Per Lesara15 milioni di euro da VC Northzone e Vorwerk Ventures

L’e-commerce di fashion & lifestyle Lesara annuncia il secondo round di investimenti

(Comunicato Stampa) – L’e-commerce di fashion & lifestyle Lesara annuncia il secondo round di investimenti: 15 milioni di euro grazie al supporto della scandinava VC Northzone, del co-investitore Vorwerk Ventures e di Mangrove Capital, attore principale del primo round avvenuto a ottobre scorso con la cifra di 7 milioni di euro.

120 dipendenti, 6 mercati attivi in Europa, ricavi milionari a doppia cifra, un assortimento di 50.000 SKU: queste sono le cifre che Lesara può vantare dopo soli due anni di attività, e grazie alle quali è considerata una delle piattaforme di vendita online a maggiore crescita in Europa.

Lesara sfrutta due tendenze che in ambiente online si stanno dimostrando vincenti – commercio cross-border e direct sourcing, come stanno dimostrando le esperienze vincenti di Alibaba Wish.com – ma proponendosi nel ruolo di retailer, in concorrenza con realtà come H&M o Zara.

Lesara Team

Infatti, come spiega il fondatore e AD Roman Kirsch: «Diversamente dai marketplace che devono affrontare tempi di consegna di oltre 60 giorni, frodi e prodotti di infima qualità, noi siamo in grado di fornire un’ampia selezione di prodotti in-demand a prezzi più vantaggiosi, con tempi di consegna più rapidi e di qualità migliore. Gestiamo il merchandise e controlliamo l’intera catena di distribuzione, e questo ci permette di ottenere ottime performance in termini di vendita e un eccellente livello di soddisfazione del cliente».

Northzone è l’investitore principale di questo nuovo round. Già attivo in operazioni importanti per aziende del calibro di Spotify, Klarna, Avito o Trustpilot, oggi vanta un fondo di 325 milioni di dollari.

Hans Otterling, General Partner a Northzone, commenta: «Lesara mette insieme due mega trend: commercio cross-border e global sourcing direttamente dai produttori, saltando il passaggio con gli intermediari. Grazie alla sua tecnologia, Lesara intercetta le richieste del mercato più rapidamente delle altre aziende, e dai suoi uffici in Asia, riesce a offrire prodotti di tendenza in tempi brevissimi. Inoltre, siamo stati positivamente colpiti dall’ambizione, le capacità e la lungimiranza dei fondatori e dell’intero team direzionale. Siamo felicissimi di supportare un’azienda che darà forma al futuro del retail».

Giovanna Avino, Country Manager per l’Italia, conclude: «Il lancio in Italia e le nuove opportunità emerse grazie all’incredibile potenziale del mercato italiano hanno avuto un ruolo decisivo nel convincere i nuovi investitori. L’Italia è un mercato difficile, se confrontato con quello tedesco o olandese a causa della scarsa penetrazione dell’e-commerce tra i consumatori- secondo i dati Istat 2014, siamo ancora al di sotto della media europea, e c’è ancora un 54% che non ha mai acquistato online, perché diffida delle transazioni nel web. Tuttavia, il fatto che Lesara.it abbia già ricevuto 600.000 visitatori nelle prime settimane dal lancio, seppure nel pieno delle vacanze estive, mostra un deciso interesse degli italiani nell’ offerta di Lesara».

UXGO: la startup che crea un sito web a partire da un mazzo di carte

UXGO è un’azienda che spinge sull’innovazione in un settore considerato tutto sommato senza idee particolari, rivoluzionando il workflow del web designer e del front-end developer e favorendo un dialogo con il cliente per la costruzione di un sito con meno dispendio di tempo e denaro. 

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.