Sto cercando 4 persone che vengano a lavorare con me a Luiss Enlabs, chi si candida?

Una call per 3/4 persone junior da aggiungere al team che gestisce il programma di accelerazione in LUISS ENLABS. Qui la call e come candidarsi

Sto cercando 3/4 persone junior da aggiungere al team che gestisce il programma di accelerazione in LUISS ENLABS. Non sono richiesti particolari background accademici, quello che invece è richiesto è:

luiss_Enlas

1. Ottima conoscenza dell’inglese (dovete intervenire ad eventi internazionali in qualità di speaker o di partecipanti a panel) oltre che dell’italiano (ad esempio chi continua a scrivere gli asinini bhe, bho, accelleratore con due elle è automaticamente fuori da questo annuncio).
2. Capacità di lavorare in autonomia producendo risultati impeccabili (l’ambiente è caratterizzato da una velocità tale da impedire un controllo effettivo dei processi, ma al contempo è richiesta sempre una delivery di qualità superiore).
3. Precisione e affidabilità: non stiamo cercando persone che facciano il lavoro bene al 99%.
4. Un CV di max 2 pagine, tassativamente no Europass.
5. Una lettera motivazionale di max 1 pagina.
6. La disponibilità a lavorare a Roma, presso i nostri uffici nella stazione Termini.
7. Una mente analitica.
8. Un modo di pensare “semplice”, ovvero la capacità di trovare le soluzioni semplici a problemi complessi (il che implica anche capire come individuare approssimazioni della soluzione perfetta e piani concreti per farle evolvere nel tempo).
9. Se informatici, una vera passione per l’informatica, tale per cui quando non lavorate (e lavorerete tanto) passate un sacco di tempo a programmare e a leggere di programmazione.
10. Se non informatici, una vera passione per il mondo dell’innovazione e della tecnologia.
11. Ci piacciono le persone che hanno l’ambizione di salire sul palco e parlare ad un pubblico, ma che capiscono che prima di farlo hanno bisogno di imparare e fare sul serio le cose e che non basta averle lette su un libro.

Quello che offriamo è:
1.  Un contratto di un anno di formazione (la retribuzione media durante l’anno è di 800EUR mese netti) a cui seguirà l’assunzione a tempo indeterminato con un RAL di poco inferiore ai 24.000EUR, più premi. Ogni anno è previsto uno scatto di stipendio (se meritato).
2. Imparare un sacco di cose in poco tempo.

Vorremmo chiudere il processo entro Natale per cui prima inviate le vostre candidature e prima vi daremo un feedback.
I colloqui durano tra i 30 e i 45 minuti, sono piuttosto eccentrici e servono anche a capire come lavorate sotto pressione.
Se avete domande potete postarle come commenti, rispondo a tutti (un minimo di pazienza, nelle prossime 2/3 settimane sarò continuamente in treno con la connessione a singhiozzo), mentre per le candidature basta inviarle ad

[email protected]

Il subject della mail deve essere: CV 15093
Leggo solo PDF il cui filename è CognomeNomeCV.pdf e CognomeNomeLM.pdf

149 Commenti a “Sto cercando 4 persone che vengano a lavorare con me a Luiss Enlabs, chi si candida?”

  1. Roberto

    Lo stipendio non é minimamente in linea con le caratteristiche richieste, 800 euro al mese netti (non ho capito come sono stati calcolati) é una proposta offensiva, con studio pari a zero alle spalle una donna delle pulizie guadagna di più, eppure con tutti i soldi che sbandierate di raccogliere dovreste permettervi di pagare in maniera dignitosa una persona.

    Potete attirare solo figli di papà che non hanno bisogno di lavorare per vivere, non capisco perchè umiliate così le persone.

    Rispondi
    • Pierro BC

      Sicuramente una bella esperienza arricchente, ma sono d’accordo con te Roberto. In aggiunta, sono del pensiero che per eccellere nel tuo lavoro devi pure avere la possibilita di vivere bene e non stare li a contare i tuoi soldi (a fine mese) – in poche parole, bisogna applicare la regola matematica “point of elasticity” per distinguere il minimo stipendio necessario per rendere efficacie il rendimento delle persone e di conseguenza del team.

      Rispondi
    • Lorenzo

      Tra l’altro la questa e’ la stessa gente che predica quanto l’IT sia svalutato in Italia

      Rispondi
    • Rayset

      hai ragione su tutto, ma questo annuncio è mirato alla gente che frequenta il luiss enlab, innovaction lab e tutte quelle robe. Gente un po’ strana di suo.

      800 euro al mese ad un rimbambito di informatica indietro di 10 esami (dai,siamo buoni,se è andato all’innovaction indietro ne avrà 5) non suonano male…la cosa vergognosa è il periodo di prova di 1 anno (a 800 euro fissi…io potevo capire 3-6 mesi) che poi sfocia in una mirabolante assunzione ai soliti 1’200 euro al mese in un’ ””’azienda””’ che al 80% chiude dopo un altro paio di anni. Fosse partime uno potrebbe anche capire,sarebbe un lavoretto da fare mentre si studia, ma in genere sti poveretti di informatica fanno il 90% del lavoro ”degli startuppari” e perdono anni di studio, vedendosi pagati quanto quelli che fanno le presentazioni in powerpoint.

      Rispondi
        • Rayset

          vabbè,coppola in teoria ora se li merita. non voglio entrare nel caso personale ma pare (almeno così dice,presumo sia vero) gestisca investimenti da svariati milioni. un candidato a questa ”offerta” va paragonato con un rimbambito di giurisprudenza (facoltà a caso che non sia informatica) che ha partecipato ad innovaction lab,andato in finale e ora cerca un poveretto che faccia il lavoro che ha presentato su ppt nei mesi scorsi.

          Rispondi
          • Alberto Zannol

            Ma infatti intendevo che fare ppt è un’indicazione piuttosto generica. Ci sono PPT e PPT.

      • Giuseppe Federico Gullo

        Hai propri ragione! Io ho fatto InnovactionLab e sono indietro di un botto di esami in ingegneria informatica, colpa di quel diavolo di software per il controllo remoto di un rover lunare che ho dovuto progettare al primo anno di università ! Oppure dell’app da 500k utenti (utenti non download) che ho sviluppato al secondo. Cavolo se non avessi perso questo tempo adesso magari potrei essere laureato e lavorare per un software house che fa software gestionali dalla UX più insensata del tuo discorso! Mannaggia a me !!!

        Rispondi
        • Rayset

          tu forse parli per partito preso,io per esperienza diretta visto che ho assistito ai comizi per il lab a cui mi ci ha mandato un professore. ovvio che chi vince in genere ha le palle (ma non sempre, ci sono un paio di edizioni discutibili) ma della bolgia che partecipa ai primi team quanti non sono già indietro con gli esami? vedo che sei LEGGERMENTE di parte essendo tu stesso un finalista, ma sai, anche io con i finalisti (di altre edizioni presumo) ci ho studiato,ed erano miei compagni di banco. letteralmente. Ora io ho un master, loro stanno appresso ad una startup senza finanziamenti.

          Ricordo che allo streaming che sta sul sito,le vincitrici dell’anno prima (le cicogne?) dicono chiaro e tondo ”ci chiedono se rimarrete indietro con gli esami. la risposta è sì,perderete esami. Ma poi affrontare un professore è molto più facile”. più che stare nel video di presentazione UFFICIALE dell’evento che vuoi?

          negare che quest’attività a 9 persone su dieci danneggia gli studi è ridicolo (soprattutto gli informatici!), se poi tu ci hai messo il giusto buon per te (ma è una triennale o un 3+2 a torino?) ma non venire a dire che sei il caso medio,sarai l’uno percentile dei fenomeni della tua facoltà.

          tolto questo discorso antipatico vorrei farti notare una cosa: tu hai partecipato al lab, gratis, forse hai vinto, ora hai la TUA azienda e spero per te che farai i milioni a breve. Tu NON ti sei messo a lavorare nell’azienda di uno startupper che manco conosci a 800 euro al mese con quel contratto, te e il candidato del post siete due persone diverse,molto. Uno è potenzialmente uno dei vincenti del domani (non ti prendo in giro eh,ti auguro di ravvivare la scena gaming italiana), l’altro è il suo servo a cui si promette ”eh ma impari tanto”.

