Ecco i finalisti del Premio Gaetano Marzotto 2015. In palio oltre un milione di euro

La premiazione finale della competition italiana dedicata al mondo delle startup e dell’innovazione si terrà il 26 novembre all’Unicredit Pavillon

(Comunicato Stampa) –

Il Premio Gaetano Marzotto, la più importante competition italiana dedicata al mondo delle startup e dell’innovazione, è entrata nelle fasi finali della sua quinta edizione. In palio un montepremi totale di oltre un milione di euro, che verrà ripartito durante la cerimonia di premiazione finale che si terrà il giorno 26 Novembre a Milano nella cornice dell’UniCredit Pavilion.

A Villa Trissino Marzotto le giurie hanno incontrato per i colloqui individuali i finalisti 2015 che concorreranno alle tre sezioni principali: Premio per l’impresa, Premio dall’idea all’impresa e Premio Speciale UniCredit Start Lab, a cui quest’anno si aggiungono inoltre i tre Premi Corporate, per i quali i progetti sono in fase di valutazione direttamente da parte delle aziende promotrici.

Premio Gaetano Marzotto

Diversi i progetti finalisti legati all’ambito medicale, della salute e delle energie rinnovabili, ma anche sistemi di monitoraggio del territorio e quelli per l’agroalimentare, fino alla sicurezza degli elicotteri, passando per le tecnologie dedicate allo sport, i servizi per facilitare la vita dei genitori in viaggio. – commenta Matteo Marzotto, Presidente di Associazione Progetto Marzotto e Ambassador di Expo Milano 2015 – Le proposte ammesse alla fase finale tracciano la direzione e rispecchiano gli ambiti verso cui si orienta lo sviluppo della nuova impresa in Italia. Da sempre il Premio Gaetano Marzotto si impegna a supportare e premiare concretamente i giovani imprenditori italiani. Sostenibilità, ricaduta sociale sul territorio italiano, anche in termini occupazionali, e innovazione, sono i principi a cui il Premio riconduce, portando avanti quella visione di mecenatismo illuminato promossa prima da mio nonno Gaetano e successivamente da mio zio Giannino.

L’alto livello di partecipazione al bando, che anche quest’anno ha visto oltre 800 iscritti, e la qualità dei progetti presentati, testimoniano il fatto che l’Italia è un Paese ricco di talenti e di innovatori determinati a concretizzare le proprie idee e a fare impresa. – commenta Ferdinando Businaro, Amministratore Delegato di Associazione Progetto Marzotto, che ha coordinato i lavori delle giurie durante i colloqui con i finalisti a Villa Trissino – Il nostro obiettivo è quello di continuare a sostenere e stimolare la nascita di nuova impresa, favorendo in particolar modo l’opportunità d’incontro e il dialogo tra l’ecosistema dell’innovazione e il sistema industriale italiano.”

Il Premio Gaetano Marzotto si conferma come la realtà di riferimento per l’ecosistema delle imprese innovative in Italia in grado di costruire intorno a se un network che coinvolge gli attori principali del sistema dell’innovazione nel nostro Paese – commenta Cristiano Seganfreddo, Direttore Generale dell’Associazione – Una realtà che si arricchisce con l’ingresso di tre importanti partner industriali, quali CLN Group, Santex Rimar, Santa Margherita Gruppo Vinicolo, e l’istituzione dei rispettivi premi corporate, in una logica di Open Innovation che rappresentano la significativa novità di questa quinta edizione.

Premio Gaetano Marzotto1

I finalisti del Premio Gaetano Marzotto 2015

Premio per l’Impresa
300.000 euro in denaro e un percorso di affiancamento in Fondazione CUOA del valore di 25.000 euro

Sono 5 i progetti finalisti individuati dal comitato di selezione – presieduto da Emil Abirascid e composto da personalità del mondo dell’imprenditoria, della ricerca, delle istituzioni, delle università, della finanza, dei venture capitalist e della stampa di settore:

Archon (Incubatore Knowble – Spilaberto, MO): ispezioni e sorveglianza automatizzata di zone critiche 24/7 grazie alla gestione intelligente di numerosi droni e stazioni di ricarica. Archon automatizza azioni ripetitive e potenzialmente rischiose per l’uomo (videosorveglianza e monitoraggio del territorio e infrastrutture critiche)

Horus (Horus Technology, Trento): assistente personale indossabile per ciechi e ipovedenti, si indossa sul capo come un microfono ad archetto, e tramite un sistema di visione stereoscopico osserva la realtà, la analizza nelle sue tre dimensioni e la descrive all’utente mediante una sintesi vocale a conduzione ossea.

