Accordo strategico tra Invitalia Ventures e I3P

Invitalia Ventures e I3P insieme con l’obiettivo di condividere il deal flow dei migliori progetti, spin-off e startup innovative nati nell’ambito del Politecnico di Torino

(Comunicato Stampa) – In vista dell’avvio del nuovo Fondo Italia Venture I, Invitalia Ventures e I3P, il principale incubatore universitario italiano con sede a Torino, siglano un accordo strategico con l’obiettivo di condividere il deal flow dei migliori progetti, spin-off e startup innovative nati nell’ambito del Politecnico di Torino.

Si rafforza così il percorso strategico che mira a sostenere e migliorare la capacità competitiva delle startup italiane, attraverso la collaborazione tra il fondo di venture capital di Invitalia Ventures e le migliori università, poli tecnologici, istituti di ricerca del nostro Paese.
Invitalia Ventures e I3P valuteranno infatti opportunità d’investimento congiunte e condividono la necessità di esplorare progetti basati su innovazioni tecnologiche e attività di R&D cosiddette Hard Tech ad alto potenziale di crescita.

I3P è è il principale incubatore universitario italiano e uno dei maggiori a livello europeo. Favorisce la nascita di startup in ambito tecnologico e sociale ad altissimo potenziale di crescita.
Le imprese sono fondate sia da ricercatori universitari sia da imprenditori esterni, ai quali vengono forniti spazi attrezzati, consulenza e un network di manager e investitori.

Invitalia Ventures è la SGR controllata da Invitalia e gestisce un fondo dotato dal Governo italiano di 50 milioni di euro per coinvestire con operatori privati in startup e PMI innovative.
Insieme al piano di co-investimenti e al network di investitori, Invitalia Ventures intende anche potenziare i rapporti tra venture capital, ecosistema dell’innovazione e la rete degli spinoff e delle università.

Salvo Mizzi - Invitalia

«I dati appena resi pubblici della DGConnect della Commissione EU raccontano di una Italia ad altissima densità di innovatori, Startup e potenziale di innovazione, si tratta di risolvere e superare alcuni noti colli di bottiglia: principalmente la disponibilità di capitale di rischio adeguata al nostro Paese. E il riequilibrio in chiave hard tech del nostro deal flow nazionale. Dopo l’accordo con Pisa e il Polo Tecnologico di Navacchio del luglio scorso, questo accordo con I3P prosegue nella direzione strategica che abbiamo delineato. Siamo orgogliosi di collaborare con Marco Cantamessa e con una delle migliori realtà come I3P dell’Innovazione italiana» – ha dichiarato Salvo Mizzi, AD di Invitalia Ventures.

«Da diversi anni, I3P si adopera per favorire investimenti in capitale di rischio di tipo seed ed early stage sulle proprie startup. La partnership con Invitalia Ventures ci permette di potenziare ulteriormente questa attività e di costruire insieme i prossimi “campioni dell’innovazione” a livello italiano ed europeo» – ha commentato Marco Cantamessa, Presidente di I3P.

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.