello, amministratore delegato di LVenture Group – abbiamo intensificato l’impegno per valorizzare le nostre startup. Grazie ad un ottimo programma di accelerazione e all’affiancamento di advisor di grande esperienza e competenza, cerchiamo di creare le migliori condizioni di sviluppo per le nostre startup e di accelerarne il percorso verso l’exit. Il cammino intrapreso ha l’obiettivo di posizionare il Gruppo come uno dei soggetti di riferimento in Europa per gli investimenti di tipo micro seed e seed delle startup digitali”.

Questi, più in particolare, i risultati consolidati al 31 marzo 2015: i ricavi sono pari a 0,17 mln euro, in crescita del 34% rispetto ai 0,13 mln euro al 31 marzo 2014. In linea con le aspettative del Piano Industriale, il Margine Operativo Lordo (Ebitda) è negativo per 0,31 mln euro (negativo per 0,21 mln al 31 marzo 2014). Il Risultato Operativo (Ebit) è negativo per 0,32 mln (negativo per 0,22 mln al 31 marzo 2014). Il Risultato prima delle imposte è negativo per 0,31 mln euro (negativo per 0,21 mln al 31 marzo 2014). Il Risultato Netto è negativo per Euro 0,28 mln euro (0,21 mln al 31 marzo 2014). Il valore del Portafoglio startup è pari a Euro 3,7 milioni, +9% rispetto a Euro 3,4 milioni al 31 dicembre 2014. Nel trimestre sono state effettuate 10 operazioni di investimento per un importo pari a Euro 308 mila che hanno riguardato 2 startup già in portafoglio (Tutored e SpotOnWay) e 8 nuove startup (Re-Bello, Whoosnap e 6 startup dal 6° Programma di Accelerazione: Brave Potions, Moovenda, Nextwin, Sync, Verticomics, Voverc). La Posizione Finanziaria Netta è pari a 3,5 mln euro (4,1 mln al 31 dicembre 2014). Il Patrimonio Netto è pari a 7,7 mln euro(8 mln al 31 dicembre 2014).

La Consob apre alle ICO e definisce le cripto-attività

Qual è l’approccio e l’indirizzo che l’Autorità ha dato alla consultazione pubblica sul tema delle criptovalute? Limiti e prospettive di un regolamento che potrebbe finalmente aprire l’Italia al mercato globale delle ICO

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.