Brandon: accordo con un colosso cinese per vendere Made in Italy

Brandon, il distributore online che accompagna le PMI italiane nel mercato e-commerce, ha siglato un accordo con Vip.com, il più importante portale di flashsale cinese.

(Comunicato Stampa) – Brandon, il distributore online che accompagna le PMI italiane nel mercato e-commerce, ha siglato un accordo con Vip.com, il più importante portale di flashsale cinese. La partnership rappresenta un’importante opportunità per le piccole e medie imprese
italiane che ora attraverso Brandon potranno vendere i propri prodotti sul mercato online in Cina.

Ai 17 paesi in Europa e nel mondo, in cui Brandon già distribuisce le sue campagne di vendita online, si aggiunge quindi anche la Cina, con un mercato del retail online che rappresenta il 10% del totale e conta circa 360 milioni di consumatori online, un fatturato di 411 miliardi, in crescita del 48.7% % sul 2013 (Fonte: China’s National Bureau of Statistics).

VIP.com, al quarto posto nel 2014 tra le internet company cinesi, secondo Fortune 500 China, è un portale specializzato in saldi “flash” che detiene circa il 2% del mercato dell’e-commerce domestico. Nel 2014, la società quotata a Wall Street ha venduto oltre 100 milioni di prodotti
a più di 23 milioni di utenti.

Al progetto di ingresso nel mercato cinese delle vendite online, collaborerà anche l’MBA AdVenture, l’innovativo laboratorio imprenditoriale della Luiss Business School con un team internazionale composto dai cinque studenti selezionati, Dalton Darren, Frydman Riva, Pace Sarah Ginevra, Sato Lisa e Weng Ting Chang.

Paola Marzario

Il team si occuperà di studiare ed analizzare l’apertura di una sede in Asia. «L’accordo arriva in un momento particolarmente favorevole in cui i dazi di importazione in Cina di alcuni prodotti, tra cui abbigliamento e calzature, sono stati tagliati del 50%», ha dichiarato Paola Marzario, Fondatrice e Amministratore Delegato di Brandon. «Un vantaggio in più per il canale e-commerce, che oltre a costi ridotti di gestione, permette di pagare in media solo il 10% di tasse, contro il 30/50% dei canali tradizionali, oltre alle opportunità intrinseche che offre un mercato così grande e affascinato dal made in italy».

Ad oggi, Brandon distribuisce le sue campagne di vendita online su numerosi portali di ecommerce, tra cui Showroomprive e, Saldi Privati, Dalani, Zalando, Privalia. In totale oltre 30 retailer digitali internazionali di cui il 10% in Italia e il 90% all’estero.

Brandon è il distributore online che accompagna e supporta le aziende italiane del fashion, del design e del food nel mercato e-commerce. Seleziona brand noti o ad alto potenziale e gestisce per loro le campagne di vendita sui siti di e-commerce di tutto il mondo. Nel 2014 ha gestito 770 campagne, di cui 260 in Italia e 510 all’estero. Nell’ambito moda, Brandon, oltre ai brand proprietari, segue già Marinella, Gazel, Francesca Ferrante, Okydoky Fashion Bimbo, Giorgia and Johns, Moleskine a cui si aggiungono le calzature donna Fiorucci e molti altri.

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.