          Rispondi
        • Rayset

          ultime 2 osservazioni:

          1)ti sei registrato solo per rispondere a me,che onore. questo su internet è segno di ”bruciatura”,anche detta coda di paglia.

          2)mai detto che tutti i partecipanti al lab siano accademicamente ”non proprio brillanti”, ho detto che quest’annuncio può piacere solo a quel target e ti sfido a smentirmi.

          Rispondi
  2. Roberto

    Augusto, non eri tu che dal palco ci raccontavi come in italia il lavoro sia stato svalutato? La prossima volta aggiungi anche questo.

    Rispondi
  3. Michele Nasti

    E lasciatemi dire che la Silicon Valley in Italia é diventata la corsa a chi spende meno. Volete i talenti? I migliori? The best? In USA alzano gli stipendi per la gente giusta, per chi sa lavorare come volete voi. Copiate questo e l’annuncio sarà decisamente più interessante. Io per una startup in fase di accelerazione, se devo espormi al rischio di trovarmi senza lavoro tra un anno (perché le startup possono fallire), voglio subito 48000 lordi altrimenti penso all’estero, dove fanno le cose serie.

    Rispondi
  4. G.

    Ragazzi e ragazze, venite a Berlino!

    1. Da intern la retribuzione minima è di 8,5 euro netti all’ora, e lavorate 40 ore settimanali. Praticamente di più dei 24.000 euro di RAL offerti da Coppola per una posizione a tempo indeterminato.
    2. Benchè l’inflazione sia galoppante, la vita a Berlino costa ancora meno che a Roma. Se in termini nominali già guadagnereste di più, figuratevi in termini reali.
    3. Usare gli asinini “bhe, bho” è tollerato, a parte per coloro il cui lavoro prevede scrivere comunicati ufficiali in italiano. Conta il fare, non l’apparire. Non è invece tollerato chi pensa di sapere l’italiano e poi scrive “un RAL”, cioè “un retribuzione annua lorda”. C’è spazio per costoro solo “nella” stazione Termini.
    4. Leggiamo il vostro curriculum anche se la vostra mail non rispetta i parametri del nostro autofilter; basta che sia chiaro per cosa state facendo application.
    5. Di solito le posizioni vengono aperte quando c’è un chiaro bisogno in uno specifico ambito, cioè: leggerete che si cerca un senior PHP developer, o un junior sales manager, non “persone junior”.

    Come avrete notato, non ho nominato alcuna azienda, perchè non voglio fare pubblicità a quella per cui lavoro io. Questo vuole solo essere un invito a tutte le persone sveglie abbastanza da notare la sussiegosità e vaghezza di questo annuncio a guardare oltre.

    Chi è interessato credo sappia dove guardare; nel caso, lasciate un commento qui sotto e vedrò di rispondervi. Per fortuna non sto andando a Vladivostok in treno.

    Rispondi
    • Francesca Giorgio

      Ciao G. Se nel posto dove lavori tu basta l’inglese (fluent sul serio) e non richiedono la conoscenza obbligatoria del tedesco, dimmi dove seeiiiii!!! Please 🙂

      Rispondi
      • Germano Milite

        Idem come Francesca. Vorrei fare due chiacchiere con te, ià solo per la curiosità di conoscere chi la pensa esattamente come me non si limita a “pensarla” ma argomenta in maniera impeccabile e competente la sua idea. Mi piacerebbe intervistarti per il mio giornale, nel caso, e sapere di più delle vostre posizioni aperte (magari aiuto qualcuno a trovare un lavoro degno di tale nome).

        Stimo molto Augusto e lo seguo da anni. Proprio per tale motivo, questo suo annuncio mi ha lasciato un po’ perplesso 🙁

        Rispondi
      • Guglielmo Reina

        Non solo dove lavoro io (perchè, ci tengo a sottolinearlo, non voglio fare promozione alla mia azienda), un po’ in tutto il panorama berlinese. Comunque, ora dovresti riuscire a trovarmi un po’ in giro su Internet, se hai domande fammi sapere.

        Rispondi
      • Stefan Moritz

        Ciao Francesca,

        Gugliemo purtroppo sbaglia. La retribuzione minima in Germania è di 8,50€ LORDI/ora, non netti. In Germania si indica sempre il lordo e non il netto. Poi a Berlino purtroppo la disoccupazione è alta quanto in Italia. Amici miei a Berlino, tedeschi, qualificati, sarebbero felici se guadagnassero 24.000 Euro lordi/annui. Non è tutto oro ciò che luccica. Ma ci sono altre città in Germania, dove le cose vanno meglio. E il tedesco lo impari in mezz’anno.

        Per il resto ha/avete ragione, questi “sono un start-upper veri cul” a 800€ per una qualificazione da expert, hanno rotto gli asinini “coglioni”.

        Rispondi
    • Nicolò Traina

      il problema di Berlino è una lingua ostica e che non tutti parlano, nessuno ha mai messo in dubbio le condizioni più vantaggiose. Io credo che il vantaggio di questo lavoro sia l’esperienza enorme e le conoscenze che si apprendono, non lo stipendio!

      Rispondi
    • Alberto Zannol

      Porca troia! il notaio a Trento fai! (scherzo 🙂 )

      P.S.: per non sapere né leggere, né scrivere.. bho, ti scrivo.

      Rispondi
  5. Nicolò Traina

    Buongiorno, è possibile fare colloqui via skype? Al momento mi trovo all’estero e avrei grossi problemi a venire a Roma sino almeno alla prima settimana di dicembre.

    Rispondi
    • hc78236d23oq1

      evita. Accettando le loro “proposte” fai un danno a tutta la categoria, contribuendo ad abbassare l’asticella per tutti. Se sei in gamba, qualsiasi offerta troverai (anche in italia) sarà meglio di questa.

      Rispondi
  6. volothamp

    Scusate ma se io sono una persona con una vera passione per l’informatica e passo tutto il mio tempo a programmare, perché dovrei venire a lavorare qui che non si programma?

    Rispondi
  7. Gabriele Negro

    Il fatto che tu non sappia con “precisione e affidabilità” se ti servono 3 o 4 persone significa che cerchi figure professionali che colmino le tue lacune?
    Hai mai sentito il detto “come paghi, mangi”? Pensi che una persone sottopagata e in una condizione di degrado sociale sia minimamente in grado di “lavorare in autonomia producendo risultati impeccabili”?
    Come pensi possa reagire una vera mente analitica a questa….”proposta”? Forse non hai “analizzato” bene!
    In bocca al lupo per la ricerca; in bocca al lupo soprattutto a quei poveri ragazzi che, trovandosi in una situazione ancora peggiore, saranno costretti ad accettare di lavorare in una realtà in cui si afferma preventivamente che non vi sarà alcun controllo dei processi!!!
    Una forma di anti-ingegneria praticamente!!!

    Rispondi
  8. stealthisnick

    Ma è serio questo annuncio? Perché se fosse una parodia farebbe molto ridere.
    Altrimenti non vedo come una persona seria e motivata possa rispondere a una cosa talmente ridicola…

    …dalla regia mi dicono che in Italia manchi il lavoro e allora il datore di lavoro non deve neanche sbattersi per mettere un annuncio che non sia ridicolo perché gli arrivino curricula. Capisco.

    Rispondi
  9. Giulio Camuffo

    Facciamo finta che 800€ al mese per il primo anno di “formazione” vadano bene, ma 24000 all’anno? Netti verranno fuori poco più di 1000€ al mese, che a Roma andranno quasi tutti per l’affitto. Poi uno vive d’aria? Ah ma che stupido, voi cercate gente senza una vita, quindi possono benissimo vivere in ufficio tanto devono solo lavorare (e lavorare tanto).

    Rispondi
  10. Gufo

    In pratica cercate qualcuno da trattare come junior ma con competenze da
    senior, pagato meno delle signore delle pulizie, adescato con un
    annuncio dove traspare l’arroganza di chi lo scrive. Siete lo specchio
    delle mancate opportunità offerte ai talenti italiani. Auguri.

