Mindesk vince .itCup 2015, a eVeryride i 4.000 euro di b-ventures

Ecco i risultati della quarta edizione di .itCup, la competizione dedicata alle start up organizzata da Registro.it

(Comunicato Stampa) 9 ottobre 2015 – Mindesk è un sistema composto da un pennino e un software che permette di realizzare la propria idea in 3d e in realtà virtuale con il supporto di un visore (Oculus Rift o Microsoft Hololens), vince la quarta edizione di .itCup, la competizione dedicata alle start up organizzata da Registro.it, l’anagrafe dei domini italiani gestita dall’Istituto di Informatica e telematica del CNR di Pisa, in occasione dell’Internet Festival in svolgimento a Pisa. La start up barese, ideata insieme a Gabriele Sorrento e Francesco Russo, si è aggiudicata un viaggio a San Francisco e l’iscrizione alla Startup School di Mind The Bridge (premio offerto dalla Fondazione Denoth).

Foto Mindesk vincitore

L’altro premio da 4.000 euro offerto da b-ventures, l’acceleratore di start up tecnologiche di Buongiorno, è andato a eVeryride di Lorenzo Polentes di Milano, aggregatore di tutti i Carsharing, Bikesharing e Scootersharing di Milano, Roma, Firenze e Torino, che permette di vedere, comparare e prenotare tutti i servizi da un’unica app.

I premi sono stati assegnati questa mattina a Pisa dalla giuria composta da Mauro del Rio (Presidente di Buongiorno SpA), Marco Gualtieri (fondatore di TicketOne e CEO di Seeds&Chips), Cesare Sironi (Stark Ventures) e Martina Pennisi (Corriere della Sera, Wired, Startupitalia).

Il premio del pubblico è andato a Ganiza di Francesco Marino di Catania, una app che aiuta i gruppi di giovani a decidere cosa fare nel tempo libero. È stata la start up più votata sulla piattaforma www.itfan.it aggiudicandosi una consulenza di comunicazione offerta da iDNA, digital agency del Polo Tecnologico di Navacchio.

Media partner dell’evento è Startupitalia, la principale piattaforma dedicata al mondo della start up italiane.

 foto itcup al teatro lux di Pisa

Le cinque start up che hanno partecipato alla competizione

Mindesk è un dispositivo che porta i software CAD nella realtà virtuale, attraverso AIRmarker, il dispositivo di input 3D, ed una piattaforma cloud per la collaborazione in tempo reale.

eVeryride è un’app per iOS, Android e Windows Mobile che permette di visualizzare su una sola mappa tutti i veicoli dei servizi di carsharing, bikesharing e scootersharing. L’app è dotata di numerose funzionalità aggiuntive, quali l’avviso all’arrivo in un’area di un nuovo veicolo ed il calcolo dei tempi e dei costi per raggiungere la destinazione. eVeryride consente dunque di visualizzare, comparare e prenotare tutti i servizi di ridesharing. In un prossimo futuro, eVeryride verrà arricchito dello sviluppo di numerose ulteriori funzionalità volte a migliorare l’esperienza dell’utente.

Ganiza è un’app disponibile per iOS, Android e Windows Phone che aiuta i gruppi di giovani a decidere cosa fare nel tempo libero. Ti permette di vedere vari eventi attorno a te, condividerli con i tuoi amici e decidere tramite votazione.

Timeneye è un prodotto leading nel time tracking per il project management: esso consente sia a freelancers sia a medie e grandi aziende di ottimizzare il proprio tempo lavorativo monitorando in tempo reale lo sforzo dedicato a diversi progetti interni all’azienda o ad attività di consulenza per clienti esterni per aumentarne la produttività.

TapFood è una piattaforma dedicata alle imprese del Food&Beverage che offre un servizio ad alto contenuto tecnologico che unisce vendita online, business intelligence e informatizzazione delle procedure e permette di collegarsi ad un’app che garantisce agli utenti un’esperienza d’acquisto innovativa e creativa.

Il senso del round di MoneyFarm con Allianz, secondo Paolo Galvani

A quasi un anno dal primo grande round da 16 milioni e all’indomani dell’annuncio di un altro round con il gruppo Allianz, abbiamo intervistato il presidente di MoneyFarm Paolo Galvani. Consigli alle startup fintech? «sfatiamo il mito delle banche che cercano startup, bisogna puntare tutto sul team per impressionare gli investitori».