Cresce il fatturato delle startup di Digital Magics: 32 milioni di euro (+74%)

Presentati durante il “Digital Magics Founders Meeting” i risultati più recenti dell’incubatore e gli sviluppi della piattaforma di innovazione per il Digital Made in Italy con Talent Garden e Tamburi Investment Partners, con l’obiettivo delle 100 startup entro il 2018

(Comunicato Stampa) 15 ottobre 2015 – Durante il Digital Magics Founders Meeting – evento riservato al network dell’incubatore – Digital Magics, venture incubator quotato su AIM Italia (simbolo: DM), ha condiviso i propri piani di sviluppo con i team dei fondatori delle startup partecipate.

Il portfolio di Digital Magics si compone di 48 partecipazioni in startup digitali, di cui 26 risultano iscritte nel Registro delle Startup Innovative. Sono in fase di closing gli accordi con altre 4 startup per l’ingresso nel programma di incubazione. Fino a giugno 2015 Digital Magics ha investito 18,2 milioni di euro, a cui si sono affiancati investimenti per 7,8 milioni di euro da parte di terzi. Il valore complessivo delle cessioni (exit) è di circa 5 milioni di euro.

Per il 2015 è prevista una crescita del 74% sul fatturato aggregato del portafoglio di Digital Magics (32 milioni di Euro circa) rispetto al 2014, con un pro quota di circa il 30%.

L’incubatore sostiene i talenti per l’accelerazione di startup innovative ad alto potenziale di crescita e a elevato valore tecnologico. I settori più promettenti su cui si sta focalizzando sono: Made in Italy (food, fashion, design), fintech, traveltech, Internet of Things, digital media e marketing, enterprise services, con l’obiettivo delle 100 partecipazioni entro il 2018.

Enrico Gasperini-Digital Magics

Il nuovo piano potenzia la piattaforma Digital Made in Italy, nata grazie alla partnership con Talent Garden (TAG) e Tamburi Investment Partners (TIP), che ha l’obiettivo di realizzare il più grande hub di innovazione italiano per lo sviluppo e l’accelerazione di startup digitali e la trasformazione digitale delle imprese eccellenti del Paese.

Digital Magics supporta TAG nello sviluppo di 50 nuovi spazi di co-working in Italia e in Europa. Inoltre l’incubatore sta rafforzando i servizi per le startup e scale-up non solo con l’accesso a tutto il network di Talent Garden in Italia e in Europa, ma anche coinvolgendo le start up direttamente nei programmi di Open Innovation delle imprese, estendendo i servizi di accelerazione fino alla fase pre-IPO e allargando il Digital Magics Angel Network su tutto il territorio nazionale. Nel corso del 2016 saranno attivi 10 nuovi programmi di accelerazione locale, con altrettanti team associati, nelle principali città italiane.

Digital Magics ha recentemente lanciato anche nuovi servizi di Open Innovation per le imprese: informazione, consulenza strategica e formazione per il top management aziendale; supporto agli investimenti delle imprese nel digitale (analisi di scenario, scouting di talenti e tecnologie, programmi di corporate venture capital e di accelerazione di spinoff); realizzazione di applicazioni tecnologiche innovative realizzate dalle startup.

Blockchain per i rifugiati: ecco come la usa (bene) la Finlandia

Il progetto con la startup locale Moni coinvolge migliaia di persone: una carta-conto e un’identità digitale memorizzate su blockchain pubbliche lavorano per l’inclusione sociale dei migranti

Lo Zaino Digitale | Cos’è e come funziona lo spazio virtuale per studenti voluto dagli editori

Un unico punto di accesso per poter consultare da pc, tablet o smartphone libri di testo e materiali digitali integrativi. L’intervista al presidente dell’Associazione Italiana Editori, Ricardo Franco Levi

Una startup slovacca produce su ordinazione case trasportabili. Ecocapsule

Questi moduli abitativi producono energia pulita e filtrano l’acqua piovana. Possono essere posizionati dovunque e offrono una soluzione a chi non vuole rinunciare né alla comodità né all’avventura dell’esplorazione

Con l’#AXAChallenge gli studenti della Bocconi progettano l’assicurazione del futuro

Cento universitari parteciperanno alla competizione lanciata dal gruppo assicurativo per elaborare un progetto di impresa nel settore. I vincitori saranno premiati a febbraio 2018 con uno stage in azienda