    Rispondi
    • Andrea Idini

      Vabbeh secondo me gli annunci vanno saputi un po’ leggere. E’ un po’ il tipico annuncio nel mondo anglosassone, dove i superlativi abbondano, ma al sodo non e’ richiesta nessuna competenza specifica tranne quella di essere un po’ svegli e un po’ colti, ma non mi pare niente di trascendentale.
      La classica cosa che va bene per diplomati e neo-laureati un po’ svegli (ma senza un indirizzo e competenze precise).

      Certo che non e’ competitivo col mercato globale, ma da un lato questo e’ un problema Italiano, che le competenze non vengano valutate in termini economici, dall’altro si puo’ sempre prendere baracca e burattini dopo aver imparato.

      Questo se l’ambiente e’ buono, e potrebbe esserlo come non esserlo, dipende se l’arroganza e’ meritata o meno.

      Rispondi
      • Lucio Gamba

        Questo tuo buonismo non lo concepisco. Sono una start up e se vogliono davvero essere competitivi devono essere più seri

        Rispondi
      • Riccardo Bartoli

        A differenza che l’annuncio anglosassone offre stipendi nettamente diversi. Ed in un ambiente con una mentalita’ radicalmente diversa (piu’ adatta al business che al dolce far niente).

        Rispondi
        • Andrea Idini

          Mah la mentalita’ diversa dipende dal posto. Cosi’ come gli stipendi. Se vai in Inghilterra con le skill richieste (cioe’ nessuna specifica, solo passione per la tecnologia e voglia di lavorare) vai al mcdonald finche’ non le impari, oppure ti sfruttano tale e quale che qua…
          Un conto sono quegli annunci con la lista di competenze lunghe come una
          casa e il pagamento in equity, questo mi sembra ben diverso ed e’
          appunto l’occasione per costruirsi un portfolio e un CV partendo dal
          nulla. Almeno sembra, poi non si sa finche’ non vai al colloquio e
          allora vedi se e’ il solito sbanfone che cerca di lucrare sulle digrazie
          cercando un ultraprogrammatore da pagare con le croste di formaggio,
          oppure qualcuno che vuole fare formazione.

          Ora non facciamoci illusioni sull’eldorado londinese.
          In ambiti pure piu’ retribuiti e delicati e con un po’ di competenze gia’ certificate, in UK conosco chi lavora come meccanico areonautico guadagna 13k pounds LORDI, con turni di 12 ore e mettendo le mani sui motori e prendendosi la responsabilita’ (vicaria certo, ma prova anche solo a pensare che un aereo su cui hai messo le mani casca, magari non viene a bussarti la polizia in casa perche’ la firma non e’ tua, pero’ altro che la pressione di “il 99% giusto non e’ abbastanza”) delle vite delle persone, che con i costi di Londra sono ridicoli che altro che mcDonald… Ma d’altronde ti fanno formazione e finche’ sei in formazione sei un individuo che per l’azienda e’ quasi in perdere. Poi non si fanno poi problemi a offrirti 2/3/4/5/10 volte tanto dopo pochi anni.

          L’Italia e’ drammatica per quelle posizioni intermedie, in cui sembra appunto che 24k lordi l’anno siano il giusto compenso per un individuo con esperienza e competenza e la differenza fra la classe “proletaria” e la classe medio-alta piu’ che dalle competenze e’ data da conoscenze/culo e tanta mafia.

          Rispondi
          • Alfiero Santarelli

            Questo mi pare l’unico commento sensato di tutto il thread.

    • Signo

      Ho condiviso la mia riflessione sdegnata sul gruppo facebook “Italian Startup Scene”.
      Naturalmente hanno cancellato la condivisione.
      #Facebookperlautocelebrazione

      Rispondi
    • Ri Mirko

      Concordo su quanto hai detto Gufo e tutti gli altri: pessimo esempio di imprenditoria ! andate a zappare, sfruttatori del cxxxxx !!

      Rispondi
  11. qandrav

    Avete provato a contattare Linus Torvalds per il posto? Non rispetta tutto quello che chiedete ma penso potrebbe andarvi comunque abbastanza bene…
    O al limite anche Sundar Pichai….

    Rispondi
    • hc78236d23oq1

      dubito che abbiano la minima idea di chi siano quei bamboccioni, mica loro hanno fatto miliardi con feisbuc, sai, non contano niente di fronte a mr. coppola.

      Rispondi
  12. aa

    ma al di la’ del salario, la concezione che hai del rapporto persona-lavoro che farebbe essere fiero di te Himmler. complimenti.

    Rispondi
  13. David Rinaldi

    Se anche si trattasse di sfruttamento… rimane sfrottamento in un settore molto dinamico dove le possibilita’ di rilanciarsi esistono. Per qualcuno che esce ora dall’universita’ e adora il mondo delle startup rappresentare essere una buonissima esperienza. L’annuncio non fa menzione di alcune ‘competenze speciali’ necessarie: non richiedono 4 anni di esperienza nel settore dell’innovazione, conta soltanto essere svegli, dinamici, veloci e detailed oriented. Non potete comparare questa posizione con consulenze o altri lavori mid-senior, va comparata ad altre esperienze per neo-laureati. In tal senso e’ molto meglio di un tirocinio non retribuito o retribuito male. In secundis, come ogni posto che parte… anche questo Lab dovra’ affrontare delle incertezze e non si puo’ chiedere di inquadrare molto meglio i nuovi assunti o di dare certezze che loro stessi non anno. Cominciare a lavorare per un Lab, significa assumersi il rischio che il Lab vada male e che i fondi stentino ad arrivare, significa anche scommettere che invece l’iniziativa abbia successo e trovarsi da tirocinante e managing director in 4 anni.

    Rispondi
    • Il Bardo

      Cioè tu dici che la “Capacità di lavorare in autonomia producendo risultati impeccabili” è tratto tipico di “qualcuno che esce ora dall’universita’”?

      Rispondi
      • David Rinaldi

        No, non e’ tipico ma e’ fattibile. Il fatto che nella call non si spieghi risultati impeccabili su cosa… e’ indice che per arrivare a questi risultanti serve attenzione e precisione (cose che possono essere nel bagaglio di un neo-laureato), non ti richiede conoscenza approfondita su nulla.
        Poi, sara’ la mia inclinazione… ma per me lavorare per qualcuno che ricerca ‘neolaureato incapace di lavorare autonomamente e che ha bisogno di guidance per la produzione di documenti su cui il personale senior dovra’ comunque rimetterci abbondantemente le mani’ non ha alcun interesse.

        Rispondi
        • Rayset

          se sei neolareato con quella capacità e la passione per le startup APRITI la tua startup, non andare a lavorare a 800 euro al mese.

          Rispondi
    • Germano Milite

      Da quando esistono le imprese (o “i lab”, come si chiamano oggi), il rischio è a carico dell’imprenditore, non certo di chi ci lavora. E te lo dico da imprenditore.

      Rispondi
      • David Rinaldi

        Se fallisce l’imprendirore… non rimane a piedi solo lui. L’imprenditore ha il rischio d’impresa. Il lavoratore il rischio disoccupazione. Che i due rischi non siano legati mi pare una storia che non regge.

        Rispondi
  14. Lorenzo

    800 euro al mese non li prende manco la mia donna delle pulizie che come qualifica ha la quarta elementare, buffoni

    Rispondi
  15. Luisa

    Non tutto si deve per forza fare per soldi, anche se tutti chiaramente ne abbiamo bisogno per vivere (imparate a crearvi entrate automatiche, studiate finanza e le varie tecniche, non affidatevi al solo lavoro dipendente). Lavorare all’interno di un contesto del genere, credo sia un esperienza da provare. Come già detto sul post su fb, ti invierò il CV domattina! E poi vedremo. Tutto e’ esperienza, non solo professionale ma di crescita personale.

    Rispondi
  16. Gabrix93

    In parte avete tutti ragione, dall’altra bisogna pensare che non sta cercando un pluri laureato, ma una persona che abbia voglia di imparare e lavorare. Gli scatti ci sono e dopo un anno ricevere quei soldi non è poco, senza contare che si può imparare molto facendo anche conoscenza di persone di un certo rilievo…ragá se avete bisogno di un lavoro impegnatevi a sudarvi anche 500 euro, le cose verranno da se e se le cose non andranno nel verso giusto non è mica un contratto firmato con il sangue!

    Rispondi
    • Rayset

      il problema è che non conosci l’autore del post. Fa letteralmente comizi nelle università romane sbandierando ideali, il darsi da fare, il credere nei giovani,nel futuro,nel valorizzare le eccellenze…e poi boh,ti ritrovi una proposta di lavoro del genere. come alternativa alla disoccupazione ovviamente è meglio questo ”stage”,ma visti i requisiti dubito che uno dei candidati papabili abbia problemi a trovare lavoro in una ”schiavizzatori di informatici srl” con stipendi e condizioni di lavoro migliori.

      Rispondi
      • Gabrix93

        So chi è, ma tu mettiti anche nell’ottica dell’imprenditore…cercheresti una persona che non porti a termine ciò che gli si chiede? che non abbia voglia di fare? in qualsiasi posto di lavoro all’inizio ti mettono alla prova…proprio per vedere se lo fai solo per avere il posto fisso o perchè hai voglia di fare, contribuire, migliorare il posto in cui stai..poi lo ripeto, tentare non nuoce, in ogni caso se fosse così pessima la condizione di lavoro…tanti saluti e invece di lamentarsi si vola altrove. Bisogna anche pensare che ste maledette tasse rovinano qualsiasi stipendio e i ccnl sono quel che sono

        Rispondi
        • Rayset

          mi spieghi perchè dovrebbe fregarmene qualcosa di migliorare l’azienda in cui sto se mi tratta come un servo? un rapporto di lavoro è dare e avere, l’idea del posto fisso eterno esiste solo nel reparto statale. Un conto è cercare un junior motivato e non rincoglionito, un conto è cercare un lavoratore autonomo con manie di perfezione e chiedergli di saltare le notti dietro un software che inevitabilmente conterrà sempre qualche bug.

          se non ricevo NULLA dal mio datore di lavoro,manco il rispetto,ma solo fregnacce su quanto sto imparando SICURAMENTE non me ne fregherà mai nulla della sua azienda, ergo lavorerò MALE. Non confondere l’annuncio in questione con una internship non pagata alla nasa o a google.

          Rispondi
  17. hc78236d23oq1

    VERGOGNATEVI se volete talenti dovete PAGARLI
    è evidente che certe figure professionali in italia non servono.

    Rispondi
  18. Ares Ferrigni

    Una delle aziende più dinamiche e lungimiranti d’Italia e d’Europa
    si offre di prendere 3-4 ragazzi neolaureati (anche neodiplomati!!),
    senza NESSUNA conoscenza se non quella di aver imparato leggere un libro
    e ricordarsi quello che c’è scritto.

    Si offre di prenderli e insegnar loro in un anno come funziona la realtà, di farli relazionare
    da subito con investitori e professionisti di caratura internazionale,
    di mettere loro in mano delle startup per aiutarle a scalare il mercato nel mondo (auguri).

    Si offre di formarti gratis? No, li paga anche €800 al mese (1300 dopo
    lo stage http://bit.ly/1OfWmvo ), nonostante ovviamente nei primi mesi l’azienda non riceverà
    in cambio nessun valore.

    Ecco la reazione degli italiani.
    Onore a chi ci prova lo stesso a cambiare questo paese, che a quanto pare merita solo il medioevo.

    Buona serata

    Rispondi
    • stealthisnick

      Mi prendi per il culo? Insegnar loro come funziona la reatà? Una delle aziende più dinamiche d’Europa? Ma è un’azienda, almeno? A me non sembra.

      Ti faccio notare che è un’offerta di lavoro dove non viene descritto, neanche sommariamente, il tipo di lavoro. E, no, Imparare un sacco di cose non è un lavoro. In qualsiasi altro paese, nessuna persona seria risponderebbe a tale buffonata. Mettendo pure da parte il livello salariale inadeguato.

      Rispondi
      • Ares Ferrigni

        Che sia una delle aziende più dinamiche d’Europa non lo dico io, lo dicono loro http://bit.ly/1MchWMT

        Inoltre non siamo nel Corriere della Sera, siamo sul blog di StartupItalia, dove i lettori in teoria dovrebbero già essere informati sui compiti di un team che gestisce un programma di accelerazione (che ovviamente non è solo “imparare un sacco di cose”).

        Quanto al livello salariale posso essere d’accordo con te sul fatto che la prova duri un anno invece dei canonici sei mesi, ma ti invito a vedere questo http://on.fb.me/1KXuAS8

        Rispondi
        • stealthisnick

          Ammesso che LVenture group e Luiss Enlabs siano la stessa cosa, perché non cambia nulla comunque nel ragionamento, il link dice che è tra i primi 20 operatori di venture capital in Europa. Il che è molto bello e interessante, ma molto diverso da dire che è una delle “aziende” più dinamiche (qualunque cosa voglia dire) d’Europa. Al limite finanzia le aziende più dinamiche d’Europa (o quelle che prede che saranno tali).

          Ah, scusa, non avevo capito come funziona internet. Pensavo si potesse arrivare su questa pagina anche da fuori di questo blog…ma aspetta…io come sono arrivato qui visto che non sono un lettore del blog startupitalia? Non è il mio caso, ma metti che qualcuno ci fosse arrivato perché cerca lavoro, cosa dovrebbe capire dall’annuncio?

          Il livello salariale è il minore dei problemi dell’annuncio, in effetti. Magari é anche adeguato al lavoro visto che, da quello che si capisce, uno deve solo essere in grado di parlare in inglese in pubblico. In pratica, bassa manovalanza.

          Per quanto riguarda il tizio del video, non è perché è (o sembra di essere) convinto di quello che dice, allora quello che dice é vero. Alcune delle cose che dice sono anche condivisibili (sul mondo del lavoro, sul posto fisso, eccetera), ma banali. Mentre sul discorso del contendere (lavorare gratis) dice cazzate. L’analogia Michael Jordan è completamente sbagliata. Michael Jordan non è un’azienda, ma un dipendente o al massimo un libero professionista. Ovviamente non vieni pagato per fare un corso di basket con Michael Jordan, anzi devi pagare un sacco di soldi, come in tutti i casi del genere. Inutilmente, mi sa, perché non diventi dopo sei mesi il nuovo Kobe Bryant, come pensa il tizio. Se invece vieni preso per lavorare con Michael Jordan, anche solo per sei mesi, i Chicago Bulls (l’unica azienda che possa esserci in una tale analogia) ti pagano e non poco. Perché, anche se sei una scommessa e ti fanno un contratto solo di sei mesi, pensano che tu possa dare valore alla squadra (adesso o in prospettiva) e perché in un mercato del lavoro dove c’è concorrenza, se vali, ci sono altri che sono disposti a prenderti. Altre squadre NBA o altre squadre in giro per il mondo.

          Quindi la morale della storia é: impara a pensare con la tua testa invece che con quella della gente che fa i video motivazionali.

          Rispondi
          • Ares Ferrigni

            L’ultima frase me la potevo aspettare, in fondo ti capisco perché anche io sono sempre stato molto diffidente di chi guarda fisso alla telecamera e dice “tu quà, tu là, il mondo quà, il mondo là”; ho fatto un’eccezione con questo video e con qualche altro video di questo personaggio solo perché alcuni pensieri li condividevo già da prima (e perché le conoscenze in comune che abbiamo sono persone davvero in gamba).

            Su quasi tutte le altre cose che hai detto sono abbastanza d’accordo. Comunque la linfa vitale di un Venture Capital sono proprio le startup che ha in portafoglio, questo è innegabile, e il suo dinamismo è proprio il saper investire e lanciare le startup con maggior potenziale (togli Foodpanda a Rocket Internet, sarebbe ancora così famosa?)

          • stealthisnick

            Su cosa non sei d’accordo? Che se sei il futuro Kobe Bryant una squadra NBA non ti propone uno stage gratuito come dice il tizio? Non si tratta di essere diffidenti ma di essere in grado di andare oltre le apparenze e saper analizzare un concetto.

