8 cose di cui avere cura se vuoi che la tua startup abbia successo

Un biglietto da visita indimenticabile, un sito ben fatto e social media ben curati. 8 aspetti da tenere in conto per lanciare una startup (lato comunicazione)

Partire con il piede giusto grazie a internet. Gli startupper o sanno bene: far decollare la propria attività non è semplice. Soprattutto quando il budget a disposizione è ridotto. Charmaine Li su Tech.eu ha individuato 8 modi efficaci per dare la spinta iniziale al proprio business anche quando i mezzi a disposizione sono pochi. Tutto, rigorosamente, grazie a servizi online. Ve li riassumiamo qui.

  1. Costruire un sito strepitoso. In genere uno dei primi momenti di contatto con dei potenziali clienti avviene grazie al sito internet. «È un elemento cruciale per comunicare cosa fate e perché le persone dovrebbero fidarsi di voi», scrive Li, «le prime impressioni contano», perciò investire in un ottima piattaforma per blog e siti internet è davvero un’idea intelligente.
  2. Avere un biglietto da visita che tutti ricordino. Avere un’azienda significa anche fare in modo che il vostro nome e il vostro prodotto vengano conosciuti e questo avviene anche partecipando ad eventi e prendendo nuovi contatti. Il biglietto da visita in queste situazioni è fondamentale. Purché sia curato nel design, sia professionale e fornisca delle informazioni corrette sul vostro business. Anche per questo aspetto esistono dei servizi online ad hoc.
    OLYMPUS DIGITAL CAMERA
  3. Sviluppare una strategia di social media marketing azzeccata. «Se un tempo l’uso dei social media nel marketing era considerato un vezzo o un esperimento per le aziende che si affacciavano al mondo del web 2.0, essere presenti sui social non è più facoltativo», sostiene Li su Tech.eu. Qualsiasi tipo di soluzione scegliate per questo aspetto, l’importante è che la strategia di social media marketing da seguire porti avanti la vostra azienda e i vostri obiettivi.
  4. Fare delle presentazioni di impatto. Ci sarà un momento in cui la vostra startup dovrà essere presentata ad altre aziende o al mondo dei media. Non create delle presentazioni imbarazzanti: «Preparatevi in anticipo, inserite le informazioni chiave, create delle belle slide e, in ogni caso, non usate il Comic Sans», ammonisce l’autrice dell’articolo. Prezi https://prezi.com/ potrebbe fare al caso vostro.
  5. Creare un prodotto che sia facile da usare. Non deludete i vostri clienti. «Che abbiate prodotto una app o una piattaforma, l’ultima cosa che volete – dopo aver speso tempo, energie e denaro per attirare l’attenzione su potenziali user o clienti – è offrire un’esperienza frustrante». Se quello che offrite è difficile da usare o ha troppi difetti i vostri clienti troveranno presto qualcun altro a cui rivolgersi.
  6. Creare contenuti concisi e stimolanti. Dovete saper comunicare il vostro concept in maniera efficace e coerente. Questa abilità aiuterà i clienti (o gli user) a capire l’essenza di quello che fate e a coglierne il valore. Come viene spiegato nell’articolo a questo link, bisogna saper comunicare i concetti chiave in maniera pulita e sintetica.
  7. Produrre dei video convincenti. Se state cercando di ottenere il massimo da una campagna di crowdfunding o, semplicemente, di lanciare il vostro prodotto, un video promozionale potrebbe tornare utile. In questo articolo vi avevamo già svelato i segreti per un video perfetto (secondo Vimeo). Il consiglio di Charmaine Li è quello di badare non solo al contenuto («la parte narrativa deve essere forte»), ma anche alla presentazione: «Deve essere convincente. Perciò assicuratevi che il risultato finale abbia un’alta qualità audio e video».
  8. Creare uno shop online personalizzato. Avete un prodotto che volete vendere anche online? Nessun problema, scrive, Li, anche se non avete alcuna base di coding potrete creare il vostro negozio online usando servizi come Tictail e Squarespace.
  • Giancarlo Franzetti

    Buongiorno! Volevo solo consigliare a tutti coloro che vogliono avviare una loro startup e che hanno bisogno di informazioni, questo sito:www.comeaprire.it oppure la sua versione americana, utile per intraprendere nel mercato USA: http://www.howtostart.us

    • Paolo

      Gli articoli di comeaprire.it mi sembrano tutti molto riduttivi. “Come vendere online” 4 paragrafi scarsi, “Come aprire un bar” altrettanti. Mi sembra che vi limitiate a dire cose scontate che tutti sanno e possono trovare ovunque nel web, piuttosto che offrire contenuti di valore.

  • http://www.amazingdomains.co/ +++ AmazingDomains.CO +++

    cose ovvie

Startup Life – E le tanto temute parole “lancio ufficiale”

Nota: Diego Banovaz è il Ceo di Fairbooks, una startup che si definisce «Lo Spotify dei lettori, l’Uber degli scrittori», una piattaforma web per scrittori indipendenti che vogliono pubblicare la propria opera gratuitamente. Ci hanno proposto di raccontare la vita di chi fa startup nell’acceleratore romano di Luiss Enlabs. Questo è il decimo appuntamento di una serie di… Read more »

“Peperonata e schiscetta home made. E il futuro è nel ritorno alle tradizioni”

La cosa più buona? “Pesce crudo”. L’innovazione nel food? “La consapevolezza di quello che mangiamo”. Il settore che promette? “Street food”. E a pranzo, schiscetta home made. Al Questionario di Food Elisa Sartor (Mani in Pasta)