Eggtronic raccoglie 2,5 milioni tra investitori privati e Smart&Start

Uno due di Eggtronic, chiude un round di investimento da 1,5 milioni e ottiene un milione da Smart&Start: Il Ceo Spinella: «Ora siamo pronti all’industrializzazione».

Eggtronic, startup innovativa di Modena, già scelta tra le più promettenti d’Italia dal ministero dello Sviluppo economico nel 2014, ha appena chiuso un importante round di investimento di 1.5 milioni di euro di capitali di rischio, e vinto un bando Smart & Start per oltre 1 milione di euro, raccogliendo risorse superiori a 2.5 milioni di euro in pochi mesi. StartupItalia! l’ha inserita tra le più promettenti 100 startup del 2015. 

Investitori_Eggtronic_23_06_2015

Eggtronic è una startup tecnologica emiliana di elettronica di consumo, specializzata in prodotti e tecnologie di frontiera nel settore dell’alimentazione efficiente ed ecologica, della ricarica wireless e degli accessori per telefonia.

«Questo fondamentale round di investimento e le risorse Smart & Start ci permetteranno di industrializzare le nostre tecnologie, capaci letteralmente di cambiare il mondo» – spiega Igor Spinella, CEO di Eggtronic, ingegnere meccatronico, ex ricercatore universitario di 33 anni.

Grazie alle tecnologie Eggtronic, ogni tavolo, scrivania, ma anche le pareti delle case e degli uffici, così come ogni altra superficie, potranno diventare intelligenti e capaci di ricaricare, alimentare ed interconnettere cellulari, computer, tablet, televisori, hard disk ed ogni altro dispositivo elettronico, in modo estremamente potente, efficiente, economico ed ecologico.

«Con le nostre tecnologie possiamo eliminare tutti i cavi e decuplicare la velocità di ricarica e scambio dati wireless. E possiamo alimentare qualsiasi dispositivo in modo estremamente ecologico, facendo risparmiare al pianeta oltre 300 milioni di tonnellate di CO2 all’anno, con sistemi estremamente scalabili, dieci volte più piccoli e molto più efficienti di quelli attuali, capaci di alimentare veramente di tutto, dallo smartwatch fino ai datacenter di colossi quali Google, Facebook ed Apple» – continua Spinella.

Grazie a investitori privati ed all’iniziativa Smart & Start, il team di Eggtronic ha dunque reperito le risorse necessarie per sviluppare tecnologie necessariamente capital intensive, in un settore – quello dell’elettronica – per ora poco sviluppato in Italia, ma che è trainante ed in continua crescita in tutto il mondo.

20150313_185619-679x382

«L’operazione è eccezionale per molteplici ragioni: in soli tre mesi abbiamo raccolto capitali di rischio pari a 1.5 milioni di euro. E’ un caso che fa scuola per la cifra, particolarmente significativa nel panorama dei round seed delle startup italiane, per la velocità di intervento, fondamentale per aziende tecnologiche come EGGTRONIC, e per la tipologia di investitori: imprenditori, aziende, professionisti, artisti ed angels illuminati, che oltre a dimostrare quotidianamente l’eccellenza italiana con il loro lavoro, hanno deciso di investire su un gruppo di giovani di talento con idee veramente brillanti» – commentano Giuseppe Ludergnani e Federico Poletti, soci dello Studio Luce che ha assistito Eggtronic nel fund raising.

«Ai capitali di rischio si aggiunge 1 milione di euro appena vinto grazie all’iniziativa Smart & Start, promossa da Invitalia, l’Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa, che si è dimostrata particolarmente utile nel dare slancio e supporto a iniziative innovative come quella Eggtronic» – fa eco Alessandro Melli, dello Studio 41cento che ha assistito Eggtronic nel Bando Smart & Start.

Le risorse superiori a 2.5 milioni di euro raccolte da Eggtronic consentiranno di incrementare ed accelerare l’attività di ricerca, attrezzare i laboratori con strumentazione d’avanguardia, assumere nuovo personale ed ingegneri altamente qualificati allo scopo di lanciare sul mercato altri prodotti, così come strutturare ed incrementare la rete vendite e la distribuzione, con l’obiettivo di trasformare idee estremamente promettenti in un successo tecnologico ed economico, ed in un esempio virtuoso per le startup italiane.

Ti potrebbe interessare anche

100 euro ogni ora e altri 5 modi per prendere decisioni più veloci

Come si possono prendere decisioni più veloci se si fa impresa? Una questione capitale sia nella vita che per chi fa startup. I consigli di Inc

10 libri che ogni startupper deve assolutamente avere sul comodino

Letture consigliate agli startupper (rigorosamente in inglese) per crescere professionalmente e capire come funziona il mondo del business

Che cos’è il PropTech e perchè cambierà il settore immobiliare

Tra il 2011 e il 2017, le società di venture capital hanno investito 9 miliardi di dollari in società PropTech. Queste nuove società, insieme alle istituzioni finanziarie all’avanguardia, apporteranno un cambiamento positivo nell’esperienza del cliente nel settore immobiliare.

Huawei P30 Pro, la nostra anteprima da Parigi

Presentata la nuova ammiraglia dell’azienda cinese. Con una fotocamera innovativa, capace di scattare foto anche nel buio assoluto. E una lente a periscopio per un super-zoom

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.