            Bene, diciamo che abbiamo appurato che l’annuncio è per lavorare con un operatore leader in Europa nel suo settore. Se questo ti offre 800/1000€ al mese o sfrutta la mancanza di lavoro per sottopagare il nuovo assunto (rischiando di farsi sfuggire i candidati migliori) o cerca qualcuno di basso profilo e allora evita tutte le cazzate sui risultati impeccabili e l’efficienza. In entrambi i casi è un annuncio ridicolo. Sei d’accordo?

    • Germano Milite

      Se questa è “una delle aziende più dinamiche e lungimiranti d’Europa” siamo messi veramente male. E direi che l’unico che rappresenta gli “italiani” in senso negativo, ovvero di schiavi felici e negri da cortile, sei tu.

      Ma prima di parlare di Europa, almeno ti sei informato su ciò che l’Europa (quella che però non è ridicola nel settore innovazione, ovviamente), offre ai giovani di talento? Ma soprattutto: quale annuncio hai letto? Qui si chiedono diverse capacità che un junior non ha (mai fatto selezione del personale? Direi di no), di “lavorare tanto”, di saper parlare l’inglese benissimo e su un palco, di saper “trovare soluzioni semplici a problemi complessi”, di operare in maniera “impeccabile” e via dicendo. Comunque io che sono molto “choosy”, a 21 anni prendevo 1200 euro al mese con contratto a tempo indeterminato e contributi veri versati. Ero senza laurea e mi fu insegnato tutto dal mio ex editore.

      Gli italiani? Ma magari reagissero tutti così, sempre e comunque. Magari, anche i più giovani, fossero più “choosy”. Annunci come questi SPARIREBBERO ed il compenso minimo arriverebbe a 1500 euro, come dovebbe essere in un paese civile di non speculatori.

      Ps ragionando (male) come te, chi fa uno stage in Google o Microsoft dovrebbe pagare tipo 2000 euro al mese invece di prendere una paga doppia a quella proposta qui?

      Ma per favore…

      Rispondi
      • Ares Ferrigni

        La cultura dei diritti vs la cultura dell’impegno.
        Ho pubblicato nella reply sopra chi è che, riguardo all’azienda, ha parlato di Europa.

        Se entri in Google è chiaro che dal primo giorno otterrai di più, ma… http://bit.ly/1OhSeee http://bit.ly/12zimxe
        In bocca al lupo se vuoi tentare di entrare in Google senza “particolari background” e senza esperienza

        Rispondi
        • Germano Milite

          La cultura dei diritti vs la cultura dell’impegno detto a me che sono imprenditore e lavoro fino a 15 ore in un giorno per poter pagare i miei collaboratori è proprio una bestemmia, caro Ares. Se vuoi te la insegno io, la cultura (vera) dell’impegno che però non sfrutta il prossimo. Fuffa supercazzolese e markette reciproche a parte fatte da amici di, infatti, qui c’è una sola riflessione da fare: 4-500 euro in più al mese cambiano la vita di Coppola e della sua azienda? Ovviamente no. Per loro non significa niente, a livello di bilancio e se significa qualcosa allora questa realtà non è tanto figa come si dice. Quei soldi in più a fine mese cambiano però la vita di un “junior” magari fuori sede e senza mamma e papà ad integrargli il penoso stipendio, direi. Quindi perché appoggiare questa disastrosa guerra al ribasso?

          Piatniamola con questa retorica della SCHIAVITU’ spacciata per “cultura dell’impegno”. Che i ricchi caccino fuori i soldi, ridistribuendo un po’ di ciò del tanto che hanno almeno ai talenti veri che incontrano. O tu pensi che il PIL e d il consumo interno aumenteranno grazie a stagisti sempre più skillati che prendono 800 euro al mese? Non serve un Nobel per l’economia come Stiglitz per capire che, per uscire dalla reale crisi e da quella finta utilizzata come alibi per pagare sempre meno chi lavora, serve AUMENTARE I COMPENSI e non certo contrarli. Quando i risparmi di mamma e papà saranno finiti cosa faremo? Perché io a 25 anni, se ho tutte quelle qualità, devo ancora chiedere la paghetta a mio padre per poter vivere a Roma? Ti pare che questa sia “innovazione”?

          Coppola vuole giovani talenti? Bene: li paghi come tale, soprattutto perché è tanto figo, innovativo, ricco e lungimirante. Vado a lavorare con lui domani stesso, anche per la metà di quanto guadagno ora come imprenditore e free lance. Ma quella “metà” significa stipendio dignitoso che mi faccia vivere una vita degna di tale nome. E’ tanto scandaloso, per quelli come te, pretendere un compenso vero ed un perioso di prova che non duri addirittura 12 mesi? Bah

          Ripeto il mio “ma per favore”…

          Rispondi
  19. Andrea L.

    Col cazzo, se mi vuoi paghi almeno il triplo. Con un contratto vero. E la mia precisione arriva asindoticamente al 99.95%, ne sono conscio e implemento metodi di error checking. C’è un termine preciso per chi si aspetta il 100% corretto al primo colpo, velocemente e senza controlli in merito a processi critici: “lavorare alla cazzo di cane”. Ridicola la richiesta e quindi ridicolo anche il business che c’è dietro.

    Rispondi
  20. Giorgio Pia

    il “subject” della mail deve essere: CV 15093… per piacere… speriamo in cv europass a manetta

    Rispondi
  21. Francesco Zenga

    Spett.le dott. Coppola,
    se possibile avere più informazioni per i profili non informatici. Inoltre se potete specificare che tipo di C.V. accettate dato non sono accetti i c.v. la n formato europeo.
    Grazie e distinti saluti
    Francesco Zenga

    Rispondi
    • Rolando Creo

      Se sei in linea col profilo non perdere tempo con questo annuncio, 800€ al mese per quello che chiedono sono una miseria.

      Rispondi
      • Francesco Zenga

        Si, ma il fatto è che dalla descrizione il profilo non è chiaro. E poi anche la questione del c.v…. Io sono interessato ma vorrei, se possibile saperne di più. Se poi a fronte le 800 euro sono proporzionate all’impegno richieste, tanto meglio.
        Grazie

        Rispondi
  22. Tommaso Becca

    Ragazzi se avete quello che si richiede in quest’annuncio valete molto più di 800€ al mese. Andate a fare i gelati in Australia, non svendete la vostra inventiva e la vostra brillantezza. Se potete non accettate mai questa forme di schiavitù e diffidate da chi ve le propone come opportunità.

    Rispondi
  23. Andrea Magelli

    Ma che vergogna. Chiedete la luna e date una miseria. Schiavisti. E pensare che dovreste essere delle istituzioni junior friendly

    Rispondi
  24. Manfredi Mattei

    Ho conosciuto Augusto velocemente a un evento Enlabs, penso che per lo piú, chi scrive qua ha poca percezione dell’ambiente.

    Il tipo di lavoro é spaccarti il cxxlo per 12 ore al giorno e una mattina
    svegliarti con un idea, trovare qualcuno che si appassiona come te e
    farla diventare una realtá lavorando 18 ore al giorno per 0 € al mese.

    Ma guai ad avere l’idea giusta e l’impegno mentale e sociale che ti porterebbe l’idea giusta… qui per voi sarebbe solo un lucky strike!

    P.S.Vivendo in un
    ambiente dove le aziende ed i processi vengono schiaciati verso le
    performance e se non performano diventano dei zombie e son fuori dopo 6
    mesi.

    Personalmente per la societá con cui lavoro, noi assumiamo persone senza dargli 800 € al mese e se sei
    capace di generare deal ed interagire con controparti in 3 anni vivi e
    ti compri un appartamento da 300K.
    Lavoro al set-up di un impresa che si occupa di transaction management e deal matching, struttura liquida, opero come
    executive e non guadagno un €uro, é un riscio, ma a 33 anni ho imparato
    in 3 mesi come procedurizzare un azienda e come individuare contropoarti ed investitori. Vengo da una realtá tradizionale.

