11 startup che ti fregheranno il lavoro nei prossimi anni, ma è molto meglio così

Alcuni lavori andranno persi, molti altri se ne creeranno. La rivoluzione dei robot spiegata attraverso 11 startup che ne hanno creato uno in grado di sostituire il lavoro di uomo

Sono le startup da film di fantascienza. Quelle che producono tecnologie in grado di interagire, aiutare o, addirittura, sostituire gli esseri umani. Robot e ogni tipo di intelligenza artificiale. Qualcuno guarda ai loro prodotti con diffidenza – Elon Musk, co-fondatore di Paypal e amministratore delegato dell’azienda di trasporti spaziali SpaceX, per esempio, qualche tempo fa ha detto che se dovesse pensare ad una minaccia per la nostra esistenza quella sarebbe l’intelligenza artificiale. Eppure sono le aziende che cambieranno il futuro.

Il blog del database CBInsights ha individuato 11 startup della robotica che vale la pena tenere d’occhio – lasciando da parte gli scenari apocalittici e da disaster movie. La maggior parte lavora per migliorare l’automazione industriale. Alcune lavorano per produrre robot in grado di interagire con le persone e gli oggetti che li circondano (come il social robot Jibo, la versione buona del diabolico Hal 9000 di “2001: Odissea nello spazio). Se alcuni lavori andranno persi, molti altri se ne creeranno. Alcuni diventeranno sempre più complicati e senza innovazione spariranno. Il trend è segnato oramai da anni ma non deve essere qualcosa che deve fare necessariamente paura. Anzi. Molti studiosi, sociologi, economisti, dicono che non c’è proprio nulla da temere. Ci saranno nuove possibilità di lavoro. Di fare affari. Non faremo più i vecchi mestieri. Ecco l’elenco completo (in ordine di investimenti) delle startup che hanno creato robot in grado di sostituire alcuni lavori finora fatti solo da uomini.

rodney.brooksx616

Rethink Robotics

Sito: http://www.rethinkrobotics.com/

Cosa fa: Produce robot per la manifattura industriale e la ricerca e per Intera Platform, un sistema operativo per le performance robotiche.

Ultimo investimento ricevuto: 13,4 milioni di dollari (aprile 2015)

Investimenti totali: 113,53 milioni di dollari

Ci hanno investito: Bezos Expeditions, CRV, GE Ventures, Goldman Sachs, Two Sigma Ventures, Wellington Management.

grey-orange-27-millions1

GreyOrange Robotics

Sito: http://www.greyorange.com/

Cosa fa: ha creato “The Butler”, un robot per automatizzare il lavoro di magazzino. E’ usato da Amazone.

Ultimo investimento ricevuto: 30 milioni di dollari (agosto 2015)

Investimenti totali: 39 milioni di dollari

Ci hanno investito: BITS Spark Angels, Blume Ventures, Hatch Group, Tiger Global Management.

Jibo_counter_grandma-55d952d9d9a38d6e07cd5a3151ae9a6814be0733c9b53bfb8000073ccd820dc7

Jibo

Sito: https://www.jibo.com/

Cosa fa: Jibo, un robot in grado di vedere, sentire, assistere gli user come un assistente familiare. È in grado di apprendere dagli esseri umani.

Ultimo investimento ricevuto: 11 milioni di dollari (luglio 2015)

Investimenti totali: 38,58 milioni di dollari

Ci hanno investito: CRV, Formation 8, RRE Ventures, Samsung Ventures, Two Sigma Ventures.

News-Harvest-Automation-Robot-1

Harvest Automation

Sito: https://www.harvestai.com/

Cosa fa: robot mobili per l’industria e l’agricoltura.

Ultimo investimento ricevuto: 11,8 milioni di dollari (ottobre 2013)

Investimenti totali: 33,51 milioni di dollari

Ci hanno investito: Cultivation Capital, Entree Capital, Founder Collective, Life Sciences Partners.

fetch1-1430256150949

Fetch Robotics

Sito: http://fetchrobotics.com/

Cosa fa: robot autonomi per la gestione dei magazzini

Ultimo investimento ricevuto: 20 milioni di dollari (giugno 2015)

Investimenti totali: 23 milioni di dollari

Ci hanno investito: O’Reilly AlphaTech Ventures, Shasta Ventures, Softbank Capital.

518897448_c_636_361

Bossa Nova Robotics

Sito: http://www.bnrobotics.com/

Cosa fa: ha creato mObi, un personal robot con un sistema di movimento a sfera

Ultimo investimento ricevuto: 9,11 milioni di dollari (agosto 2015)

Investimenti totali: 9,11 milioni di dollari

Ci hanno investito: Innovation Works, Riverwood Capital

maxresdefault (1)

Gamma 2 Robotics

Sito: http://www.gamma2robotics.com/

Cosa fa: ha sviluppato un cervello artificiale (G2R Cybernetic Brain) in grado di interagire con dei robot per gestire situazioni di emergenza, come furti o incendi.

Ultimo investimento ricevuto: 3,55 milioni di dollari (aprile 2015)

Investimenti totali: 3,55 milioni di dollari

Ci hanno investito: Foxlink Group

maxresdefault (2)

RoboCV

Sito: http://robocv.ru/

Cosa fa: sviluppa sistemi di guida con pilota automatico per i veicoli (con un focus sui veicoli elettrici).

Ultimo investimento ricevuto: 3 milioni di dollari (febbraio 2015)

Investimenti totali: 3 milioni di dollari

Ci hanno investito: Almaz Capital Partners, Columbus Nova Technology Partners, I2BF Global Ventures.

savione2-1407861040978

Savioke

Sito: http://www.savioke.com/

Cosa fa: ha creato il robot Realy, in grado di portare oggetti alle persone (realy in inglese è la staffetta). Progetto focalizzato sull’industria ospedaliera.

Ultimo investimento ricevuto: 2 milioni di dollari (aprile 2015)

Investimenti totali: 2 milioni di dollari

Ci hanno investito: AME Cloud Ventures, Felicis Ventures, Google Ventures, Morado Venture Partners.

griptesting

Empire Robotics

Sito: http://empirerobotics.com/

Cosa fa: ha creato Versaball, un sistema che da ai robot la capacità di prendere e afferrare oggetti, in particolare per automatizzare i processi di manifattura industriale.

Ultimo investimento ricevuto: 0,46 milioni di dollari (luglio 2014)

Investimenti totali: 0,99 milioni di dollari

Ci hanno investito: Buffalo Angel Network, SoundBoard Angel Fund

Robot-5-cropped

Capsen Robotics

Sito: http://www.capsenrobotics.com/about.html

Cosa fa: sviluppa sistemi di visione 3d per i robot

Ultimo investimento ricevuto: 0,03 milioni di dollari (aprile 2015)

Investimenti totali: 0,03 milioni di dollari

Ci hanno investito: Innovation Works

Ti potrebbe interessare anche

22 idee di startup in cui gli investitori metterebbero subito i loro soldi

Difficile poter prevedere quale idea di startup possa attrarre investitori. Difficile, ma non impossibile. Ecco l’elenco proposto da Paul Graham per Y-Combinator

5 stelle del gaming italiano (tra loro i creatori di Fruit Ninja)

Badseed, Beintoo, Gamepix, Interactiveproject e Mangatar fra i migliori progetti innovativi del settore del 2014 secondo l’ebook pubblicato da Startupitalia. Qui il link per scaricarlo gratis

5 trend che spiegano perché il futuro delle startup è l’Internet of Things

Da Factory 2050 alla crescita post-startup: per il quotidiano britannico Guardian il futuro delle piccole medie imprese per gli inglesi si chiama IoT (Internet of things). Lo spiegano questi trend

A 14 anni crea un braccio robot col Nintendo e i Lego, LaChapelle: «Il mio lavoro alla Nasa? Noia mortale»

Intervista a Easton LaChapelle, il ragazzino che a 14 anni si è creato da solo una protesi Robot. Racconta della sua esperienza col Governo USA e gli altri progetti creati con l’azienda che si è creato da solo: Unlimited Tomorrow

Qual è la miglior serie tv sulle startup? Risponde Upday, l’app per le digital news. | VIDEO

Da “L’isola del tesoro” di Stevenson, alle gradi opportunità che offre Lisbona. L’app per digital news di Axel Springer punta forte sul mobile journalism e sulla qualità del proprio prodotto editoriale

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura