Un milione di euro in 40 startup per l’edizione 2015 di Tim #Wcap

Selezionate le 40 startup alle quali saranno assegnati 25K euro ciascuno. Le nuove imprese entreranno da subito nel programma di accelerazione di TIM #Wcap

Prosegue con successo l’edizione 2015 TIM #Wcap Accelerator, il programma di open innovation di Telecom Italia avviato lo scorso marzo e volto a creare nuove realtà d’impresa fornendo loro supporto finanziario e manageriale per accompagnarle nel percorso di sviluppo e per lanciarle sul mercato.

Ecco le 40 startup selezionate da Tim #Wcap per il 2015 

Tra gli oltre 1000 progetti presentati, sono state selezionate le 40 proposte più innovative che si aggiudicano i grant di impresa del valore di 25.000 euro ciascuno, per un importo totale di 1 milione di euro. In particolare, le startup digitali entreranno a far parte dei percorsi di accelerazione che si svolgeranno nei quattro acceleratoti di Milano, Bologna, Roma e Catania che saranno, per un anno, il luogo di lavoro e di condivisione per le 40 startup.

Il programma di accelerazione di TIM #Wcap

Durante i primi quattro mesi i team delle startup avranno l’opportunità di far crescere la loro idea d’impresa aiutati, oltre che dalle infrastrutture messe loro a disposizione, anche dalla qualificata e preziosa mentorship dello staff TIM #Wcap. Concluso il percorso di accelerazione, le startup potranno beneficiare ancora per otto mesi della mentorship e degli spazi di coworking.

Grazie a questa iniziativa Telecom Italia sostiene l’economia digitale dando spazio e visibilità alle migliori startup e stimolando lo sviluppo di un vero e proprio ecosistema dell’innovazione nel nostro Paese Le startup selezionate da TIM #Wcap entreranno subito nell’Albo Veloce che le certifica per diventare fornitori Telecom Italia.

tim wcap

E già nella fase di accelerazione le startup avranno riscontri da parte delle Business Unit di Telecom Italia interessate alle loro soluzioni. Moltissimi gli ambiti delle idee selezionate: dalla startup Sofia, assistente personale per la gestione di Smart Home, basata su tecnologie di Speech Recognition e Artificial Intelligence, a Hotblack Robotics, soluzione per guidare un team di robot connessi a una piattaforma di cloud robotics all’interno di ambienti dinamici sconosciuti e per far compiere loro i compiti più disparati.

Ecco le 40 startup selezionate da Tim #Wcap per il 2015 

Gli investimenti fatti da TIM Ventures

L’edizione 2015 di TIM #Wcap si è inoltre arricchita di un’importante novità. TIM Ventures, la nuova società del Gruppo Telecom Italia che investe in startup digitali ed è già entrata con centinaia di migliaia di euro nel capitale sociale di otto startup supportate da TIM #Wcap: wiMan, Eco4Cloud, Pedius, Oilproject, INNAAS, Unfraud, Edo, Armnet. Dal 2009 a oggi, TIM #Wcap Accelerator ha raccolto oltre 8000 progetti, supportato 268 startup e assegnato 5,5 milioni di Euro fornendo un importante contributo all’intera filiera dell’economia digitale e contribuendo allo sviluppo di un ecosistema dell’innovazione italiano.

Fintech italiano 2019: l’anno da incorniciare tra round, exit e IPO

Una nuova barca di soldi nel fintech britannico, ma anche nel nostro Paese il 2019 per le startup della finanza tecnologica è iniziato con il migliore degli auspici. Ripercorriamo tutti gli eventi più importanti dell’anno in corso.

Huawei contro il resto del mondo: a che punto siamo?

La faccenda sembra complicata, ma in realtà è molto semplice. La questione è sempre stata puramente economica: e tutti restano in attesa, guardinghi, di scoprire come finirà. E la Cina non starà certo a guardare

Food trend, siete pronti per i cocktail alla carne?

Per chi non si accontenta di mangiarla, la bistecca finisce anche nel bicchiere. Ecco l’ultima tendenza della mixology nata sui tavoli americani e approdata nello storico ristorante monzese Bove Lover

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.