Per Lesara15 milioni di euro da VC Northzone e Vorwerk Ventures

L’e-commerce di fashion & lifestyle Lesara annuncia il secondo round di investimenti

(Comunicato Stampa) – L’e-commerce di fashion & lifestyle Lesara annuncia il secondo round di investimenti: 15 milioni di euro grazie al supporto della scandinava VC Northzone, del co-investitore Vorwerk Ventures e di Mangrove Capital, attore principale del primo round avvenuto a ottobre scorso con la cifra di 7 milioni di euro.

120 dipendenti, 6 mercati attivi in Europa, ricavi milionari a doppia cifra, un assortimento di 50.000 SKU: queste sono le cifre che Lesara può vantare dopo soli due anni di attività, e grazie alle quali è considerata una delle piattaforme di vendita online a maggiore crescita in Europa.

Lesara sfrutta due tendenze che in ambiente online si stanno dimostrando vincenti – commercio cross-border e direct sourcing, come stanno dimostrando le esperienze vincenti di Alibaba Wish.com – ma proponendosi nel ruolo di retailer, in concorrenza con realtà come H&M o Zara.

Lesara Team

Infatti, come spiega il fondatore e AD Roman Kirsch: «Diversamente dai marketplace che devono affrontare tempi di consegna di oltre 60 giorni, frodi e prodotti di infima qualità, noi siamo in grado di fornire un’ampia selezione di prodotti in-demand a prezzi più vantaggiosi, con tempi di consegna più rapidi e di qualità migliore. Gestiamo il merchandise e controlliamo l’intera catena di distribuzione, e questo ci permette di ottenere ottime performance in termini di vendita e un eccellente livello di soddisfazione del cliente».

Northzone è l’investitore principale di questo nuovo round. Già attivo in operazioni importanti per aziende del calibro di Spotify, Klarna, Avito o Trustpilot, oggi vanta un fondo di 325 milioni di dollari.

Hans Otterling, General Partner a Northzone, commenta: «Lesara mette insieme due mega trend: commercio cross-border e global sourcing direttamente dai produttori, saltando il passaggio con gli intermediari. Grazie alla sua tecnologia, Lesara intercetta le richieste del mercato più rapidamente delle altre aziende, e dai suoi uffici in Asia, riesce a offrire prodotti di tendenza in tempi brevissimi. Inoltre, siamo stati positivamente colpiti dall’ambizione, le capacità e la lungimiranza dei fondatori e dell’intero team direzionale. Siamo felicissimi di supportare un’azienda che darà forma al futuro del retail».

Giovanna Avino, Country Manager per l’Italia, conclude: «Il lancio in Italia e le nuove opportunità emerse grazie all’incredibile potenziale del mercato italiano hanno avuto un ruolo decisivo nel convincere i nuovi investitori. L’Italia è un mercato difficile, se confrontato con quello tedesco o olandese a causa della scarsa penetrazione dell’e-commerce tra i consumatori- secondo i dati Istat 2014, siamo ancora al di sotto della media europea, e c’è ancora un 54% che non ha mai acquistato online, perché diffida delle transazioni nel web. Tuttavia, il fatto che Lesara.it abbia già ricevuto 600.000 visitatori nelle prime settimane dal lancio, seppure nel pieno delle vacanze estive, mostra un deciso interesse degli italiani nell’ offerta di Lesara».

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.