    Per 800€ al mese da loro ci andrei anche io con 3 master e 4 lingue parlate e due masticate, 3 anni da dirigente e qualche anno di vendita…
    Mi
    farei pagar 400€ (ammetto che ho un paio di anni di autonomia) e gli
    chiederei di metterne la metá da parte per poter investire in una realtá
    che ha potenziale, in 12 mesi avrei circa 5000€… in un early stage
    che vedo crescere sotto i miei occhi saprei quale puntare e in 12 mesi
    me ne troverei 10/15 mila di valore d’impresa.

    Cosa ti danno se sei inteligente e sveglio, tante opportunitá…
    Cosa non ti danno…1300€ mese per 35 anni con un lavoro standard senza prospettive…

    Che futuro ti potresti aspettare a mio avviso lavorando con schifosissima gentaccia del genere, sfruttatrice di piccoli innocenti italici lavoratori…
    Sicuramente il tuo prossimo lavoro sará da 1800-2000€ mese solo per come inizi a ragionare fuori dagli schemi, probabilmente avrai anche uno share di chi ti da lavoro.

    Rispondi
      • Manfredi Mattei

        Scusa ma che bisogno hai di tirare in mezzo la religione… penso che il problema sia questo.
        Persona che vale poco guadagna poco…
        Nella realtà dove lavoro il Back Staff è in Filippine e in Egitto perché il loro valore al contributo aziendale è residuale ed è quello che oggi conta, I partner guadagnano (e girano tanti soldi) sul volume di business che generano.

        Se questo mondo non vi piace avete sbagliato secolo.

        Rispondi
        • Carlo

          My treasure, continuo a non capire il tuo linguaggio fresh, smart and clean, and where you want to andare a parare. Se – come lo chiami tu – il Back Staff è in the Little Philips e in Egypt, probabilmente è perché is more cheap than here.
          Ho la sensation che tu sia un troll, a partire dal nome, perché sei troppo caricaturale per essere vero.

          Rispondi
          • Manfredi Mattei

            Carlo se vuoi ti faccio una proposta di lavoro.
            Se parli correntemente inglese e almeno altre due lingue UE e sei in grado di sviluppare una rete di contatti nel mondo degli investimenti o dell’ origination ti propongo un Agreement dove ti do 0 € e non ti rimborso le spese se non chiudi un deal.
            Non ti do un ufficio perché se stai in ufficio vuol dire che non crei network.
            Ti do delle procedure, un back office, un infrastruttura di supporto e circa51 b di flow attivo e 1 b di flow passivo.
            Quindi potenzialmente più investitori che investimenti.

            Ti assicuro che se sei uno con gli zebedei accetti e chiudi minimo 2 deal all’anno.

            Se sei uno con gli zebedei vai a lavorare anche da Coppola ed esci che sviluppi processi aziendali in modo molto performante…

            Altrimenti continua a lamentarti.

            PS io aspetto il tram e viaggio per londra in giornata con easyjet partendo alle 7 am alla mattina e tornando alle 730 pm la sera …

          • Luco

            Agreement, deal… ma come parla?! Come parla?!?!!!!? Le parole sono importanti…. Come parlaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?!?!!!!??????????

          • Manfredi Mattei

            Ma mi togliete una curiosità… tutti a criticare e manco uno con un nome intero?
            Ma sarà mica che è più facile sputare contro la gente che mettersi in gioco?

          • Manfredi Mattei

            PS check on the Web and you may see that I am not a cartoon useless jerk

          • Carlo

            Aaaah. E potevi dirlo prima che sei un signorotto sfondato di soldi che ha avuto il culo parato per quattro quarti della propria vita e che perde tempo a rispondere a stupidi coglioni. I tre master come te li sei pagati? Lavorando in miniera? Siete la peste di questa nazione. Salutami papà.

          • Manfredi Mattei

            Caro Carlo quando avevo 16 anni andavo dopo scuola in cantiere perché mio padre mi ha sempre fatto sudare tutto. Ho vinto due borse di studio al MIP che non ho potuto percepire (giustamente) perché avevo ISEE non in linea. Mi son fatto l’univestita publica e quando son andato alla privata lavorarci sabato e domenica negli uffici vendita dei cantieri. A 22 anni ho perso 25 mila euro nella mia prima impresa e a 27 , ho persi circa 100 in borsa.
            Non posso sicuramente dire di aver vissuto sotto ai ponti ma non ho neanche avuto il culo parato, stai tranquillo…

            Ma tu qui hai due opportunità di lavoro e continui a lamentati ed a prendetela con gli altri.

            Bravo! Così si fa, così io pago il tuo sussidio e tu sei contento e guardi con invidia chi nella vita si da da fare senza prendere spunto o sfruttare le occasioni che ti capitano.

            Brutta bestia l’ invidia…

          • Carlo

            Io il lavoro ce l’ho, quindi tu non mi paghi proprio nulla. E il mio lavoro è basato su alcune delle competenze che cerca l’esimio Coppola, che ha formulato un annuncio che dice tutto e niente. Cerca figure junior con competenze da senior, oppure un senior che accetti questo misero “deal”.
            Se hai potuto permetterti di investire 25mila euro e di perderne 100mila in borsa, vuol dire che per te sono bruscolini. Con 800 euro mensili ci dovresti mettere tipo 15 anni per arrivare a 125mila euro, senza calcolare le spese. In definitiva: non hai la percezione della realtà. E neanche Coppola, che – disgrazia – riceverà una valanga di candidature.

          • Manfredi Mattei

            Purtroppo non potevo permettermi di perdere quei soldi, avevo dei dipendenti nel primo caso che si fidavano di me e degli investitori nel secondo che mi avevano seguito.

            Ma vedi che tu sei un uomo miope, li girano persone che gestiscono qualche M / B di investimenti, quella è una palestra e ti pagano per andarci.
            Scendi dal tuo piedistallo e cambia prospettiva.

            Con 800 a mese come ragioni tu si… ma forse anche 50 anni.

            Svegliati e ragiona fuori dal quadrato.

          • Carlo

            Ho capito. Non parliamo la stessa lingua. Non lascio un lavoro da 2000 euro al mese – quando va bene – per uno da 800. Nel tuo mondo fatato anche 2000 euro sono pochi, perché ti basta vendere mezzo metro quadrato dei tuoi palazzi per ripigliarli. Ma io ci devo campare una famiglia, e col cazzo che investo il mio tempo e i miei soldi in queste misere operazioni e rischiare di lasciare in mezzo alla strada i miei figli, solo perché non ragiono out of the box as you. Che poi tu neanche fuori dagli schemi ragioni, non ragioni proprio. Non sono miope, sono ragionevole. Con un padre muratore e una madre casalinga mi ritengo già piuttosto fortunato per aver concluso gli studi universitari, a te è bastato pagare tre master chissà quanto coi soldi di chissà chi per scorreggiare termini che servono solo a ostentare cose che neanche tu capisci. Lasciatelo dire, sei completamente sbarellato, ma in questi quattro messaggi ti ho amato profondamente, ma dobbiamo lasciarci, sei troppo per me, non ti merito. Au revoir.

          • Manfredi Mattei

            Tanto piacere… peccato che non è così come dici e invece di cercare opportunità per dar maggiori possibilità alla tua famiglia sai solo insultare un ipotetica sorte che mi avrebbe plausibilmente premiato.
            Questo è il problema italico… questo è il problema che hai tu e devi affrontarlo ogni mattina.

            Io parlo di progetti e possibilità mentre tu biasimo e parli delle persone.

            Io non ti ho detto di lasciare il tuo lavoro ma di metterlo a frutto.

          • Manfredi Mattei

            Ps Cmq su una cosa eravamo d’accordo. Io non ti pago nulla. Se lavori nell’IT e porti Origination e cirelazioni per mandati Investor Research o di share placing ti dico qui che ti faccio girare qualcosa di interessante. Se ti interessa esiste linkedin e mi trovi la.

    • Luca Mogini

      Quindi il concetto è che se l’azienda tua campa mettendolo in c*lo ai dipendenti, allora lo possono fare tutti? Ah beh, non ho percezione dell’ambiente, mi pare ovvio…

      Rispondi
  25. MatteoAmc

    Cioè, ma non vi vergognate? In coda a questo annuncio starebbe benissimo la réclame “Ti piace vincere facile”, con annessa musichetta. Ah, comunque io vorrei invece un’Audi A6 nuova di zecca, garantita 15 anni, massimo 2000€.