Marioway (Marioway srl, Milano): carrozzina elettronica innovativa, autobilanciante, con seduta ergonomica in posizione verticale variabile che permette alle persone con difficoltà motorie di guidare senza mani effettuando ginnastica passiva.

Scent (Scent S.r.l., FE): porta la tecnologia sensoristica nel campo bio-medicale, con dispositivi per il prescreening tumorale e patologico generale, in particolare permette di raffinare il protocollo di analisi attuale per il tumore al colon retto.

Watly (Buiani Clima Energie srl, Talmassons, UD): un depuratore d’acqua solare, purifica l’acqua da qualsiasi fonte di contaminazione senza l’uso di filtri o membrane, generando inoltre energia e permettendo la connettività a internet.

La giuria di imprenditori chiamata a valutare questi progetti e a individuare tra loro la migliore impresa innovativa capace di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, culturali, territoriali o ambientali è compostada Alberto Baban, Presidente Piccola Industria di Confindustria, Amulio Cipriani, Board Member CLN Group, Riccardo Illy, Presidente Gruppo Illy S.p.A e vicepresidente Illycaffè S.p.A, Massimo Maccaferri, Presidente Eridania Sadam e JCube, Gaetano Marzotto, Presidente Pitti Immagine, Presidente Santa Margherita SpA, Consigliere di amministrazione Hugo Boss, Zignago Holding S.p.A, Zignago Vetro, Alpitour, Ettore Riello, Presidente Verona Fiere e presidente Riello S.p.A., Diana Saraceni, General Partner Panakés Partners, Francesco Zonin, Vice Presidente Casa Vinicola Zonin S.p.A.

Premio dall’Idea all’Impresa
50.000 euro in denaro e 20 periodi di residenza e affiancamento per un valore complessivo di 680.000 euro

Sono 20 i vincitori dei percorsi di residenza e affiancamento, nominati dagli incubatori e acceleratori d’impresa partner del Premio, tra questi 5 sono i finalisti selezionati che si contenderanno il riconoscimento in denaro di 50.000 euro

Amiko (Amiko srl, Milano): acquisizione e analisi dei dati relativi allo stato dei farmaci, selezionati da I3P

WindCity (Padova): una turbina eolica che permette di catturare il vento anche nelle città, caratterizzato da un andamento variabile, e aumentare la produzione di energia, selezionata da Progetto Manifattura

ProXentia (Univeristà degli studi di Milano, MI): strumenti per il controllo della sicurezza e qualità per l’industria alimentare, selezionata da M31

MEDinACTION (Roma): servizio di medici a domicilio on-demand per turisti e viaggiatori che invia un medico al domicilio scelto dall’utente 24/7, selezionata da Digital Magics

RTF-27.C (Università Politecnico di Milano, MI): Sia Aerospace propone unalinea di prodotti per la sicurezza nel settore elicotteristico in grado di ridurre drasticamente i danni subiti in uno schianto a terra, selezionata da Seedlab

Tra i 20 vincitori dei percorsi di formazione e affiancamento ci sono inoltre UnveilConsulting, selezionati da AlmaCube, Sunny Rev, selezionati da Cesena Lab, Smart Donor, selezionati da Consorzio Arca, ARIA, selezionati da FabriQ, Sinba, selezionati da H-Farm, L’azoto: da problema a risorsa, selezionata da Impact Hub, Clover Therapeutics, selezionata da Industrio Ventures, 3D 4U-MAN, selezionata da JCube, Sporteevo.pro, selezionata da Luiss Enlabs, HRINCLOUD, selezionata da Nana Bianca, efesto, selezionata da Parco Tecnologico Padano, Leaf Line, selezionata da Polihub, ROBOZE ONE, selezionata da Polo Meccatronica, WITH YOU – HEALTH, selezionata da TAG, Keplero, selezionata da Vega.

La giuria del Premio dall’idea all’impresa, dedicato ai giovani fino a 35 anni di età, è composta da Luca Colombo, Country Manager, Facebook Italia, Luca De Biase, Giornalista, Il Sole 24 Ore, Stefano Gallucci, Amministratore delegato, Santex Rimar Group, Salvatore Majorana, Direttore technology transfer, Istituto Italiano di Tecnologia, Ettore Nicoletto, Amministratore delegato Santa Margherita SpA, Cosimo Palmisano, Vice Presidente Decisyon, founder ECCE Customer, Massimo Russo, Vicedirettore de La Stampa, Massimo Sideri, Editorialista del Corriere della Sera e scrittore.

Premio Speciale UniCredit Start Lab
Percorsi di affiancamento dedicati del valore di 150.000 euro
Premio rivolto ad almeno una startup per ciascuna delle categorie Premio per l’impresa e Premio dall’idea all’impresa.

Per i vincitori, il Premio prevede l’inserimento in un programma UniCredit che include l’assegnazione di un mentor – scelto tra professionisti, consulenti, imprenditori, partner di UniCredit sull’innovazione – che organizzerà confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita; la partecipazione alla Startup Academy; programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab; assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit per seguire le esigenze bancarie; per le startup che ne abbiano i presupposti, organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori. I settori di interesse includono: ICT/Digital/Web, Life Science, Clean Tech, Nanotech, Moda & Design, Robotica, Agrifood e Turismo.

Ecco le 7 startup selezionate come finaliste per questo premio:

Amiko (Amiko srl, Milano): acquisizione e analisi dei dati relativi allo stato dei farmaci

Archon (Incubatore Knowble – Spilamberto, MO): ispezioni e sorveglianza automatizzata di zone critiche 24/7 grazie alla gestione intelligente di numerosi droni e stazioni di ricarica

BabyGuest (Milano): È la piattaforma per il noleggio di attrezzature per l’infanzia che aiuta i genitori in viaggio e qualifica gli hotel come kid friendly

Bikee Bike (Rovereto, TN): Bikee Bike è un kit di conversione mid-drive che trasforma la tua bici in una potente e-bike, in 15 minuti.

NeuroGoggles (Palermo): occhiali tecnologici integrati con serious games offrono una nuova frontiera per cura dei disturbi cognitivi dell’adulto e del bambino

ProXentia (Univeristà degli studi di Milano, MI): strumenti per il controllo della sicurezza e qualità per l’industria alimentare

Zulu Emergency (Treviso): piattaforma per il supporto, la registrazione e la condivisione delle attivita di diagnostica mobile in emergenza di primo soccorso

I Premi Corporate

Tra le novità di questa quinta edizione tre Premi Corporate, del valore di 50.000 euro l’uno. Verranno assegnati dai tre gruppi industriali e nuovi partner CLN Group, Gruppo Santex Rimar e Santa Margherita Gruppo Vinicolo, che partecipano al Premio Gaetano Marzotto con l’obiettivo di premiare il progetto che ritengono più in linea con le rispettive strategie di crescita all’interno dei settori di riferimento indicati. I progetti finalisti dei tre Premi Corporate sono in fase di valutazione da parte delle aziende stesse, che hanno istituito giurie dedicate. I tre Premi sono destinati alle imprese innovative candidate sia al Premio per l’impresa che al Premio dall’idea all’impresa del Premio Gaetano Marzotto 2015.

La cerimonia di premiazione finale si terrà la sera del 26 novembre 2015 a Milano presso UniCredit Pavilion, durante l’evento il Presidente di Associazione Progetto Marzotto, Matteo Marzotto, premierà il vincitore del Premio per l’impresa, il vincitore del Premio dall’idea all’impresa, i vincitori dei Premi Corporate e i vincitori del Premio Speciale UniCredit Start Lab.

Il Premio Gaetano Marzotto è promosso e ideato da Associazione Progetto Marzotto con il patrocinio di: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale; Presidenza del Consiglio, Ministero dello Sviluppo Economico
; CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa; CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane
; Padiglione Italia Expo 2015; Unioncamere e ha durata decennale.

Associazione Progetto Marzotto nasce per creare, attraverso una serie di azioni diversificate, un nuovo tessuto sociale, e il Premio Gaetano Marzotto ne è un’appendice, con l’obiettivo di individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano, in primis occupazionali.

Il Premio Gaetano Marzotto è realizzato in collaborazione con: UniCredit Start Lab, Fondazione CUOA, Jacobacci&Partners, Italian Angels for Growth, Startupbusiness, con Italia Startup come main partner e CLN Group, Santex Rimar Group, Santa Margherita come partner per i Premi Corporate.

Il Premio dall’idea all’impresa è realizzato in collaborazione con: AlmaCube, Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ, Fondazione Parco Tecnologico Padano – Acceleratore Alimenta, H-Farm, I3P, Impact Hub, Industrio Ventures, JCube, LUISS ENLABS, M31, Nana Bianca, Polihub, Polo Meccatronica, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden, Trento Rise e Vega.

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia