Invitalia Ventures e Polo di Navacchio, accordo sugli investimenti

Invitalia Ventures e il Polo Tecnologico di Navacchio insieme per individuare opportunità di investimento in settori ad alto contenuto innovativo

(Comunicato Stampa) – Invitalia Ventures e il Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa) annunciano un accordo di collaborazione per individuare opportunità di investimento in settori ad alto contenuto innovativo.

Si apre così un percorso privilegiato strategico che favorirà sia le imprese e le startup assistite e incubate dal Polo sia l’attività di Invitalia Ventures.

Il Polo di Navacchio, che gestisce il Polo d’Innovazione toscano ICT & Robotica (con 700 imprese aderenti) e fa da segreteria tecnica del relativo Distretto tecnologico, conta circa 55 imprese hi-tech, laboratori, centri servizi e opera nel territorio per migliorare le performance di competitività delle imprese.

Invitalia Ventures è la SGR controllata da Invitalia nata per rafforzare la Venture Industry italiana. Attraverso il fondo Italia Venture I, con una dote di 50 milioni di euro dal Governo italiano, parteciperà all’equity di startup hi-tech coinvestendo con venture capital privati nazionali e internazionali nei settori ICT, Logistica e Meccatronica, Biotech & Health, Energia, Ambiente, Governo e PA, Cleantech & Greentech.

«In vista del lancio ormai prossimo delle attività del Fondo Italia Venture I – ha commentato Salvo Mizzi, AD di Invitalia Ventures -, è molto importante ampliare e sostenere la qualità del deal flow e delle startup italiane. Sono convinto che dalle università e dai poli tecnologici possano nascere, attraverso la rete degli spin-off, startup adatte a uno sviluppo globale, in grado di superare la monocultura digital/app che ha dominato a lungo il nostro ecosistema. Il Polo di Navacchio raccoglie le energie del tessuto universitario di Pisa (Statale, Normale, Sant’Anna) e ha quindi tutte le potenzialità per contribuire a tale evoluzione. Mi auguro che a questo primo accordo ne seguano anche altri con i grandi poli della ricerca e sviluppo made in Italy».

«Grazie alla firma di questo accordo, il primo a livello nazionale che Invitalia Ventures stringe con un Parco Tecnologico – afferma Andrea Di Benedetto, Presidente del Polo di Navacchio – il nostro Polo si configura sempre più come un luogo di opportunità per le imprese. Investire in un’azienda, infatti, significa avviare una serie di operazioni complesse, a partire dall’individuazione delle startup e delle intelligenze più meritevoli. Il Polo Tecnologico di Navacchio, con questa collaborazione, faciliterà il compito della SGR di Invitalia, mettendo a disposizione il suo ‘patrimonio’ di competenze, imprese e startup innovative e favorirà l’attrazione di capitali sul territorio».

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.