    Rispondi
  26. Luca Mogini

    E allora vai sereno. Qui al di là di competenze e quant’altro ci sono delle questioni importanti:

    1 – la gente lavora per sostentarsi, indipendentemente dalle
    passioni e quant’altro. Con 800 euro al mese poi forse, bah chissà il
    tuo dipendente non ci si paga da vivere, il che significa che ha bisogno
    di trovarsi un altro lavoro che immancabilmente toglierà tempo e
    risorse a quello offerto date.
    2 – la qualità si
    paga. A parti inverse, il tuo prodotto sviluppato in LUISS costa X? Io
    ti do molto meno di X, tanto voglio dire, magari l’anno prossimo ti aggiungo
    qualcosina….ti sembra ragionevole? Hai lavorato al tuo prodotto? La
    persona che viene da te ha lavorato sulle proprie skills con dei costi
    in termini di tempo e fatica.

    Una proposta del genere è offensiva verso i candidati e verso i potenziali clienti del progetto stesso, che si vedranno un prodotto sviluppato non dai migliori, ma da “chi in quel momento non ha niente da fare”, “chi si è seguito altri duemila lavori per far quadrare i conti” e “chi comunque tanto meglio 800 euro di niente”.

    La ricerca di talenti è decisamente un’altra cosa, ma continuatevi a voler vivere il sogno della startup gratis, eh

    Rispondi
  27. RBcaligolas

    Vedi, io le avrei anche le caratteristiche ricercate. Tra le altre mie esperienze ho anche lavorato con un acceleratore americano (per non fare nomi, non Y combinator, ma l’altro famoso). Sai quanto pagano loro, IN EUROPA? 45mila euro lordi, contro 24mila vostri. Persino gli stagisti prendono 1000 euro netti al mese.
    Chiunque sia così qualificato non verrà mai a lavorare per quella miseria a Roma, ed è anche per questo che i talenti se ne vanno dall’Italia.

    Rispondi
  28. Luco

    Caro Coppola, mi ricordo di te dai tempi dell’università, quando venivi a Roma Tre a cercare proseliti per le tue startup tra noi poveri studenti inesperti di come funziona il mercato del lavoro. Già all’epoca pensai che eri un gran furbacchione, e questo post ne è la conferma. E’ la gente come te, e startup di gente come te, che sta svalutando completamente il lavoro di noi informatici. Ma quando vai dal commercialista per la tua ricca partita iva, lo paghi la metà perché sei una startup? Dovresti vergognarti.

    Rispondi
  29. Mattia Esposito

    Considerando il tempo speso da alcuni per generare risposte acide e distruttive, con il tempo perso sicuramente avreste potuto lavorare e produrre molto di più. Io personalmente mi candiderò per questa posizione, la paga è uguale a molti altri lavori e non sempre si può ridurre tutto al quantum. A volte bisogna anche scommettere su stessi e su ciò che si ama. Fermo restando che mi sembra che si prospetti un percorso di crescita, cosa non sempre garantita. Sarei tentato di chiedervi quale lavora fate, dall’alto delle vostre retribuzioni, ma lunge da me la volontà di alimentare una polemica sterile. Questo spazio dovrebbe esser destinatario di domande concrete per chi è interessato. Per tutti gli altri, se l’offerta è cosi lontana dal proprio io o dalle proprie aspettative, basta andare avanti come avremo fatto tutti milioni di volte.

    Rispondi
    • Luco

      1) Rispondo in pausa pranzo, quindi ciò non inficia la mia produttività
      2) Sono un informatico, dunque ampiamente chiamato in causa dalla call qui presente
      3) 24.000 euro li guadagnavo 5 anni fa da neolaureato, lavorando appunto come informatico neolaureato (quindi sicuramente non esperto e non perfetto) e sicuramente non come schiavo. E con tempo indeterminato.
      Se a te sembra una gran proposta candidati pure, ma in girò c’è sicuramente di meglio e con prospettive migliori della fantomatica startup del sig. Coppola.

      Rispondi
        • Luco

          “Un contratto di un anno di formazione (la retribuzione media durante l’anno è di 800EUR mese netti) a cui seguirà l’assunzione a tempo indeterminato con un RAL di poco inferiore ai 24.000EUR, più premi.”
          Intanto sono 800 euro al mese con un contratto non so che, da neolaureato. Poi FORSE nemmeno 24000, “poco inferiore”. E non mettiamo i premi che li danno tutti.
          E’ vero che in situazioni di necessità non si sputa su nulla, ma ho portato l’esempio di come ben 5 anni fa (in piena crisi) le cose erano migliori. In giro di aziende serie fortunatamente ce ne sono, e fanno proposte serie.
          Chi invece vuole approfittarsi della fame di poveri neolaureati dovrebbe vergognarsi, anche e soprattutto quando questo viene fatto in seminari propinati in aule universitarie durante il normale corso delle lezioni.

          Rispondi
          • Andrea Idini

            Non e’ che c’e’ un abisso fra 800 nette e 24k annue lorde.
            Credo che e’ piu’ che altro per gente ancora piu’ junior, e uno che ha delle buone carte puo’ tranquillamente chiedere di piu’, come sempre… E puo’ sempre vedersi rifiutato.

            Potrebbe essere ci sia di meglio in giro, faccio solo notare che non si chiede ne’ qualcuno di esperto ne’ qualcuno di perfetto, leggendo un po’ con attenzione.

          • Rayset

            alla accenture da neolaureato ti fanno un contratto vero e ti pagano più di 800 euro. sei sempre uno schiavo,ma almeno sei in un’azienda vera,multinazionale,e soprattutto forse hai i soldi per mangiare.

            comunque si chiede uno che non ”fa le cose perfette al 99%”,ergo figurati che skill dovrebbe avere questo poveretto.

    • Rayset

      guarda,vai a lavorare alla accenture. schiavo per schiavo almeno lì ti pagano. e ti GARANTISCO che prendono veramente TUTTI i non rimbambiti.

      Rispondi
  30. Claudio Francesco Capoluppi

    Che tristezza! Chi può se ne vada dall’Italia.
    Consiglio a chi ha 10 minuti di tempo di fare la domanda per la ‪#‎GreenCard” Visa lottery ‪#‎DV2017. La partecipazione alla lotteria è GRATIS. Fidatevi solo del sito “.gov”,
    quello ufficiale del Governo americano.
    Il sito è https://www.dvlottery.state.gov
    L’Italia è tra i paesi ammessi.
    In BOCCA AL LUPO!
    Per favore diffondete questo messaggio.

    Rispondi
  31. Claudio Francesco Capoluppi

    Che tristezza!
    Chi ha dieci minuti invece di mandare la candidatura per questa posizione faccia la domanda per la ‪#‎GreenCard” Visa lottery ‪#‎DV2017
    Il sito è https://www.dvlottery.state.gov
    L’Italia è tra i paesi ammessi.
    Ricordate he la partecipazione alla lotteria è GRATIS. Fidatevi solo del sito “.gov”, uello ufficiale del Governo americano.
    In Bocca al lupo!
    Per favore diffondete questo messaggio.

    Rispondi
  32. Signo

    Siete come Cracco, Barbieri e Bastianich che ci spaccano i maroni con gli ingredienti di qualità, il gourmet, l’alta cucina, la presentazione, 40 euro a piatto, il food cost

    E poi fanno da sponsor a patatine, conserve e pasta sfoglia già pronta.

    Rispondi
  33. Nicofurna®

    Potete pagarmi solo con “un sacco di cose da imparare in poco tempo” ? Il sacco lo porto io.

    Rispondi
  34. Lucio Gamba

    Ciao io ho gestito e assunto tante persone . Trovo questo annuncio davvero poco serio e soprattutto non vi fa buona pubblicità.

    Rispondi
  35. Luca Von DachTerrasse Iscm

    chi cerca soluzioni semplici a un problema complesso, o non sa cos’è un problema, o non sa cos’è una soluzione.
    questo mi suggeriscono gli ultimi 10 anni in cui per passione ho studiato logica matematica e logica modale.
    ma tant’è che cercate una ‘mente analitica’.
    buona fortuna.

    Rispondi
  36. Luca

    “A scrivere gli asinini”. Ma per favore. Assumete meno sostanze psicotrope e siate più seri. I “colloqui eccentrici” poi, rendono bene quale sia lo spessore dei eprsonaggi coinvolti. Spero solo che il sistema “start-up” non sia rappresentato da questo job post delirante. Inotre vedo poche risposte da parte dell’autore a questi commenti. Forse è bloccato in galleria sulla tratta Alatri – Stazione Trastevere…

    Rispondi
  37. Roberto

    Ma perchè non ci andate voi adepti che lo difendete tanto a lavorare a quelle condizioni per 800 euro?

    Comunque il fatto che venga fatto questo tipo di offerta, dovrebbe far riflettere su quale sia il core business di questa azienda.

    Rispondi
  38. Genio

    Ahahahahahaha come entrare in un concessionario Ferrari e pretendere di comprarne una con 10000 euro…..sei forte

    Rispondi
  39. Tommaso Zecchetto

    Ma io dico tutti a lamentarsi ma allora provate voi a fare gli imprenditori e mettervi in gioco vediamo quanto siete bravi! Dovete capire che questa e’ un opportunità di crescita professionale e di vita intanto iniziate con poco poi se avete i……..allora sicuramente potrete guadagnare 1000 volte in più dipende sempre da voi. Basta lamentarvi prendete le opportunità al volo e poi deciderete invece di stare a casa o a fare i commessi nei negozi allo stesso stipendio con zero crescita professionale e di vita. Su ragazzi sveglia invece di pretendere iniziate a dare e vedrete che se come professionisti siete in gamba avrete mille opportunità

    Rispondi
  40. Ci Rinuncio

    Da programmatore mi colpisce la parte dedicata agli ‘informatici’, che dovrebbero fare gli stagisti a tempo pieno (con mansioni poco comprensibili ad esser gentili), ma a patto che usino il loro tempo libero a studiare cose da nerd, tipo gli schermi neri col testo bianco fitto fitto. Se siete degli informatici o aspiranti tali e parlate inglese, il mio modesto consiglio è imparare bene 1-2 web frameworks moderni (magari investendo qualche decina di euro in corsi online) e realizzare un paio di progetti dimostrativi. A quel punto potrete addirittura allegare CV chiamati civvi.pdf e forse la RAL indicata ve la portate a casa dal primo giorno, senza dover andare a Berlino (basta Milano e parlo per esperienza).

    Rispondi
  41. alesma

    Se volete rimanere in Italia, non credo ci siano opportunità migliori di questa per entrare nel mondo startup. D’altro canto, per esperienza personale vi dico che a Berlino per la stessa posizione in una startup in un incubator qualsiasi vi pagheranno 2/2.5k al mese netti da junior dev.

    Rispondi
  42. GP

    Hahahahahahahaah.

    Due commenti:
    1. Il tuo brand equity non e’ assolutamente in grado di attrarre i talenti descritti.
    2. Anche se lo fosse, la paga e’ un dealbreaker – il target descritto puo mettere in competizione employer di tutta europa/mondo

    Come si dice da me, “A chi vuoi sfottere?”

    Auguri per la tua start up!

    Rispondi
  43. Gabriele Lana

    Se fosse una reale opportunità formativa non ci sarebbe niente di male, anzi, sarebbe da cogliere al volo, peccato che nell’annuncio questo aspetto traspare poco: se fai già bene il 100% delle volte le cose che sei chiamato a fare vuol dire che le sai già fare e che non c’è niente da imparare, se c’è da “lavorare tanto” non c’è tempo per imparare, se si deve essere autonomi e non c’è controllo vuol dire che non c’è feedback e senza feedback non c’è crescita, continuo? Insomma, una magra figura. La cosa che mi colpisce di più é che non è un ragazzino che si è tradito per inesperienza, qui c’è un uomo di esperienza che ha scritto questo post lucidamente, significa che ormai il contatto con la realtà non esiste più

    Rispondi
    • Fiorentino Meridies

      No significa che ai signori qui sopra serve gente sveglia e che la vogliono pagare poco, sperando che imparino da soli e il prima possibile.

      Rispondi
  44. GG

    Scusate ma sono l’unica stronza che prende 400 € per uno stage di 40 h a settimana? Scusate ma mi indigno, se non l’avete capito siamo ancora nella crisi, non giustifico il loro atteggiamento… ma c’è gente pagata molto meno e che lavora come un dipendente a tutti gli effetti!

    Rispondi
  45. Fiorentino Meridies

    Scusate, non ho nulla a che vedere con l’informatica (sono un legale) ma volevo comunque far notare che in questa offerta di lavoro vengono richiesti a un junior gli stessi requisiti richiesti in genere dai grandi studi legali internazionali a Londra, New York o Bruxelles, che pero’ pagano tre, quattro volte tanto (e persino a Milano almeno due volte tanto). Fossi un informatico che ama il suo lavoro (e immagino abbia comunque studiato un po’ per impararlo), che usa il tempo libero per leggere della sua materia, disposto a lavorare di più ogni volta che ce n’è bisogno, per tutto il tempo che ce n’è bisogno, chiederei un compenso superiore allo stipendio di un magazziniere. Se avete queste qualità non vanno svendute per pane e cipolle, perché quello si compra a Roma con 800 euro al mese.

    Rispondi
  46. Ciro Formisano

    http://notizie.tiscali.it/lilliput/socialnews/Lilliput/Carini/9297/articoli/Startup-il-segreto-del-successo-Intervista-ad-Augusto-Coppola.html

    […] Tutti mi presero per matto ma il progetto si rivelò vincente. La startup, che in pochi anni superò le 100 persone impiegate, fu venduta con un guadagno pari a 60 volte il capitale iniziale investito. Fu acquistata dalla grande azienda da cui mi ero dimesso. […]

    Gran bella storia!!! Qui c’è tanto da imparare, secondo me ne vale la pena!

    Rispondi
  47. Tomson Roberto

    Avete bisogno di un prestito per qualsiasi motivo? contattaci subito con un conveniente
    Offerta di prestito al 3% di tasso di interesse con un minimo di $ 1.000 e un massimo
    di $ 500,000,000,00 e se interessate devono contattateci a:
    [email protected] per maggiori informazioni.

    Nota: La nostra società di prestito non ha alcun inganno a differenza di altri prestito falso
    le aziende che pubblicano quello che smussano offerta, questo è un vero e
    autentica società di prestito registrata in un’agenzia governativa, unico serio
    persone con una mentalità che ha bisogno veramente di prestito sono a contattarci, se si sa
    Non sono sul serio alla ricerca di prestito da noi si prega di non provare nemmeno a
    contattarci, grazie.

    MODULO domanda di prestito
    =====================
    NOME E COGNOME:
    ETÀ:
    SESSO:
    STATO CIVILE:
    NAZIONE:
    STATO
    Ufficio:
    NUMERO DI CASA:
    INDIRIZZO:
    OCCUPAZIONE:
    REDDITO MENSILE:
    AMMONTARE DEL PRESTITO:
    Durata di prestito:
    Scopo del prestito:
    HAI chiesto un prestito PRIMA:

    [email protected]
    Grazie, cordiali saluti, in attesa la vostra risposta urgente.

    Rispondi
  48. reine solange

    Ciao a tutti
    Ero alla ricerca di una persona che ha fatto prestiti a qualsiasi onesto e allegro e un amico mi ha messo in contatto con la signora Solange regina Farkhi mi ha concesso un prestito di 5.000 € senza protocollo a sanguinare, con un tasso di interesse a lungo termine del 3% all’anno. Ho ottenuto il mio prestito e sono felice del modo in cui ho voluto condividere la mia gioia con le persone di essere in bisogno di un prestito per pagare i debiti, bollette o per avviare una propria attività. Non cercate oltre, come me, non esitate a contattare la signora Solange regina Farkhi e avrete il vostro prestito in modo sicuro, la signora Solange regina Farkhi di contatto per ulteriori informazioni. Mail: [email protected]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp