LVenture Group: co-investimento da 500.000 euro in FIlo, l’app per ritrovare gli oggetti

La somma complessiva erogata da LVenture Group è di 100.000 euro. Il resto proviene da business angel, di cui alcuni facenti parte di Angel Partner Group

(Comunicato Stampa) 1 ottobre 2015 – LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sul MTA di Borsa Italiana, annuncia un co-investimento per un valore complessivo di 500.000 euro in Filo, la startup che ha ideato e realizzato un dispositivo che aiuta a tenere sotto controllo gli oggetti personali più importanti.

La somma complessiva erogata da LVenture Group in questa operazione è pari a 100.000 euro. La restante somma proviene da business angel, di cui alcuni facenti parte di Angel Partner Group, gruppo di business angel di cui LVenture Group è uno dei soci fondatori.

Filo ha preso parte al programma di accelerazione di Luiss EnLabs “La Fabbrica delle Startup”, acceleratore controllato da LVenture Group e frutto di una joint venture con l’Università Luiss.

Filo

Per Luigi Capello, CEO di LVenture Group e Founder di Luiss EnLabs – «Il settore della produzione di dispositivi hardware ha ricevuto molta attenzione da investitori internazionali negli ultimi anni. Siamo molto soddisfatti di aver investito in Filo e lo conferma l’importante round che è stato chiuso. Ancora una volta i risultati positivi sono la prova dell’efficacia dell’approccio operativo che adottiamo nei confronti delle startup in cui investiamo e che partecipano al programma di accelerazione di Luiss EnLabs».

Filo ha creato un dispositivo che utilizza la tecnologia Bluetooth e aiuta a tenere sotto controllo le cose importanti. Attraverso un’App, disponibile per tutti gli smartphone, è possibile verificare la posizione di oggetti, persone o animali, ai quali è stato collegato Filo, che all’occorrenza emette un suono per la localizzazione. Inoltre, è possibile rintracciare lo smartphone associato premendo il pulsante presente sul Filo.

«Utilizzeremo i nuovi fondi per l’espansione del prodotto sul mercato nazionale ed europeo e per ampliare il nostro team – dichiara Giorgio Sadolfo, CEO e fondatore di Filo – «Inoltre, investiremo in ricerca e sviluppo per lanciare nuove soluzioni nell’ambito del tracciamento».

Il papà di Paypal scende in campo. Così Thiel vuole sfidare Clooney nel 2018 e prendersi la California

Aveva pubblicamente sostenuto (e finanziato) Trump in campagna elettorale, ma ancora per lui non si era vista nessuna poltrona. Ora Peter Thiel vorrebbe correre per la poltrona di governatore alle prossime elezioni (e ha scelto come spin doctor il suo braccio destro in Clarium Capital)

I Mooc di Harvard e MIT stanno perdendo studenti. E il motivo è semplice

Un’indagine realizzata su 290 corsi delle due università americane ha rintracciato nell’introduzione del pagamento delle certificazioni una delle cause della crisi. Sotto osservazione anche la proliferazione dei corsi a contenuto specialistico che porta gli studenti a distribuirsi

Microsoft sceglie una startup italiana e la porta a New York. Else Corp

L’azienda basata a Milano ha progettato un programma che permette la personalizzazione dei capi d’abbigliamento. Microsoft la presenterà ai suoi partner, in occasione della Fiera National Retail Federation conference NY 2017