Facebook da sola vale più del doppio dei 10 unicorni europei

Gp Bullhaund ha pubblicato un nuovo rapporto oggi in cui sono stati individuati gli Unicorni europei mettendoli a paragone con giganti Usa come Facebook

GP Bullhound, una banca d’investimento che si concentra sul settore tecnologico, ha pubblicato un nuovo rapporto oggi in cui sono state individuate le aziende hi-tech cosiddette Unicorni, ovvero che valgono più di 1 miliardi di dollari, e sono state messe a confronto con le analoghe realtà Usa.

Secondo Quartz, la buona notizia è che ad aprile, confrotnato con lo stesso mese di un anno fa, 13 aziende europee di tecnologia hanno superato la barriera del miliardo di dollari di valutazione, ottenuta sia tramite la raccolta di fondi privati sia di emissioni azionarie sui mercati.
unicorn startup billion

Nella top ten degli unicorni europei ci sono Skype (con quasi 9 miliardi è la numero uno), Spotify, Rocket Internet, Zalando, Ulmart, Yandex, King Digital, ASOS, PokerStars, Markit Group. L’italiana Yoox è al 21esimo posto. Le new entry sono aziende affermate come Rocket Internet e Shazam, oltre a nuovi operatori, come TransferWise azienda specializzata nel trasferimento di denaro, BlaBlaCar, una società che gestisce la condivisione di passaggi in auto.

Questi ingressi portano a 40 il numero totale di startup da più di 1 miliardo di dollari incubate in Europa, un numero rispettabile per un continente costantemente preoccupato di essere asfaltato da Silicon Valley.

Quelle preoccupazioni sono però legittime se si pensa che nello stesso periodo negli Stati Uniti sono emerse 22 nuove startup da più di 1 miliardo di dollari. E gli unicorni americani valgono di gran lunga di più di quelli europei. I 20 miliardi di dollari il valore di Airbnb (gestione affitti da privati) valgono più di tutti e quattro gli unicorni made in Germany.

Con i suoi 40 miliardi di dollari di valore, solo Uber vale tanto quanto le 17 aziende tecnologiche miliardarie della Gran Bretagna. Infine, la capitalizzazione di mercato di Facebook, 275 miliardi dollari, è più del doppio del valore (120 miliardi di dollari) di tutte le società unicorno europee.

Scorrendo gli ingressi e le uscite della lista, si scopre che tre aziende europee sono scese sotto la soglia del miliardo di dollari di valutazione: boohoo.com (e-commerce), eDreams (viaggi online) e Monitise, azienda attiva nel campo dei pagamenti.

Ti potrebbe interessare anche

15 cartoline per capire cosa è successo al Global Entrepreneurship Congress 2015

Cultura d’impresa, formazione, startup, investimenti. Cosa è successo al Gec, raccontato per immagini

Chi è Marco Bicocchi Pichi e perché diventerà il presidente delle startup italiane

E’ il candidato unico per succedere a Riccardo Donadon alla presidenza di Italia Startup: storia di Marco Bicocchi Pichi e perché ha smesso di fare il manager per dedicarsi alle startup italiane

Il mercato delle exit nel 2014 spiegato in 5 infografiche

Sono state 2886, il player più attivo sul mercato è Google, seguito da Yahoo e Twitter. 5 infografiche riassumono il mercato delle exit mondiale, spiegando trend e possibili sviluppi

Il regno degli Unicorni (dove sono e cosa fanno le one billion startup europee)

Le startup che hanno una valutazione superiore al miliardo sono in aumento. E non solo in Silicon Valley. Europa e Cina seguono a ruota. Le prossime? Per Atomico verranno da sanità, istruzione e immobiliare

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.