Anche in Italia Uber e Zomato ti portano al ristorante

Il leader nel settore del noleggio di auto con conducente via smartphone e il leader mondiale nei servizi di ricerca ristoranti online, annunciano la loro collaborazione anche in Italia​

(Comunicato Stampa) – Fare network per fare meglio, con in mente sempre un unico obiettivo: l’utente. Le start up, anche in Italia, cominciano a fare rete: Uber, leader nel settore del noleggio di auto con conducente via smartphone, e Zomato, leader mondiale nei servizi di ricerca ristoranti online, annunciano l’esordio della loro collaborazione anche in Italia​.

D’ora in poi gli utenti che scelgono il ristorante sull’app di Zomato vedranno comparire sul display – proprio sotto l’indirizzo del locale – anche l’integrazione e il riferimento a Uber, insieme al tempo di arrivo dell’auto con conducente, la tariffa e i minuti di viaggio previsti.
Insomma, una volta scelto il ristorante, con un solo clic e pochi minuti si avrà a disposizione anche il mezzo di trasporto per raggiungerlo.

«Uber e Zomato sono due realtà in crescita esponenziale: sono arrivate da poco tempo in Italia ma si stanno già affermando come leader nei rispettivi settori – afferma Guk Kim​, Country Manager Italia di Zomato – L’idea di collaborare, integrando il servizio di Uber nella nostra app, è la prova del fatto che Zomato cerca di lavorare quotidianamente alla creazione di un servizio sempre più completo per i propri utenti, affidandosi anche a collaborazioni con le migliori realtà presenti sul mercato. Grazie al servizio di Uber, non solo diamo la possibilità agli utenti di scegliere il ristorante preferito, ma gli diamo anche l’opportunità di arrivarci nel più breve tempo possibile! Integrando questi due aspetti il cliente ottiene anche un vantaggio in termini di comodità e questo è molto importante per l’esperienza complessiva».

Uber-01

«Questa partnership racconta gli orizzonti verso cui si muove Uber in Italia – dice Elena Lavezzi​, Marketing Manager di Uber – Da una parte, continuare a offrire servizi tagliati sulle esigenze dei cittadini, facilitandone gli spostamenti e rendendo le città luoghi sempre più accessibili. Dall’altra, rappresenta un nuovo passo in avanti verso un mercato al quale guardiamo da tempo con interesse: quello del food».

Nel resto del mondo, la stretta di mano tra Uber e Zomato c’è già stata nell’aprile scorso, con un lancio iniziale che ha coinvolto 13 Paesi e 27 città.

Cos’è Zomato

Zomato è un’app di ricerca ristoranti, con informazioni specifiche su oltre 1.4 milioni di locali in 22 Paesi. Il punto forte dei contenuti sono i menu con relativi prezzi, che vengono raccolti fisicamente dal team andando di locale in locale. Oltre a recensire e valutare i ristoranti, gli utenti, chiamati anche foodie, possono utilizzare Zomato come un social network, per scambiarsi consigli e commenti.

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.